Recensione: “Pagine che profumano di te” di Alessandra Cigalino

Un affetto particolare mi lega a questa autrice, perché le emozioni che lei riesce a mettere su un foglio… sono quelle che ha nel cuore! Queste sono veramente “Pagine che profumano di te”, Alessandra Cigalino! Pagine che confermano la tua enorme sensibilità… e capacità nell’affrontare diversi generi letterari con una maestria disarmante…

51uLiqcrh3L

Sinossi

Come uno scrittore alle prese con il blocco da pagina bianca, Marcél Delani non riesce a capire come conquistare il cuore di Candy, che l’ha colpito e affondato con una occhiata e il suo profumo così particolare. Quando però si accorge di agire e pensare come uno dei protagonisti maschili dei suoi romanzi d’amore, trova anche il modo per superare l’impasse che lo blocca: tratteggia nella mente la scena perfetta per conquistare il cuore della protagonista femminile, e poi la realizza davvero. Ma riuscire a farsi considerare da Candy non solo come il suo autore preferito sembra una impresa molto difficile, perché lei, editor di una casa editrice avversaria, sembra voler mantenere il loro rapporto su un piano professionale.
Questa volta per Marcél terminare il suo libro sarà molto più importante che semplicemente scrivere una storia d’amore!

Titolo: Pagine che profumano di te
Serie: Gossip Love Vol. 1
Autore: Alessandra Cigalino
Editore: HarperCollins Italia
Genere: Contemporary Romance
Prezzo: € 3,99
In uscita il 2 maggio 2019

candy2

“Io sono Candida Carlotta Romanoni. Per gli amici – e per tutti – Candy (sì, esatto, come la protagonista del famoso cartone animato, e come lei sono un po’ sbadatella) (…) Ah, sì, ho ventisette anni, vivo da sola in un appartamento vicino alla stazione metro di Famagosta, a Milano, e non mi manca nulla. Nemmeno il fidanzato o marito che non ho.”

Davvero brava Candy con le parole, infatti lei usa tutte quelle in possesso nel suo vocabolario per creare sempre l’editing perfetto ad ogni romanzo che le viene sottoposto! Alla Astelli è molto più di un punto di riferimento. Per lei presentazioni e convention non risultano essere ostacoli, piuttosto affronta il suo lavoro sempre con spigliatezza, determinazione… tranne quando si trova di fronte a Marcél Delani. In quel caso potete aspettarvi di tutto, da un’invasione di cavallette o semplicemente una caduta catastrofica…

Marcél

“Delani, oltre a essere un autore straordinario, è anche proprietario di una bella voce e… non solo!”

C’è chi inciampa, chi rimane ipnotizzato da un profumo… No, no, nessun pendolo, basta una semplice fragranza speziata ad imbambolarlo, la stessa che non riesce a far uscire dai suoi sensi. Una ricerca estenuante, per Marcél, abituato ad assaporare solo l’odore della carta…
Parole scritte, che raccontano vite ed amori “fantastici”, la fanno innamorare… Un paio di occhi “nocciola” fanno rivedere i gusti di un colore che probabilmente fino a qualche ora prima avrebbe definito insignificante o per il quale avrebbe usato un termine più ricercato, un autore di successo come lui. Entrambi sono maestri a giocare con l’alfabeto, ma con l’amore sono una vera frana. Eppure basterebbero cinque lettere diverse a definire quel rapporto nato così in fretta, che non è solo una passione travolgente… non un mero richiamo di sensi, ma qualcosa di più profondo e sconosciuto.

“In questo romanzo è davvero racchiuso molto di me. Mi sono realmente messo a nudo per certi aspetti. Ed è proprio per questo che spero di non deluderti. Forse sei abituata a un Delani di un certo tipo. Leggendo questo libro, credo capirai questa mia paura.”

IMG-20190504-WA0003[3923]

Ecco la parola magica, quella che rivela l’incubo… Paura di sbagliare, di perdere, di deludere… specialmente se questa è legata a quei strascichi del passato che sembrano essere stati acciuffati e intrecciati dal destino di entrambi.

Una fine inevitabile, prevedibile… un inganno imperdonabile, che porta tristezza, amarezza e perdita di fiducia. Testardaggine e furia nera, quella che annebbia la vista e non fa guardare in faccia la realtà… e di nuovo PAURA! Ma in agguato, in fondo a quel tunnel, c’è la LUCE, pronta a rivelare segreti nascosti, illuminando un nuovo cammino, alla scoperta di sentimenti sconosciuti e di queste parole…

“Vi auguro di vivere senza rimpianti, senza rancori, senza paura di guardare il sole. Vivete con il sorriso sempre stampato sul viso. Ridete anche quando vi verrà da piangere. Ridete. Sempre. La vita non è facile, ma tutta da vivere. Non perdete tempo a voltarvi le spalle, abbracciatevi…”

Una massima, un messaggio, un consiglio? Forse tutto ciò che non vi aspettate e non immaginate. Niente è come sembra in questo turbinio di sentimenti e in quel girovagare di personaggi, tutti di spessore. Ora non vi resta che verificare solamente una cosa: Marcél e Candy, resteranno ad oltranza una conoscenza da definire, o riusciranno ad ottenere il loro per sempre? Alcune ore per scoprirlo, tante altre per sognare e vivere nel loro ricordo!

“Non importa di quante pagine sia composto il libro della vita, l’importante è che non ci siano spazi bianchi”

Sono giovani Marcél e Candy, e il romanzo della loro vita probabilmente è ancora ad un terzo… Hanno goduto di belle pagine spensierate, e se non hanno trovato spazi bianchi, il destino per entrambi ha riservato una moltitudine di spazi “neri”. Dove disavventure e amori non corrisposti hanno oscurato parti che invece meritavano di essere vissute appieno con i colori della loro età. Ma finalmente si incontrano e il rosa mescolato a tratti con un po’ di rosso, colorerà nuove pagine del libro della loro vita insieme.

Rosso? Sì, come il sangue che lega due persone o semplicemente come una fragola… o come la passione che esplode dalla penna di Alessandra Cigalino, alla quale si approccia con il volto infiammato. Una novità che non le appartiene per indole ma con la quale si è confrontata uscendone a testa alta. L’abbiamo conosciuta principalmente attraverso i Paranormal e i Fantasy, nei quali è sempre riuscita a metterci tanto di se… quel suo carattere, che in questo romanzo è esploso. In ogni frase sussurrata mi è quasi sembrato di sentire la sua voce, anche quando Candy ha pronunciato, “solo alla morte non c’è rimedio”, ha risuonato nella mia testa l’eco dell’autrice.

IMG-20190504-WA0002[3924]

Non mi aspettavo niente di meno da una donna che lascia parlare, ascoltare ed agire, quel muscolo che ha nel petto. E’ con il cuore ferito e dalle parole sussurrate da un padre perso prematuramente, che lascia un messaggio importante. Un monito a non abbattersi. Un invito ad affrontare e vincere le paure… sempre con il sorriso sulle labbra, quello che lei stessa, giorni fa, voleva dipingere sul mio viso, con i suoi pennelli e i suoi colori. E’ anche per questo che ogni personaggio è dotato di una spiccata personalità e non si presenta mai banale agli occhi del lettore. Lo stesso lettore che per tutto il tempo si sentirà tirato con una morsa dentro quelle pagine… impossibile staccarsi anche perché a tratti non si capirà più se stiamo leggendo un romanzo di Marcél Delani o siamo precipitati direttamente sul set dove la storia di Marcél e Candy sta prendendo vita! Lo assaporerete appieno, passando attraverso un turbinio di emozioni e di fatti inaspettati, che renderanno la trama in continuo movimento, priva di pause e rallentamenti. Tutto ciò reso possibile dalla piacevolezza della scrittura, fluida, brillante e a volte impertinente, dove il pov lo permette. Saranno i due protagonisti infatti a darsi il cambio e a dettare i tempi del romanzo attraverso il loro narrare dei fatti.
Ecco, ora mi sento vicina a Candy e come lei mi rendo conto che mi sono lasciata sfuggire forse, qualche frase di troppo, tediandovi un po’… ma vorrei lasciarvi con le parole di chi è più saggio di me…

“A volte le parole di un romanzo riescono ad arrivare al cuore delle persone. E io sono e sarò sempre la persona più felice del mondo per essere arrivato al suo. (…) E se quella che sento scivolare sulla mia guancia è una lacrima, credo proprio di essermi innamorato della mia vita.”

Dopo quest’ultima chicca, non credo ci siano dubbi sul fatto che Alessandra Cigalino ci abbia donato l’ennesimo capolavoro! Un grazie “infinito” Alessandra.

Voto: direi… quando cinque stelle non bastano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close