Recensione in anteprima – “Dolce come il fiele” di Sara P. Grey

Siete muniti di ciotola, frusta e di un grembiulino?… ops no, un asciugamano, da togliere possibilmente?… Curiosi eh? Sono prontissima a soddisfare tutte le vostre curiosità. Innanzi tutto vi presento Lorenzo e Amalia, i protagonisti di “Dolce come il fiele” di Sara P. Grey, edito Dri Editore, da oggi su Amazon!

Sinossi

«Vipera» rise lui, tornando a baciarla fra un morso scherzoso e l’altro. «Ma il tuo veleno è così dolce che è un piacere irresistibile, farsi mordere.»

«Sono dolce come il fiele?»

«E altrettanto letale» le mormorò lui sulle labbra. «Ma va bene anche se non c’è antidoto, non voglio curarmi più…»

ESISTE LA RICETTA PERFE1TTA PER L’AMORE?

PROVIAMOCI…

INGREDIENTI:

1 chef pâtissier dal caratteraccio impossibile (a temperatura ambiente)

1 pasticcera adorabilmente testarda (NON agitare prima dell’uso)

Zucchero e fiele q.b

Peperoncino 1 pizzico

PER STUZZICARE/DECORARE:

Scarpe rosse 1 paio

Divisa da chef, che metta in risalto i muscoli – a piacere

Asciugamano 1, il più striminzito possibile

PROCEDIMENTO:

Gettare lo chef e la pasticcera sotto i riflettori del talent show culinario più gettonato della stagione, mescolare con abbondanti battutine e un pizzico di agrodolce e lasciar macerare nel disdegno reciproco fino a che non cominciano a far scintille. Ottenuta la miscela esplosiva, gustare con abbandono. E non ti preoccupare se sembra la ricetta per un disastro assicurato, alcune delle preparazioni più riuscite della storia sono il risultato di errori inaspettati…

Dopo sei libri editi in self-publishing Sara accetta finalmente di collaborare con una Casa Editrice e raccoglie la nostra sfida. Lo fa nel campo che le è più congeniale. Il chick-lit. E ci offre una storia fresca e frizzante ambientata nel mondo zuccheroso e luccicante della pasticceria. Riuscirà a svelarci la ricetta giusta per l’amore? Che dici?

***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *****

  • Titolo: “Dolce come il fiele”
  • Autore: Sara P. Grey
  • Collana: DriEditore Brand New (vol.2)
  • Editore: Dri Editore
  • Genere: Chick-lit
  • Numero Pagine: 278
  • Lancio: ufficiale 8 luglio (pre-order 5 luglio / cover reveal 1 luglio)
  • Info: soniagimor.drieditore@gmail.com

E’ proprio quando il Divino chiama, che si scatta sull’attenti… neanche fosse un alto ufficiale!

“Non ho badato a spese per correre qui il più in fretta possibile, padrone”

Non è una questione di denaro, ma c’entra sempre, visto che continua a rinfacciarle i soldi che ha speso per farla studiare, suo padre. Sì, Letizia Amalia Visconti è la figlia di quel tiranno che sentite urlare, brontolare… e che si è andato ad impelagare con quella sorta di grande fratello. Com’è che si chiama, quella trasmissione? Ehm, The Next Sweet Thing, si credo sia questo il nome della trasmissione. A quanto pare sembra che sia molto famosa e seguita, ma forse lo è ancor di più per il fascino di quel giudice integerrimo, impassibile… certo che ottenere un suo “favore” non deve essere facile…

“Ti presento Lorenzo Ardanti: è il mio braccio destro, e da oggi in poi sarà il tuo capo.”

… Come non lo è per Amalia, dover sottostare agli ordini del principe dei dolci. Lei è uno spirito libero, d’altronde – anche se forse non se ne rende conto – parte di quel caratterino l’ha ereditato dal vecchio Visconti. Rapporto conflittuale tra i due, tenuto a bada dalla dolcezza di una madre… riesploso dopo la scomparsa dell’unico genitore dalla quale è stata amata. Per questo ha preso la sua strada ed ha ricominciato in Francia, con Misha, dove sogni e progetti aspettano di essere realizzati. Ma tre mesi si prospettano essere lunghissimi, per Amalia e Lorenzo, che ogni giorno devono fare i conti con quella elettricità…

“Quando l’aveva vista entrare in laboratorio conciata in quel modo, bella come la dea della vendetta e irresistibile quanto una vetrina imbandita di dolci, a chef Ardanti era quasi venuto un infarto”.

Essere la figlia di uno dei giudici è un’arma a doppio taglio, Amalia è costretta a dare sempre quel quid in più e… i media, e la gente a casa non sembrano amare troppo il personaggio che la ragazza si è creata, ma i cavalli di razza prima o poi, con le armi giuste…

Le Lolly, l’abilità con i dolci che “chef Stronzo” non ammetterà mai neanche sotto tortura, e un arrivo inaspettato, rivolteranno qualche ciotola in cucina (invece delle solite carte in tavola 😉 ) e metteranno Lorenzo di fronte a qualche tipo di sentimento sconosciuto da dover mettere a posto.

“Te l’avevo detto, la ragazzina è furba, devi stare attento”

… insieme a quei dubbi che iniziano a lacerargli l’anima. L’indifferenza è la miglior cosa. Mai mischiare piacere e dovere, rischiando alla fine di dover rimanere con un pugno di mosche. Ma sarà proprio così? Io credo che invece in quella cucina se ne vedranno delle belle. E poi restano due incognite: chi ha vinto il reality e cosa ne è stato di quell’asciugamano del quale parlano già in molti.

Ricette, battute al vetriolo, sguardi rubati, ammiccamenti e segreti, sono gli ingredienti che vi ritroverete in mano, aprendo il kindle. Se ci mettiamo la ragazza single in carriera alle prese con un adone – chef Stronzo, lui all’apice della carriera – tutti questi ingredienti danno forma ad un esilarante, bellissimo e romanticissimo chick-lit!

Dolce come il fiele, si definisce così Letizia Amalia Visconti. Un carattere forgiato dall’indifferenza di un padre, che ha per tutta la vita pensato solo al bene della sua pasticceria, relegando la figlia in un angolo permettendole di andarsene a mo di un pacco postale. Non è poi così diversa la vita di Lorenzo Ardanti, che non avendo scelto la via lavorativa paterna, non ha trovato la credibilità di quel genitore che nonostante tutto stima. I dolci sembrano essere la scappatoia, la panacea per entrambi. Di fantasia, creatività e ingredienti giusti ne abusano tra ciotole e fornelli. La giusta dose di dolcezza, quella la troveranno l’uno tra le braccia dell’altro… equilibrata da un pizzico di sale e pepe (con i dolci c’entrerà poco ma…).

Tutti gli ingredienti però, sono stati forniti e messi sul piano di lavoro, dall’autrice, che come un regista attento ai suoi protagonisti, li ha fatti muovere con maestria davanti e fuori dalle telecamere. Quando intendo fuori, vi spoilero che in camera ci staranno, eccome… e non solo a dormire. Con loro ha creato l’ambientazione giusta con l’intreccio più congeniale e… risultando davvero geniale! Ed è in una storia “leggera” come il genere permette, che è bello ritrovare quella parte “buona” che stavolta esula dalla cucina ma che fa da complice. Un rapporto ritrovato, un affetto mai sperato, sarà la ciliegina sulla torta di una storia che oltre a regalare sorrisi e passione, regala speranza. In fondo non si smette mai di crescere, di imparare, di trovare il meglio anche dagli sbagli commessi. Non è mai tardi per ammettere i propri errori. E l’intelligenza sta proprio nel sapere ammettere i propri… raggiungendo la saggezza!

Bravissima Sara P. Grey, grazie per aver creato…

“Un amore a 360 gradi!”. Assolutamente da non perdere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close