Cara Autrice ti scrivo… PAOLA DE PIZZOL

Lo giuro, ho provato a fare la Blogger seria… ma c’è stato poco da fare!!! Stare con Paola De Pizzol è uno spasso e vi assicuro tanto altro ancora: bravura, umiltà…

E’ sempre pronta a cavalcare l’onda, qualunque cosa faccia e scriva è un successo, ma rimane sempre la ragazza della porta accanto.

Ho avuto il piacere di incontrarti al Fri ed è stato come rivedere una vecchia amica. Sei spontanea, unica e “caciarona” come me. Ma Paola, chi è nella vita?

Ciao Maika, è stato bellissimo conoscerti a Milano, davvero ci assomigliamo molto caratterialmente (non fisicamente, perché tu sei la metà di me, ah ah ah!). Allora, nella vita di tutti i giorni sono una mamma felicemente sposata lavoratrice, con l’insana e inguaribile passione per la scrittura e la lettura. Sono una persona generalmente ottimista e solare, ma non fatemi arrabbiare troppo perché posso diventare cattiva. Metto sempre la famiglia al primo posto e guai a chi me la tocca! Sono anche una fanatica di serie TV e di film di fantascienza.

Chi è M. P. Black? Chi e cosa si nasconde dietro questo nome?

Tutto è nato per caso nel 2007, quando ho pensato di provare a pubblicare un mio romanzo (un fantasy per ragazzi). Non ero convinta di firmarmi col mio nome e cognome, così mi sono inventata questo pseudonimo. M.P. sta per Maria Paola (il mio secondo nome è Maria), mentre Black sta per Sirius Black, il mio personaggio preferito della saga di Harry Potter. Dopo il successo di quel romanzo fantasy, ho pensato di continuare a pubblicare con lo pseudonimo e così… eccomi qua!

Ti sei accorta di aver realizzato veramente il sogno di scrivere, quando?

Ho realizzato che, forse, avevo davvero fatto qualcosa di buono subito dopo la pubblicazione del mio primo romanzo fantasy “Lisa Verdi e il ciondolo elfico”. La casa editrice, la 0111 edizioni di Milano, quell’anno decise di partecipare alla Fiera del Libro di Torino e ricordo ancora come oggi lo stupore che provai quando, durante la presentazione del libro, mi trovai attorniata dal pubblico, che mi dimostrò un grande e reale interesse. Si è trattato di un sogno meraviglioso, che mi ha dato la spinta giusta per continuare a scrivere.

Scrivi divinamente e ti muovi bene tra i vari generi. Quanto è difficile, ogni volta, spostarsi da uno “scenario” all’altro? E quanta ricerca necessita?

Bè, intanto grazie per il complimento… diciamo che io amo le sfide e cerco di dare sempre il meglio. In effetti sono passata dal fantasy classico a quello per ragazzi, per spostarmi poi al paranormal romance, all’horror, al thriller, per arrivare al romance storico, a quello contemporaneo e infine allo “Spicy”, cioè un romance “piccante” e sensuale. Diciamo che riesco ad adattarmi facilmente ai vari generi, però sì, la ricerca è essenziale, come la lettura.

Con Thomas Dri e Dri Editore, rapporto di amicizia e collaborazione. Ti va di parlarcene, da quando tutto ebbe inizio?

Thomas non è solo il mio editore, ma innanzitutto un grande e sincero amico. Ci siamo conosciuti mille anni fa, cioè nel 2012, durante la presentazione di un mio romanzo. Alla fine, lui mi si è avvicinato, chiedendomi se volessi pubblicare un fantasy per ragazzi da portare nelle scuole medie del Veneto, come progetto didattico e di narrativa. Ho accettato subito, ben consapevole del fatto che questo progetto mi avrebbe impegnata parecchio. Così con Thomas e lo staff della CE ho cominciato a riempire i sabati di presentazioni nelle varie classi delle scuole medie, incontrando letteralmente migliaia di ragazzi. L’incontro con i ragazzi è stato stupefacente ed emozionante. Loro sono fantastici. Nel corso degli anni ho conosciuto studenti che mi sono rimasti nel cuore, ho condiviso con loro l’emozione di questi incontri, ho ricevuto disegni, lavoretti vari e una quantità innumerevole di fiori. Non dimenticherò mai la saga de “I Viaggiatori del tempo”, che mi ha permesso di lavorare con Thomas Dri e di conoscere questi ragazzi meravigliosi. Poi, due anni fa circa, Thomas si è svegliato una mattina con l’idea di dedicarsi alla narrativa. Ed eccoci qui!

Ti butteresti sul self o #ceforever? Differenze o pro/contro.

Io sono anche un’autrice self. Infatti ho pubblicato autonomamente parecchi romanzi che mi hanno dato un sacco di soddisfazione. Certo, se la CE sa come muoversi col marketing e ti fornisce un bravo editor, consiglio sempre di pubblicare con una casa editrice, come nel caso della Dri Editore, dove la collaborazione con l’autore è puntigliosa e il lavoro di marketing davvero notevole. Per non parlare di quello relativo all’editing, molto accurato.

Tanti romanzi all’attivo. Hai dei personaggi ai quali ti senti ancorata? Una storia che senti più tua, oppure una che riprenderesti in mano per dargli un secondo tempo?

La storia che amo di più in assoluto è quella de “La rosa e il pugnale”, un romance thriller che è stato pubblicato nel 2012 dalla casa editrice Domino di Piacenza e che ora trovate su Amazon in self. Ci tengo a sottolineare, perché ne vado davvero fiera, che questo romanzo ha anche vinto un importante riconoscimento nell’ambito del “Premio Cittadella”, nel 2013. Per quanto riguarda il personaggio, adoro quello di Lord Brown da “Deathless – Il segreto di Lord Brown”, un romance storico pubblicato nel 2018 con la Dri. Lui è un uomo tutto d’un pezzo, affascinante e coraggioso, che sa amare in modo pazzesco e che darebbe la vita, pur di salvare quella della donna che ama. Ecco, mi piacerebbe scrivere un sequel di questo romanzo. Si vedrà!

Parliamo della grande novità: “Love Training”. Com’è nata la storia? Evan e Mia vorticavano da un po’ nella tua mente oppure?…

Clicca sulla cover per la recensione

La mente geniale e sempre piena di idee di Thomas un bel giorno ha deciso di aprire la collana dedicata al genere “Spicy”, alias letteralmente: speziato. In sostanza, si tratta di un genere piccante, con parecchie scene di sesso, che non devono però mai cadere nel volgare e che devono incastrarsi a dovere all’interno di un’articolata e passionale storia d’amore. Dopo il mio primo romance contemporaneo “Per ogni tuo bacio”, pubblicato sempre con Dri Editore, che ha avuto un buon riscontro tra i lettori, Thomas mi ha proposto di scrivere uno Spicy e io, seppure in preda ad ansia da prestazione e ad agitazione totale, non avendo mai scritto nulla appartenente a questo genere, ho deciso di accettare la sua proposta.

Clicca sulla cover per la recensione

Lui mi ha dato l’idea iniziale di un attore riccone e affascinante e io ho aggiunto la figura di Mia, la sua personal trainer. Fin da subito ho pensato di creare una storia d’amore frizzante, ricca di frecciatine e di battute al vetriolo, che poi avrebbe dovuto evolvere in qualcosa di molto passionale e infine ad alto tasso erotico. E così è stato. Evan è l’attore più ricco e famoso di Hollywood, occhi scuri su un fisico mozzafiato e capelli neri. Mia è afroamericana, con capelli corti e ricci e magnifici occhi verdi. Ed è… cazzuta! Si può dire qui vero, cazzuta? Darà parecchio filo da torcere ad Evan e…ne vedrete delle belle! Inoltre, il romanzo contiene anche una storia che si vela di giallo con un bel colpo di scena finale. Ma non aggiungo altro.

Due argomenti che mi piacciono molto e che temo, pensando a se dovessi scrivere.

– Blocco dello scrittore.

Per fortuna non mi è mai capitato di averlo e scrivo attivamente dal 2006. E spero che non mi capiti mai. Sarebbe un incubo!

– Editing leggero o lasci fare purché venga un buon lavoro?

Allora, io correggo il romanzo generalmente tre volte, poi lo affido nelle abilissime mani della mia editor personale, Fabiana Redivo, infine viene editato dall’editor della Casa Editrice. Nel caso di Love training, il mio editor, diciamo “finale”, è stata la bravissima Sonia Gimor. Per me l’editing è importante e non deve essere mai leggero.

Progetti futuri. Rimarrai sulle tracce di Evan e Mia, per esempio con uno spin-off, o dovremo aspettarci qualcosa di diverso?

Sono ritornata al mio “vecchio” amore, un romance storico ambientato alla fine dell’Ottocento a…. Ops… non posso aggiungere altro, ma vi assicuro che sarà molto interessante!

Anche l’intervista è ai titoli di coda. Un aggettivo per definirla (mi puoi anche insultare 😉 ) e uno dei tuoi calorosi saluti, quelli che appartengono solo a te, per tutti i lettori che sono passati a trovarci.

Intervista “caciarona”, ah ah ah! Sono pienamente soddisfatta.

Come saluto: “Che la forza sia con voi!” (cit. Star Wars).

UN ABBRACCIO!

Grazie di cuore a Paola De Pizzol

Vi lascio l’imperdibile intervista a Paola De Pizzol. Per la rubrica “Lancio un libro – Love Training e tanto altro.”

P.S. Le immagini della serie “Per ogni tuo bacio” e “Love Training” sono attive, per cui cliccandoci sopra, vi collegherete ad altri articoli del blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close