Review Party – “IO VOGLIO SOLO TE” di Daniela Serpotta

Una nuova penna per la Dri Editore, che affida a Daniela Serpotta l’onore di portarci nello scenario del Risorgimento Italiano. Non vi anticipo altro tranne “Io voglio solo te”.

Sinossi:

Lo fissò negli occhi.
«Stavo per morire anch’io. Quando ho visto il tuo corpo inerme mi è mancato il respiro, avrei voluto essere con te quando sei saltato in mare per condividere il tuo stesso destino. Ti amo così tanto che non posso immaginare la mia vita senza di te.»

Torino. 1860.

Giulian, figlio illegittimo del conte Bricherasio, vuole essere padrone della sua vita e condurla seguendo le proprie regole.
La sua esistenza sembra scorrere serenamente a Genova dove, insieme a un socio, ha fondato un’importante compagnia di navigazione.
Dopo due anni di emarginazione da parte dell’alta società Torinese, a causa di uno scandalo per aiutare un amico, viene richiamato nella capitale dal capo dei servizi segreti piemontesi.
È così che Giulian incontra Vittoria Belgioioso.
Tra i due volano scintille. Il carattere ribelle e dominante di entrambi li condurrà quasi a odiarsi. Gli eventi storici però, i piani di Cavour e le operazioni militari dei Mille saranno lo scenario perfetto per far scoppiare definitivamente la passione tra di loro.
Siete pronte ad uno storico ben inquadrato e con una notevole vena passionale?

Daniela ci guida attraverso le delicate vicende che porteranno alla nascita del nostro Paese, lo fa con precisione nei dettagli rendendo la trama veramente appassionante. Ciò che però emerge come tema principale è la storia d’amore e di passione, molta passione, che conquista sia noi lettori che i due giovani protagonisti, durante tutto il romanzo. Notevole il cast di personaggi secondari molto ben delineati.

***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *****

Copia gentilmente offerta dalla CE

Non ancora Italia, 1860.

Vittoria Belgioioso ha appena 19 anni e le idee molto chiare: non ha assolutamente intenzione di sposarsi. Il suo passatempo preferito sembra essere quello di “sbattere le porte in faccia ai pretendenti”, che si può immaginare accorrano per la sua dote. Ma smentisco che non è solo per questo… lei è decisamente troppo bella. E se a procace aggiungiamo intelligente, spigliata, sfrontata, impertinente… abbiamo un quadro completo che la rende, nei confronti dell’uomo, irresistibile e tutta “da domare”.

“Dovrai solo darci due dei tuoi piroscafi completi di equipaggio. In cambio riceverai un milione di lire che verrà depositato a nome della Rubattino alla firma del contratto. Anche se non compare il tuo nome ne sei socio, vero?”

Nel frattempo un accordo viene stretto per il bene dell’Italia “nascente”. Le controparti vedono il potente Enrico Prever e Giulian Bricherasio. Un patto scomodo, un’alleanza che rinforza quel legame di “inimicizia” tra il costruttore di imbarcazioni e il discutibile Gerardo Manfredi. Il destino vuole che ad entrambi – inconsapevolmente e non – in qualche modo interessi la giovane Belgioioso, che dopo essere rimasta orfana, viene affidata alle cure della cugina e costretta a vivere alla “corte” del cognato Prever.

“Giulian pensò che Vittoria avesse l’espressione di una zitella acida, di un’arpia come poche se ne potevano trovare. Come poteva un corpicino così ben fatto, dal seno pieno e dalle labbra rosse e carnose, avere un carattere tanto pestifero”.

… Pensare che è stata appena salvata da morte sicura. Incolume la ragazza, ma entrambi colpiti dalla freccia di cupido, che sta già avvelenando d’amore i loro cuori.

Cieco, o forse impaurito Giulian. Certo di non potere averla, tanto meno desiderarla, combatte con i segnali che il proprio corpo continua ad inviargli. Vittoria, d’altro canto, ha visto sgretolare ogni certezza e si arrende all’amore, ma non si accontenta di sospirarlo, sognarlo… rubando qualche stralcio di lui. Lei vuole tutto e farà qualsiasi cosa per… Farlo adirare…

“Da quando ti ho conosciuta non hai fatto altro che creare problemi e indurmi a deviare dai miei propositi”

Un rincorrersi e un proteggersi l’un l’altro, ancor prima di essersi manifestati il reciproco sentimento. Dover lottare per sopravvivere, ogni giorno, non solo alla guerra dei loro cuori. Complotti e nemici si opporranno all’unificazione di territori e delle famiglie Bricherasio/ Belgioioso. Ma sarà veramente così? Cercate di scovarli tra personaggi di spicco e diatribe, avvalendovi anche del vostro vecchio e polveroso libro di storia… potrete ritrovarvi lì, con abiti diversi, ma spettatori di un grande amore nonostante tutto. Nonostante qualcuno pensasse già al Bel Paese.

Vorrei aprire questa seconda parte con una tra le frasi più banali: “quello che non ci si aspetta.” Un romanzo che nonostante si mostri subito “corazzato”, pronto a conquistare, invece parte in punta di piedi, con frasi e segreti sussurrati… forse una strategia è in atto: già, quella di stupire. Dri Editore prova un affondo, nel cuore del lettore e ci riesce… squarciandolo! Non serve molto per capire – nonostante per Daniela Serpotta risulti un esordio – la levatura della scrittura, che mi ricorda un po’ la signora del romance, Mariangela Camocardi, anch’essa approdata in Dri con una storia tutta italiana.

Ma parliamo di “Io voglio solo te”. Il titolo mi ha dato immediatamente l’idea di un contemporaneo, ma poi i pizzi e i merletti della cover mi hanno riportato al mio genere preferito, il romanzo storico. Svuotata dai preconcetti e dalla sensazione iniziale, mi sono lasciata trasportare dalla lettura, scivolando anche tra pieghe inaspettate.

Immediatamente ci viene fatto il quadro di una ragazza che in un sol colpo ha perso tutti gli affetti più cari ed è stata costretta a chiudere il cuore per evitare di soffrire ancora. Da questo la decisione di non sposarsi. Giulian, d’altra parte, semplicemente non si sente degno. Degno di essere amato perché figlio illegittimo e perché nonostante sia stato riconosciuto e “conformato” con il titolo che gli spetta, aver reso giustizia a chi la meritava, gli ha conferito solo una brutta nomea. Due ragazzi che hanno un vissuto dal quale vogliono riemergere alla propria maniera, ma che sembra essere simile: basta non coinvolgere altre persone e farle soffrire. Al non matrimonio di Vittoria, si aggiunge il matrimonio di interesse del potente e ricco armatore Bricherasio. Ad attenderlo una promessa sposa che non lo sarà più, perché dubbi vengono istillati dalle certezze della Belgioioso…

“Voglio solo te. Non mi importa d’altro. So già che saremo felici e tanto mi basta.”

Spessore e profondità di un testo che non ti lascia a guardare, ma che rende viva ogni scena, soprattutto quella di mille camicie rosse… scintillanti come le armi che vengono sfoderate per la conquista di un pezzo d’Italia. Sì, avete capito bene, non sorprendetevi di trovarvi di fronte al carisma del Generale e di quel gran statista… non voglio fare i loro nomi, perché non mi sento degna, oltre a non voler spoilerare. So che avete già intuito, ma non voglio rubarvi la scena e l’emozione di ri-viverli sotto un altro punto di vista, al di là del banco scolastico.

“Non capisco come il cielo mi abbia concesso la fortuna di incontrarti. All’inizio non volevo che i sentimenti che provavo per te mi dominassero. Ora non saprei più come andare avanti senza di essi.”

Citazione dopo citazione, un continuo battito impazzito il vostro, che si conformerà a quello di Giulian e Vittoria, che hanno vissuto un amore che ha resistito a mille peripezie e che per mezzo di queste si è sempre più fortificato. L’amore va vissuto, non relegato in un cassetto o lasciato lì, a darlo per scontato. L’amore è condivisione, nel bene e nel male, nella buona e nella cattiva sorte. Questo è il messaggio dei protagonisti che arriva a noi per mezzo di una meravigliosa penna. Complimenti a Daniela Serpotta per il suo grande esordio! Una premessa sicuramente a cinque stelle!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close