Recensione – “L’amore non ha ragione” di ” di Angela Iezzi

Un romanzo che mi è rimasto nel cuore. Angela Iezzi con “L’amore non ha ragione”. Edito Butterfly Edizioni.

Sinossi

Faith ha diciotto anni e una caratteristica particolare: un quoziente intellettivo di 187. Nonostante il suo genio, è pessima nelle relazioni interpersonali, piuttosto rigida, cinica ed estremamente razionale. Vive di certezze e vuole avere il controllo su ogni cosa, emozioni comprese. Killian è il ragazzo più popolare di Yale e il suo giro di amicizie e frequentazioni è talmente ampio da renderlo una celebrità al campus. Affascinante, determinato, trasandato, sicuro di sé e attento osservatore, non è abituato a sentirsi contraddire. Per lui è facile catturare l’attenzione di qualsiasi ragazza, tranne lei, la secchiona che se ne sta sempre sulle sue, indecifrabile e inavvicinabile. Le loro strade, agli antipodi, sono destinate a incrociarsi nell’aula dell’unico corso che seguono insieme. Il loro primo incontro? Un disastro, i due non si sopportano. Così diversi da odiarsi al primo sguardo, non fanno altro che punzecchiarsi a ogni occasione. Ma, per quanto si possano calcolare le distanze ed evitare i sentimenti, l’amore, illogico e inspiegabile, è sempre in grado di sorprendere.

Come fai a conquistare l’attenzione dell’unica ragazza del campus che non sembra provare alcun interesse per te?

L’amore spaventa perché ci rende diversi, in qualche modo ci modifica, rendendoci capaci di azioni e pensieri che non avremmo mai creduto possibili, ma la verità è che ci migliora, permettendoci di fare cose al di sopra delle nostre capacità.

Titolo: L’amore non ha ragione
Autore: Angela Iezzi
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Digital emotions
Genere: Romance contemporaneo
Prezzo: 3,99 € ebook
Data di uscita: ebook 22 gennaio 2019
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited

50946041_2205955726288837_8511688040282849280_n-e1552412154827.jpg

18 anni, genio! Questa la  risposta immediata che qualsiasi persona potrebbe dare ad un’eventuale richiesta di descrizione di Faith Downey… E’ già al college e non lontano dalla laurea, dice tutto! Sarà proprio Yale il luogo dove alcune certezze inizieranno a vacillare. Studia sociologia ed è tutto un dire…

“Non vengo stigmatizzata per il mio cervello, non mi deridono per la mia intelligenza, qui si limitano a evitarmi, tutt’al più a ignorarmi, il che mi va bene, capisco di risultare strana ai loro occhi e, in fondo, non mi dispiace essere lasciata in pace . (…) Ho bisogno di uno scudo se voglio sopravvivere a questo inferno”

Un inferno dominato dall’ignoranza, da certi stereotipi che non sopporta. La sua vita è fondata sulla “ragione”, tutto è scientificamente provato e lei è pronta a dare la giusta spiegazione… lei l’ha per tutto. Con lei è sempre un botta e risposta, dove è matematicamente impossibile spuntarla! Ma qualcuno è pronto, in agguato, a sfidarla: Killian Hemsworth.

50766628_2206743622876714_741850725872566272_n

“Lei non pensa come me e ha il potere di farmi dubitare”

“E’ sufficiente notare come, al giorno d’oggi, il successo di una persona venga misurato in termini di followers su Istagram o like su Facebook” 

Beh certo, se la sociologia è la scienza che studia e descrive i comportamenti umani, delle istituzioni e dei fenomeni sociali… non poteva un’affermazione del genere non scatenare il pandemonio in una ragazza che della “socialità” ha fatto la sua peggior nemica… Ma allora perché ha scelto quell’indirizzo? Forse sarà quel destino che cozza con ogni logicità, a mettere il suo zampino… E chissà che tra un tra una pagina e l’altra di un libro non esca fuori un contratto…

Sì contratto, avete capito bene! Si troveranno a “dover” trascorrere del tempo insieme… quello necessario a far uscire incomprensioni e  incompatibilità che dovranno vedersela con nuovi sentimenti che spingono per venire a galla, sconosciuti per entrambi, per motivi diversi. Se da un lato c’è una vita troppo libertina, dall’altra parte non è concepito nessun diversivo… Niente può interferire con una crescita intellettiva che non pone limiti al “sapere”.

“Mi fai sentire un condannato a morte al quale non stai concedendo nulla”

E’ finita, e proprio colui che sembrava immune all’amore è lo stesso ad uscirne  più ferito. Eventi ma soprattutto “personaggi” importanti, li aiuteranno a conquistare le consapevolezze necessarie.

Riuscirà Faith a privarsi di quello scudo, ma soprattutto riuscirà ad andare avanti senza imbattersi ogni giorno in quel sorriso sghembo che ama così tanto? E Killian avrà scelto la vita che voleva o alla fine avrà assecondato… Domande che non possono essere private di una degna risposta, alle quali solo voi potrete trovare la “soluzione”, leggendo… e muovendovi tra l’Università di Yale e Salem. Ma l’importante è che vi perdiate tra queste meravigliose pagine!

52444257_2222316381319438_2071043490808070144_n

Ne avevo sentito parlare molto bene e avrei voluto  “approdare” prima tra quelle pagine. Ma l’importante poi è averla vissuta… già perché è una storia dalla quale è impossibile rimanere distaccati. Come un diesel, parte piano e poi accelera con quel chiacchiericcio saccente che non smette mai di dispensare nozioni e perle di “saggezza”. Ma poi quale saggezza se tutto è scientificamente provato! Argomentazioni di fronte le quali il lettore rimane basito e quasi non all’altezza della situazione. Quello “straparlare” che non si sa se è fonte inesauribile dell’autrice o caratteristica fondamentale del personaggio femminile, Faith. Ogni dubbio si dissolve nel momento che ci imbattiamo nel pov maschile. Saranno le parole e i pensieri di Killian a “tranquillizzare” il lettore e dargli quella sensazione o meglio certezza di due personaggi ben definiti e strutturati. Entrambi carenti in maniera diversa da figure familiari forti, riversano nel loro quotidiano paure e debolezze. Ma hanno una fortuna: si incontrano, si trovano… si amano!

Non solo i due protagonisti risultano ben caratterizzati. Diventeremo spettatori attenti di un cast ricco di attori, ognuno con la sua spiccata personalità. Un personaggio che amerò altre 100 volte e che mi ha fatto versare più di una lacrima, è Abigail. Non vi dirò chi è. Non posso. E’ una figura che vorremmo avere in molti. Poche parole le sue… ma che arrivano ed insegnano! La saggezza…

“Perché penso che tu sia una ragazza intelligente che sa usare tanto il cervello e ancora poco il cuore”

Ogni scoperta merita il tempo opportuno per essere “assorbita”, anche se è l’amore a bussare alla porta. Bisognerà sbatterci il “muso”, soffrire, cadere… perché rialzarsi sarà come rinascere, ma in due. Due cuori in un’anima sola!

Un monito a non perdere mai la speranza. Uno stimolo a lottare, per impedire che paure e talvolta anche la ragione prendano il sopravvento, non ascoltando i segnali lanciati dal cuore… Che quando batte all’impazzata, comportandosi in maniera anomala, lanciando brividi e provocando rossori… ci sta dicendo che di fronte a noi abbiamo l’amore!

Una storia bella e profonda, romantica e delicata… vi rapirà il cuore! Lasciate che lo faccia, non farà altro che arricchirvi! Un sentito grazie ad Angela Iezzi!

Se la ragione non mi inganna, “A libro aperto” promuove “L’amore non ha ragione” a pieni voti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close