Recensione: “A FUEGO LENTO – L’nganno e la vendetta (Riepilogando A fuego lento vol. 1) di A. D. Viga

Finalmente torno a parlarvi della famiglia Calabresi. Con loro si parte e non si sa dove si approda, sempre in giro per il mondo… Ma son sicura che approderanno, entrambi i romanzi della dilogia di A fuego lento, dritti al vostro cuore. A. D. Viga per Queen Edizioni. Attenzione, ho pensato di postarvi una sorta di riepilogo 😉 .

Sinossi

Raul Mathias Calabresi è ormai certo di aver raggiunto la serenità e con l’aiuto e l’amore di Victoria riesce ad allontanare i demoni interiori che lo avevano braccato negli ultimi anni. Un giorno bussa alla loro porta una ragazza dall’aspetto goffo e ingenuo, ma che riuscirà a insinuarsi nelle loro vite con l’intento di stravolgerle. Così Raul, defilatosi dal ruolo di carnefice inconsapevole a causa del suo bipolarismo, diventa la vittima prescelta di una folle vendetta, in cui i fantasmi del passato torneranno prepotentemente, spingendolo in promiscue e ambigue situazioni. Chi è la persona che vuole decretare la fine di un grandissimo amore come quello tra Victoria e Raul?

Biografia autore:
Per A. D. Viga la scrittura rappresenta un elisir di vita eterna e non può farne a meno. Innamorata del genere rosa, nel 2016, dopo aver ascoltato una canzone in spagnolo, prepara una bozza e scrive “A fuego lento”. In seguito contatta la famosa Youtuber, Giulia Segreti, la doppiatrice, e insieme decidono di leggere “A fuego lento”, non immaginando neanche lontanamente che in poco tempo sarebbe diventato il romanzo più visualizzato nel web.

  • TITOLO: A Fuego Lento (L’inganno e la vendetta)
  • AUTORE: A. D. Viga
  • EDITORE: Queen Edizioni
  • GENERE: Romanzo contemporaneo
  • USCITA: 08 Agosto 2019
  • PREZZO: e-book € 2,99 cartaceo € 9,90
  • PAGINE: 300

NB: Libro disponibile nei vari store.

Copia gentilmente offerta dalla CE

Ripartiamo dal lusso sfrenato di Dubai, con amici fedeli come Pepe e Pirro, l’amore ritrovato e una piccola novità in arrivo. Victoria non poteva chiedere di meglio, le sembra di ricominciare tutto da zero, la seconda gioventù… anche la passione e le attenzioni – attente e premurose – come le prime volte. A Raul e Victoria serve una mano, e non sanno che quella stesa al loro cospetto, è quella del diavolo e racchiude vendetta. La mano in questione è minuta e all’apparenza impacciata, ma guidata dalla più infima mente, che trama per rovinare quella di uomo risorto da una tremenda malattia. Il bipolarismo torna a galla, ma non sarà solo questo a minare e traballare le nuove certezze. Victoria ci metterà del suo, dando credito al fantasma – ferito e in cerca anche lui di riscatto – del passato.

Colui che è stato il carnefice, ora sarà la vittima. Chi è stato tradito, ora avrà l’etichetta di fedifrago. Ogni scelta si renderà necessaria e sarà soprattutto rivelatrice di sentimenti veri e mai sopiti. Ammettere gli sbagli non sarà facile, ma più difficile stavolta, essere perdonati.

La ragione stavolta è in combutta con il cuore, ed insieme troveranno la strada di casa… a guidarli, una piccola coda!

Non è la prima volta che mi trovo a parlare di Raul Calabresi e di sua moglie Victoria. Li avevo entrambi conosciuti in versione self e mi hanno permesso di scoprire la penna sensibile di A. D. Viga. Rileggere la loro storia e come vivere due volte, non solo per le emozioni impresse su carta. Entrambi ci dimostrano come la seconda volta sia meglio della prima, grazie alle nuove “consapevolezze”. Per i protagonisti, le vicissitudini negative della vita, sono state necessarie ed importanti per capire finalmente la strada da imboccare per il loro futuro. Apparenze, vizi dati non solo dalla malattia, ma soprattutto dal potere, vengono sostituiti dalla solidarietà verso l’altro. L’amore, come un filo sottile ma fortissimo, sarà il conduttore in tutta la dilogia.

Devo dare atto all’autrice, della sua bravura nella caratterizzazione dei personaggi. In qualunque suo romanzo, dai protagonisti alla figura meno di rilievo, avremo una fotografia dettagliata di passato e presente. Un aiuto fondamentale per il lettore per calarsi meglio nella storia afferrando così ogni azione, facendola sua o contestandola. Storie, quelle di Viga, che sembrano prendere forma nel corso della lettura.

In questa dilogia, le ambientazioni sono da favola, anche in Tibet dove la vita sarà meno facile, anche per gli imprevisti. Forse vi sembrerà surreale a tratti, ma è vero che stiamo parlando di una famiglia ricca oltre l’immaginario e tutto a quei livelli è possibile. E poi, un pizzico di fantasia non guasta mai. Un plauso a Viga per come ogni volta sa gestire temi importarti. Grazie alla Queen Edizioni per aver dato una seconda possibilità, con una nuova veste, perfezionata in tutto, ad entrambi i romanzi di A fuego lento.

Riepilogando…

Sinossi

Un’emozionante storia d’amore e di rinascita.Victoria e Raul stanno insieme da vent’anni. Una vita coniugale apparentemente perfetta, ma che in realtà nasconde molti lati oscuri. Il marito di Victoria è un uomo dispotico e maniaco del controllo che la tiene imprigionata in un ruolo che non le appartiene, rendendola schiava del suo egocentrismo. Ma improvvisamente tutto cambia, Victoria scopre di avere il cancro e si rende conto di aver sprecato tempo prezioso a inseguire una vita coniugale “quasi perfetta”, accanto a un uomo che per anni l’ha trattata come un oggetto, sottraendole l’autostima e la gioia di vivere. Inizia così un viaggio alla scoperta di se stessa e la fuga a New York sembra essere la scelta migliore, ma il passato torna a bussare alla sua porta e non è facile dimenticare quell’amore intenso e travolgente vissuto con Raul…

Recensione

Spagna.

Una famiglia, quella dei Calabresi,  all’apparenza come tante, se non fosse che Raul  è solamente l’imprenditore, nel settore alberghiero, più famoso d’Europa. Il suo nome come la sua bella faccia, rimbalzano tra le riviste del settore e, chissà che tutto questo successo non lo induca in tentazione…

“Sei l’unica donna che fa battere il mio cuore. Mi credi, vero?”

Eppure nonostante la sua vita non si dica proprio essere monastica, quando viene “richiamato”,  torna in se e si ricorda di quella bellissima moglie, la stessa che ama da oltre vent’anni, da quando si scambiavano i primi sguardi su quei banchi di scuola. Sradicato dalla sua terra, l’Italia, dopo la morte dei genitori, viene accolto dagli zii e dalle braccia di Victoria. Hanno appena diciotto anni quando nasce  Rebecca e nel giro di due anni, Jasmine andrà a  completare quel lieto quadretto familiare. La felicità è solo la facciata della gabbia dorata nella quale Vicky viene “segregata”,  la bulimia e il mostro che sta crescendo in lei, sono le sbarre, quelle che non le permettono la fuga, la ribellione… ma che fomentano e incoraggiano quella sorta di schiavitù.

“Purtroppo, signora, lei ha un cancro”
“
Adenocarcinoma allo stomaco, al secondo stadio.”

Bastano poche parole, a far cadere insieme a quelle barriere, ogni certezza. Raul non si sente più rassicurato da quella presenza femminile che lo attende da una vita. Sente che sta per perderla…

Un volo, altre sbarre – ma quelle ferrose di un ospedale – la renderanno finalmente libera, per sempre… da ogni legame. Madrid segnerà l’inizio di una nuova vita, quasi fosse un trampolino di lancio – con un tira e molla nel mezzo – che la catapulterà oltre oceano, forte dell’appoggio di Tricia, l’amica di sempre!

“Maledico quest’amore, Raul. (…) Ho sconfitto il primo cancro e tu sarai il secondo che scaccerò dalla mia vita.”

Un nuovo grande progetto, un sogno represso da una vita, vedrà finalmente la luce! Si circonderà solo di persone positive ma una brillerà su tutte, un giovane che con lei non ha niente in comune ma che piano piano le farà vacillare quelle poche certezze che le sono rimaste…

“Nyle un libertino, infedele dichiarato, un uomo che
allontanandosi dalle responsabilità, aveva scelto la via più
semplice per guadagnare denaro”

Una vicinanza, quella con Nyle, che le aprirà gli occhi e che svelerà un lato nascosto di Victoria. Emergerà la voglia di vivere, repressa dentro quella gabbia per più di vent’anni. Una donna libera e un uomo troppo giovane, cosa potrebbero avere in comune?

Mesi trascorsi a mettersi in pari con un passato che l’ha privata di tanto. Un presente che non le dà quello che sembra mancarle. La ragione inizierà a prevalere su tutto e scaverà nella profondità del suo cuore… quello che le indicherà la strada giusta.

Victoria Lunas Damante ha conosciuto tutto nella vita. La stessa che non le ha fatto sconti e che le ha fatto scoprire tanti tipi di amore. E’ stata moglie, madre, amante… ma ora, il futuro cosa le riserverà?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close