Recensione – “Il fascino del fuoco” di Mirta Drake

Spero che abbiate già in mano “La tentazione dell’aria”, in vendita da oggi, edito Mondadori. E’ in questa giornata che ho voluto dedicare a Mirta Drake che “A libro aperto” vi ripropone anche Ossian e Liv, con “Il fascino del fuoco”. Buona lettura!

Sinossi

Liv è l’unica nipote del conte di Svartis. Scapestrata e ribelle, non fa che cacciarsi nei guai e tutti la credono una ragazza di facili costumi. Sin dall’infanzia, però, il cuore di Liv batte solo per Ossian Borg, un guerriero dal carattere chiuso e ombroso, segnato da un inquietante segreto. Ma Ossian ha deciso di rifuggire qualunque assalto d’amore e soprattutto rifiuta la corte serrata di Liv, amica di sempre. Il fascino sensuale e invitante della ragazza ha tuttavia su di lui un potere devastante, i suoi capelli rossi come le fiamme guizzanti di un incendio sono un’irresistibile tentazione. In un turbinio di intrighi, fraintendimenti e sfide, Liv e Ossian dovranno imparare dunque a domare insieme i loro demoni e gli elementi della natura, lasciandosi trascinare dal potere inarrestabile dei sensi…

Titolo: Il fascino del fuoco
Autore: Mirta Drake
Genere: Romance
Editore: Mondadori
Data Pubblicazione: 5 gennaio 2019
Prezzo: 3,99

Svartis, Norvegia, IX secolo d.C.

E’ un giorno di festa a Svartis, sono tutti immersi nei preparativi e Liv non è solo attenta a come dovrà, per la prima volta, imbellettarsi. Lei, ogni giorno, come in questo, deve fare i conti con quell’uomo che tormenta i suoi sogni, le sue giornate. Ha perso il conto degli anni “impregnati” di quell’amore infantile che con il passare del tempo è maturato, infischiandosene della distanza sociale tra loro. Già, perché lei non è altro che la nipote dello Jarl Ivar Olaffson, mentre Ossian un semplice guerriero.

“Liv, che aveva compiuto diciannove anni da poco, non era una ragazza come tutte le altre e la prima cosa ad affermarlo era l’aspetto: vestiva spesso panni maschili, ancor più sovente una tenuta da caccia in cuoio e pelle, ed era raro che uscisse dalla propria dimora senza un’arma”

In quegli abiti femminili, è semplicemente bellissima, e non fa che confermare quanto si sia trasformata in una vera donna.

Una vera sorpresa a quanto pare, pure per Ossian. Un corpo sensuale avvolto da quella cascata di capelli rossi, lo fanno tentennare… Eppure la rifugge. Lei si avvicina, lui l’allontana nel mentre che lotta con i suoi demoni.

… E pensare che sarebbe così semplice, in un sol colpo, avere una giovane donna al suo fianco ed avere accesso al trono…

48398673_2105809092795219_8909536315519795200_n

Ma Ossian non è un arrivista e tantomeno sembra interessato ad una relazione seria. Perché legarsi, quando può avere le “attenzioni” di tutte quelle che desidera…

“Ossian Borg era un vero enigma: amava le scorribande e i saccheggi con HellstrÖm, ma non la violenza”

E’ un uomo libero. Un vichingo è abituato a vivere nell’ avventura, sobbarcandosi ogni rischio che ogni missione concerne. Ha bisogno di sfogarsi, sentirsi vivo… E se invece, volesse semplicemente dimenticare?

E’ il suo sguardo ombroso a tradirlo, a far trapelare a chi gli è sempre accanto che qualcosa non va. Ma come può spiegare quel tormento, con chi potrebbe parlarne… Sarebbe come tradire le persone che ama e rompere quel giuramento.

Liv le ha provate tutte, ha rischiato anche di mettersi in cattiva luce agli occhi della gente, per Ossian. Se ci fosse stata una pozione d’amore, anche a quella sarebbe ricorsa…

“Forse avevi ragione, Liv, perché non so quel che voglio, ma conosco la differenza fra ciò che sarebbe facile ottenere e ciò che invece è giusto volere”.

Battibecchi, scontri e piccoli avvicinamenti che però non porteranno a nulla… Anzi, li divideranno inesorabilmente… Fino a quella tragedia!

Non posso dirvi di più ma pensate solo a quella frase… Ti accorgi dell’importanza di una persona solo dopo averla persa…

“Pensavo di trovare qualcuno in grado di fare luce nella mia oscurità… ed era proprio davanti a me, era sempre stato con me. La tua fiamma mi ha mostrato la luce”

“… Forse”

E’ questa parolina adesso a lasciarmi perplessa, a farmi contorcere le budella ed invocare Odino perché tutto vada come deve andare. Eppure loro sono stati così bravi a mostrarci tutto con i loro occhi… Sorvolando! Già, il nostro narratore onniscente so tutto io, ha lasciato la “penna”, a quei due misteriosi messaggeri, vestiti d’oscurità! Con attenzione e competenza, ci hanno mostrato nei minimi dettagli, la vita a Svartis ma soprattutto ci hanno fatto entrare in quella di Liv ed Ossian.

Non mi uccidete, ogni volta che lancio un sasso e ritiro la mano. Ormai lo sapete, è il mio modo di fare… Quando leggerete Il fascino del fuoco, anche questa piccola premessa vi sembrerà più chiara! Non amo fare confronti, ma è opportuna fare una differenziazione tra i due volumi, della stessa serie. Soprattutto è importante per chi si approccia a questa lettura, sapere che il primo volume, La seduzione del ghiaccio, vede come protagonisti Niklas e Smilla. Vi consiglio di andare a recuperarlo per avere tutto più chiaro … Non vorrei che pensaste tanto se di vichingo si tratta… No, queste sono due storie totalmente diverse e allo stesso modo appassionanti e appassionate!

Alt! Partiamo dal presupposto che quando vedete il nome Mirta Drake, siete in una botte di ferro e non potete uscirne delusi! Ed ora torniamo a Svartis, ai nostri quattro protagonisti. Quel filo invisibile e indissolubile dell’amicizia, lega alcuni di loro da sempre, altri legami sono più “recenti”… Come lo sono quegli amori che vi faranno perdere la testa. Ma le loro storie, come già vi ho accennato, sono molto diverse. Mai superficiali, si differenziano a tratti per ambientazione e nel lasso temporale nel quale si svolgono i fatti… Per il resto, come vi dissi allora (mi riferisco alla recensione della “La seduzione del ghiaccio” reperibile sul blog), con la Drake è impossibile annoiarsi, visto che vi troverete catapultati direttamente sulla scena. E stavolta, sono sicura, che arrossirete un po’ di più… Ricordate, che il fuoco è l’elemento preponderante di questo romanzo .

Se ad avventura, passione e giustizia aggiungiamo una moltitudine di inganni e tanta perfidia… Il risultato finale sarà soltanto un grandissimo amore! E’ per tutti questi motivi che bisogna assolutamente tornare, o per chi non ci è stato, andare a Svartis! Se nel primo “capitolo” Niklas ci ha insegnato che nel corso della vita certe priorità cambiano di fronte alla potenza dell’amore, con Liv e Ossian impariamo a mettere da parte i dubbi e i sensi di colpa affrontando piuttosto la realtà, cercando la soluzione ove è possibile. Restare in un cantuccio, pieni di crucci e fobie, ci precluderemo una vastità di gioie e possibilità. Ma il merito è sempre suo: dell’amore! Quando è lui ad indicarci la via, a farci luce… Anche la strada più impervia, ai nostri occhi diventerà una strada a quattro corsie!

Ma piuttosto, non volete scoprire chi sono Huggin e Muninn? Alle porte di Svartis, anche loro vi daranno il benvenuto e vi faranno conoscere quest’altro…

“CAPOLAVORO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close