Recensione – “Bugie a Santorini” di Pamela Boiocchi e Michela Piazza

Onorata di averle lette, finalmente! La “coppia” perfetta, formata da Pamela Boiocchi e Michela Piazza, ha superato le mie aspettative. Un romanzo brillante, ironico… e wowwwww!!! Se Alex e Menta sono imperdibili, non ho termini per definire Morag! Volete sapere quante “Bugie a Santorini” vi aspettano? Seguitemi…

Sinossi

Bugie a Santorini (DriEditore Brand New Romance Vol. 1) di [Piazza, Michela, Boiocchi, Pamela]

“Potresti essere sincera. Questa eventualità non la prendi neanche in considerazione?”
Dire la verità ad Alex? Mai. Piuttosto la morte.

Santorini. Grecia.

Metti una scrittrice che ha perso l’ispirazione e un affascinante, impudente sconosciuto.
Falli scontrare, attrarre, bisticciare. E poi baciare.
Immagina che lui sia l’unico in grado di sbloccare la crisi da pagina bianca della nostra autrice e che lei decida di sfruttare i suoi consigli e le sue carezze per riuscire a terminare il libro.
Aggiungi le isole greche, un mare cristallino, due amiche pazze e una coscienza che parla con la voce di una piratessa del Settecento.
Ah, e non scordare la passione, perché in questa faccenda c’è una dose abbondante di peperoncino.
Cosa può andare storto? Che anche il ragazzo misterioso nasconda dei segreti…
Pronti a fare il doppio gioco?
Qui ognuno mette in palio il proprio cuore, ma la verità non è mai quella che sembra.

  • Titolo: “Bugie a Santorini”
  • Autore: Michela Piazza – Pamela Boiocchi
  • Editore: Dri Editore
  • Genere: Chick lit
  • Collana: Brand New Romance
  • Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 12.99

Lancio ufficiale 6 giugno

Copia gentilmente offerta dalla CE

“Va bene, togliamoci dalle scatole i convenevoli: sono Clementina Ottavia Cavalieri. Abito a Milano, ho ventotto anni e non sono in cerca di un fidanzato.”

Cara Clementina, visto che stamattina sei di poche parole ti aiuterò io. Amici, spero di non crearvi confusione in testa, ma la mia creatrice prima di tutto “ciò” (quello che andrò per raccontarvi ), era una zitella acida… ecco, senza un fidanzato! Per mille balene, lo dicevo a Menta (ci pensate ad andar in giro con quel nome, Clementina!), devi rotolarti di più “sotto coperta”. Lei non mi ha mai ascoltata ed eccomi qui a raccontarvi di quando ha avuto il momento più temibile per un artista, il famoso “blocco dello scrittore”.

L'immagine può contenere: testo

Come dicono gli italiani, “se stai con lo zoppo?…”, non mi sono presentata. Mi chiamo…

“Morag Campbell, capitano del vascello pirata Banshee.”

E… si dice Alter ego?, coscienza?, voce nella testa… si, sono quella che ha sempre la parola giusta al momento giusto, non a caso sono una piratessa e del vascello sono la regina. E, vi dirò di più, sono il personaggio più famoso e amato in tutto il mondo, non credo di aver esagerato, ma speriamo che la mia creatrice poi non mi legga. Si ecco, Clementina con il suo “nom de plume”, Pepper Knight, qualche tempo fa mi ha dato i natali, scalando le classifiche dei libri più venduti. Quando è sopraggiunto quel blocco, quell’aguzzino del suo editore, le aveva imposto la data per il mio epilogo. Quello lì è peggio di un pirata, mi voleva far scomparire?

Quindi, niente nave, piuttosto ho dovuto imbarcarmi in quella diavoleria con le ali e siamo partite alla volta di Santorini, perché tutte quelle saputelle a Milano le hanno suggerito di andare a rilassarsi tra le quattro mura di zia Ludovica. Caspita che casa, ne è valsa la pena sopportare quei vuoti d’aria. Ma questo è niente. Quella disadattata della mia creatrice, sbadata ed esaurita, si è fatta portar via dalla brezza dell’Egeo, tutte quelle corbellerie che aveva scritto. Non c’era verso di mettere qualcosa di buono su carta, fino a che…

L'immagine può contenere: spazio all'aperto e testo

“Capperi, era un figo pazzesco! Alto e abbronzato, indossava con disinvoltura una camicia bianca di lino; (…) aveva un bel sorriso, il tizio, con denti bianchi perfettamente allineati”

Alex senza uno straccio di cognome, ha la soluzione a tutto… Ma io, cosa le dicevo? Bisogna rotolarsi… shhh, ci sono dei piccoli mozzi in giro, e anche il capitano Morag conosce certi limiti. Però vabbè, strofina qui e strofina là, l’ispirazione arriva… e non solo quella, perché la presenza di Crudelia scopre le carte in tavola e avviene l’ “arrembaggio”.

“…”

Sapete, sono un po’ stanca, ho avuto il mio finale e vado a godermelo. Adesso tocca a voi scoprire se Menta ed Alex hanno tirato i remi in barca, si sono lasciati in balia dei venti, se sono rimasti a Santorini o persi per sempre… Pensate solo che ci sono io, Morag, quindi è una storia pazzesca! Ora, muovetevi ed andate a riempire i puntini qui sopra, poi mi direte!

Uffi, si eccomi, fatto il pisolino e non solo 🙂 , ora vi racconto qualcos’altro. Vedete, non sono stata io a spifferare al mondo, per la Dri Editore, la storia di Menta ed Alex. Sono state due splendide donne e con i piedi per terra (non come la mia creatrice), che tutti chiamano “Peperoncine”. Vi chiedete perché? Eh, quando leggerete della mia padrona, tappatevi gli occhi, fanno proprio cose turche quei due. Ah no, greche!, insomma avete capito.

Pamela Boiocchi (e non come i biscotti 😉 ) e Michela Piazza, scrivono come si dice oggi, a quattro mani e lo fanno in maniera esemplare. Loro non hanno i problemi di Menta, si compensano, si aiutano, ma soprattutto sono amiche e le loro penne sono magiche, scrivono solo storie meravigliose. Ma io credo, che creando Menta e quindi me, Morag piratessa con gli attributi, hanno superato loro stesse. Brillanti e ironiche, hanno aperto con “Bugie a Santorini” la collana “Chick lit”. Sono sicura che vi divertirete un sacco, avrete da ridire con quella sciocca della mia creatrice ma soprattutto vi arrabbierete perché quei due senza cervello ne combineranno delle belle.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

In tutto ciò, l’ambientazione è spettacolare, fuori dai soliti cliché (sto diventando proprio esperta e meno piratessa) e finalmente fuori dallo smog di Milano! A Santorini non eravamo soli, noi tre… ah si, poi le autrici vi hanno raccontato tutto, di Crudelia, Viola… hanno creato dei personaggi pazzeschi e oserei dire, con la spina dorsale!

Allora, cosa state aspettando? Prendete anche voi il volo per Santorini, andate a cercarli. Mi dispiace, non posso dirvi altro. Non ho paura di niente, ma di un uomo si, di quel terribile editore dal nome strano e che non vi posso svelare… Insomma, è perfido, e se vi dico di più, è capace di stroncarmi la carriera e di togliermi da tutte le librerie!

W il capitano Morag Campbell che vi dice…

“Per tutte le balene, qui ce ne sono più di cinque!”

Altre tappe del Review Party

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close