Recensione – “UNA STAR ALL’IMPROVVISO” di Mariachiara Cabrini e Manuela Pigna

Cari lettori, torno con un genere diverso, ma soprattutto sono lieta di presentarvi due bravissime autrici: Mariachiara Cabrini e Manuela Pigna. E’ su questo duo che ha puntato la Dri Editore per un altro divertentissimo Chick lit, “Una star all’improvviso”.

Sinossi

Avete mai sognato di incontrare l’attore dei vostri sogni?
E come reagireste se bussasse alla vostra porta?
Ad Amneris accadrà in una serata estiva, nella sua fattoria emiliana, dove Island March – la star più sexy del suo telefilm preferito – si presenterà al suo cospetto con una richiesta da cardiopalma.
Non traete conclusioni affrettate, perché nulla è come sembra.
Tra oche dal carattere irascibile, un pony psicopatico, un cammello con una gobba storta e un cane affettuoso, Island vivrà in incognito un’avventura tutt’altro che scontata. Quando si dice “passare dalle stelle alle stalle”… tutto sommato però, la proprietaria della fattoria non è poi così male.

  • Autore: Manuela Pigna e Mariachiara Cabrini
  • Collana: DriEditore Brand New (vol.3)
  • Editore: Dri Editore
  • Genere: Chick lit
  • Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 12.99
  • Pagine: 330
  • Lancio: ufficiale 16 settembre (pre-order 13 settembre/ cover reveal 9 settembre)
  • Info: soniagimor.drieditore@gmail.com

E-book gentilmente offerto dalla CE

Uno scambio epistolare a senso unico. Ma a senso unico, non è scambio 🤔… avete ragione. Allora ricomincio daccapo. Una vagonata di lettere da cestinare ma troppo eccentriche e appariscenti da passare inosservate. Una stalker? No, sarebbe un termine troppo moderno. Amneris è una fan un po’ troppo accanita… genuina, spontanea e ancorata alle vecchie tradizioni, in tutto e per tutto. Se vi state già immaginando una sorta di “C’è posta per te”, scordatevelo! Mettetevi seduti e vi stupirò, anzi ci penseranno Amneris e Island.

Island March è tra i più famosi attori di serie tv, la quale popolarità è arrivata con il Dr. Cardiopalma. Stretto da questo ruolo che sembra aver preso il sopravvento anche sulla sua vera identità, sogna il palco più famoso al mondo nella notte più elegante e sospirata da ogni star e non solo hollywoodiana! Quella cavolo di statuetta in qualche modo deve accaparrarsela, ma…

“Vuol dire che devi sparire dalla circolazione per un po’. Direi due o tre settimane. Meglio tre.”

… per Island inizia l’avventura italiana, in un paesello sperduto tra le campagne emiliane. Attenzione, non è un set ma vita vera, dove la fatica di governare gli animali sostituisce il sudore speso in palestra. Dove l’umilità, la dignità, la familiarità, l’affetto insieme alla purezza dell’aria, vanno a smorzare la frenesia di Londra e l’ambizione del quale il jet set straborda. Due realtà opposte che il destino mette sulla stessa strada e che si incrociano per merito di un sentimento che in sordina sta sbocciando in entrambi i cuori.

Situazioni esilaranti, una famiglia fuori dal comune e amici ancor più “disadattati” renderanno il tutto molto comico, senza dimenticare il vero messaggio che lascio a voi scoprire.

Che avventura ragazzi! Wow, per qualche ora mi è sembrato di tornare indietro nel tempo, presa per mano da mio nonno, quando mi diceva “vieni, ho comprato i pulcini” e mi incantavo a vederli così spelacchiati e di quel giallo paglierino… che oggi quasi simile, ho in testa. Ricordi di una genuinità perduta che Mariachiara Cabrini e Manuela Pigna mi hanno fatto riassaporare. Innegabile che la loro scrittura pulita e senza fronzoli, ironica e pungente al momento opportuno ha aiutato ricordi e sogni a fluire nell’immaginario. Ho trovato molto d’aiuto la narrazione a pov alterni, che oltre a mostrarci il profilo e le gesta dei protagonisti in tempo reale, riesce a far calare completamente il lettore nella psicologia di Island e Amneris. Entrambi hanno un sogno da raggiungere. Lui per allontanare ancor più un passato troppo scomodo, lei per recuperare tutto ciò che la natura ha di buono da offrire. Entrambi hanno bisogno di ritrovare il contatto umano e di rapporti sani, veri, puliti… E si incontrano lì, a Pieve dei Pioppi.

Una storia che più di fantasia è di speranza. Niente è impossibile, e come ripeto sempre, e piacevolmente ho ritrovato nel romanzo, “solo alla morte non c’è rimedio”… per questo, perchè non provare…

“Se tenessi il piede in due scarpe?

… Non è come sembra e proprio per questo dovete correre a scoprirlo. Determinate frasi possono assumere più significati nascondendo contesti diversi. Questo romanzo vi mostra che esiste “l’alternativa” per vivere con e nell’amore. Grazie alle autrici e buona lettura!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close