Recensione – “Pretty little liars: The perfectionists.” di Sarah Shepard

A libro aperto è lieta di parlarvi di una nuova lettura, The perfectionists di Sarah Shepard, edito da DeA Planeta.

Sinossi:

Non bisogna essere perfette per sembrare perfette. Lo sanno bene Ava, Caitlin, Mackenzie, Julie e Parker: cinque studentesse modello della Beacon Heights High che pensano di non avere nulla in comune… almeno fino al giorno in cui scoprono di condividere un piccolo, insignificante segreto. Tutte odiano la stessa persona: il bellissimo e arrogante Nolan Hotchkiss, che ha lasciato una cicatrice in ognuna di loro. Così, durante la lezione di storia del cinema, escogitano un piano per liberarsi di lui. È soltanto un gioco ovviamente, nessuna pensa di andare fino in fondo. Eppure, quando tra i corridoi della scuola inizia a circolare la scioccante notizia della morte di Nolan, avvenuta con le stesse identiche modalità da loro immaginate, le ragazze diventano le prime sospettate. Ma se tutte si dichiarano innocenti, chi è allora l’assassino? Cercare di scoprirne l’identità non sarà soltanto un disperato tentativo di scagionarsi dalle accuse, ma anche un modo per arrivare a guardare in faccia la terribile realtà: ciascuna di loro potrebbe essere la prossima a morire.

  • Titolo: Pretty little: The perfectionists
  • Autore: Sarah Shepard
  • Editore: DeA Planeta
  • Data Pubblicazione: 21 maggio 2019
  • Pagine: 300
  • Prezzo: 1.99 e-book; 13.60 cartaceo

Copia gentilmente offerta dalla CE

“Era quello il potere che Nolan Hotchkiss esercitava sulle persone. Era il ragazzo più popolare della scuola: bello, atletico, affascinante, capo di tutti i comitati e i club di cui faceva parte. E poi la sua famiglia era la più ricca della città.”

E’ un giorno di lezione come tanti, dove cinque ragazze all’apparenza così diverse scoprono di avere, oltre alcune ore di corso in comune, lo stesso sogno chiuso nel cassetto: lasciare un segno tangibile del loro passaggio sulla vita di Nolan Hotchkiss, come lui ha fatto con ognuna di loro. Un piano inizialmente diabolico ripiega su una feroce vendetta. Se quest’ultima è un piatto da servire freddo… di questa temperatura c’è solo il corpo inerme del giovane.

MORTO, questa la voce che viene affiancata al nome del ragazzo più popolare della scuola. Solidarietà, buonismo, commemorazione, cerimonia, altre parole che lo rendono anche nell’aldilà oltremodo popolare, senza che lo meritasse davvero. Solo che le cinque sprovvedute non avevano pensato all’unica più pericolosa: OMICIDIO.

Le loro vite proseguono ed ora, dopo quella sera, si incrociano sempre più spesso unite dal fantasma della paura. I rimorsi si mescolano ad una miriade di sentimenti sconosciuti che mettono in discussione la vita di ognuna di loro. Julie e Parker, migliori amiche sempre lo saranno ancor di più dopo che verità nascoste del privato verranno a galla. Ava, Caitlin e Mackenzie subiranno il ribaltone nella vita sentimentale, con eventi che anche in un’altra esistenza mai avrebbero immaginato. Un giallo che vi terrà incollati con la leggerezza della tardo-adolescenza e che vi farà riflettere su temi molto attuali.

Quando mi è stata proposta questa lettura, al solito ho dato una scorsa veloce alla sinossi, di quelle che non ti permette di memorizzare… giusto per dire, ho preso visione. Amo aprire la copertina, sfogliare le prime pagine e sorpendermi. Questo romanzo l’ha fatto. Ho ritrovato il sapore del giallo, il gusto amaro dell’incertezza, di sapere… chi sarà veramente il colpevole?

Pretty Little Liars è una serie, di genere thriller, giallo e teen drama trasmessa dal 2010 al 2017 per sette stagioni su ABC Family, canale via cavo dal 2016 rinominato Freeform. La serie è basata sull’omonima serie di libri scritta da Sara Shepard. (Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.)

The perfectionists è il secondo spin-off della serie sopra citata e “quelle” che in un modo forse non perfetto vi ho presentato, sono le protagoniste. Sì, ho usato sommi capi, perchè in ogni giallo che si rispetti, gli indizi a disposizione sono pochi. Ed io non sono nessuno per togliervi il gusto di scoprire la “perfezione” di questo romanzo. Tensione, cuori infranti ed altri che si rinsaldano, dubbi, tradimenti e doppi giochi si accompagnano ad una scrittura impeccabile. Ognuno di questi elementi sarà fondamentale per la vostra personale indagine e la scelta della terza persona non è stata fatta a caso dall’autrice. Vi accorgerete grazie a questo stile narrativo, quanto è facile per il lettore acquisire il profilo di ogni personaggio. Saranno parecchi a darsi il cambio sulla scena con il loro personale vissuto, per niente banale. Personaggi ben strutturati e di spessore, nonostante la giovane età, che serviranno a gettar la base per un giallo imperdibile! I miei complimenti all’autrice, che con l’OxyContin e il suo uso/abuso, forse riuscirà a smuovere alcune coscienze.

Orfana del seguito, non mi resta che restare in attesa del loro sfavillante ritorno!

“5 stelle”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close