Cover Reveal – “Tu sei l’amore che vorrei” di Rebecca Smith

Siete pronti per vedere la nuova cover di Rebecca Smith? Vi anticipo che è meravigliosaaaaa!!! Ma vi dirò di più, ho anche la sinossi da mostrarvi. A voi, “Tu sei l’amore che vorrei”.

TITOLO: Tu sei l’amore che vorrei Volume primo di due

AUTORE: Rebecca Smith

PAGINE: 263 di word

GENERE: romantico, young adult

DATA DI USCITA: settembre 

SINOSSI

Selena è la nuova arrivata al liceo di una cittadina della periferia di Milano. Pochi giorni dopo l’inizio del nuovo anno scolastico, mentre lei e Mariateresa corrono lungo le scale dell’edificio, si scontra con Diego, il ragazzo più popolare e ambito dell’istituto. Lui sembra venire folgorato e coglie l’occasione per conoscerla e chiederle il nome ma lei, troppo timida e sopraffatta, non riesce a spiccicare una sola parola.

Da quel momento, le strade dei due protagonisti si intrecceranno in un continuo incontrarsi e inseguirsi, fino a quando non si ritroveranno a frequentare lo stesso corso di recitazione. Grazie a esso il ragazzo troverà il modo di avvicinarsi e fare breccia, ma arrivare al cuore di Selena non è una passeggiata e non solo perché Diego ha una fidanzata storica con cui fare i conti, ma anche perché la ragazza per cui perde la testa nasconde un segreto che la rende un giocattolo con il meccanismo inceppato.

Fra litigi, dispetti, paure e incomprensioni, l’amore sarà in grado di vincere su tutto?

Estratti

Sono sdraiata sul letto e osservo il ciondolo del braccialetto regalatomi da Diego: una luna con le nostre iniziali incise sul retro, un dono bellissimo e legato alla nostra storia, ma la cosa più stupenda e che non riesco a smettere di rileggere è il bigliettino.

“Alla mia ragazza della luna, perché senza la luna il cielo è una distesa infinita priva della sua anima.” Non so quante volte possa averlo riletto e non sarò mai stanca di farlo. Anche se sono poche parole, per me sono molto significative e romantiche.

***

«Qui ci sono un po’ di oggetti di svariato tipo. Estraetene uno e inventatevi una storia. E raccontateci una storia, non importa se sia vera o meno.» Alfredo ci spiega cosa fare e io attendo che la sacca giunga a me, mentre lui si raccomanda di non sbirciare.

«Se scegliete è troppo facile e che sfizio c’è!», asserisce contento, guardandoci infilare la mano e tirare fuori oggetti strani.

A Terry capita una paperella di gomma, a me un pennello, mentre Diego becca un pezzetto di legno che ricorda uno spicchio di luna.

«Ragazza della luna, uno spicchio di luna… magari la mia storia parla di te.» Sorride, mandando in confusione le mie terminazioni nervose.

Terry si accosta al mio orecchio, parlando a bassa voce. «Certo che per essere fidanzato impegnato con la cozza ce ne sta mettendo d’impegno per attirare la tua attenzione.»

Scuoto la testa, facendole capire che sta dicendo un mare di cretinate.

«Chi si cimenta?», domanda Valerio fissandoci.

Mi rigiro il pennello fra le dita, incapace di pensare a qualcosa di sensato o insensato da raccontare.

«Dipingi le immagini della tua storia con i colori che piacciono a te. Hai tu il pennello, sei tu la pittrice» Il suo suggerimento se nei miei occhi si legga lo smarrimento di cui sono preda o se lui sia così terribilmente acuto da aver colto le verità che non ho mai ammesso e mi porto nel cuore. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close