Review Party: “LA FORTUNA DI UNA LADY” di Sara P. Grey

Emozionata??? Troppo poco. Paura di sbagliare??? A tremila. Timore di deludere Sara P. Grey e di non essere all’altezza di Edward e Katherine! Due personaggi che con “La fortuna di una Lady” identificano il nuovo gioiellino firmato Dri Editore.

Sinossi

Era mai stata davvero senza fiato per l’emozione, prima di quell’istante?
Aveva mai desiderato qualcosa con l’intensità con cui aveva desiderato ancora un altro bacio?

Inghilterra, 1890.

Una ragazza sola, senza memoria, senza un soldo, scampata a una terribile tragedia.
Un duca dal cuore tenero e dalla volontà di acciaio.
Un incontro fortuito e il mistero di un’identità da scoprire: chi è Katherine “Rivers”? Una lady in fuga o una semplice istitutrice? E come può aiutarla il duca di Westburn a recuperare la memoria perduta?
Il passato torna a dare la caccia all’improbabile coppia e le rigide convenzioni sociali minacciano una prematura separazione giocando con la vita e le prospettive di felicità dei protagonisti di “La fortuna di una lady”.
Chi la spunterà?

Dopo averci deliziato con le sue atmosfere divertenti e “gustose” del suo Dolce Come Il Fiele, grande successo di critica e di pubblico, questa volta Sara si cimenta in un regency classico. E con successo, aggiungiamo noi. Buona lettura!

***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *****

  • Titolo: La fortuna di una lady
  • Autore: Sara P. Grey
  • Collana: Historical Romance
  • Editore: Dri Editore
  • Genere: Storico/Romantico
  • Formati disponibili: ebook 2,99€ / cartaceo 12,99€
  • Pagine: 235
  • Lancio: ufficiale 25 novembre

Copia digitale gentilmente offerta dalla CE

Berkshire, maggio 1890

Con ostentata sicurezza, si presentava come Katherine Rivers, istitutrice, e prossima a servizio in una facoltosa famiglia. Ciò prima di quel terribile incidente, dove tra pochi o inesistenti beni, il più prezioso ha perduto: la memoria. Tra ricordi annacquati, emerge solo la Katherine senza cognome e una bellezza sfavillante, tale da portar luce anche nella notte più buia.

“Siete Dio?” “Come prego?” “Siete venuto a prendermi?”

“Anche se mi piacerebbe dirvi di sì, non credo. Sono soltanto io.”

“Una giovane sconosciuta, senza chaperon, abbigliata come una trovatella” (…) Aveva davanti un uomo nel fiore degli anni, di una bellezza non classica ma virile, eccezionalmente ben messo, per uno della sua levatura.”

Si manifesta così il colpo di fulmine? Per lei una tranvata in testa e per Edward, duca di Westburn, una folgorazione?

Sopravvivenza, follia e quel senso di “proibito”, li portano continuamente uno tra le braccia dell’altro. E’ quasi una forza sovrannaturale, che impedisce loro di dividersi, nonostante i dubbi, e i mille validi motivi per proseguire ognuno per la propria strada.

“Si resterete qui. Con me. Sì, non direte più queste sciocchezze. Anzi: sì non vi passerà più in mente di andarvene.”

Ad Edward, più di una forza a tirarlo – con la condanna del sarto – mentre la giovane tentenna tra farfalle, battiti impazziti, il senso del dovere e l’etichetta che la vorrebbe lontana dalle mura di Westburns Hills.

L’onore si mette in competizione con un sentimento che vuol esplodere, ancora una volta è una guerra ad armi impari tra ragione e cuore… fino a quando, il passato torna sotto fattezze brute e subdole portando con se niente meno che rivendicazioni contrattuali. Accordo di cosa? Ma chi è quell’innocente istitutrice, non si starà nascondendo dietro una finta amnesia?

Ed ecco che Katherine vorrebbe scappare di nuovo, andar lontano… e ci andrà, spezzando definitivamente il cuore del Duca per ben due volte. Ma questa sembrerebbe l’ultima e definitiva…

“Vi ho fatto una promessa e la manterrò, Katherine. Per il cielo, non vi succederà nulla di male (…) ne faccio una questione d’onore, il Vostro”

Una promessa con la quale vi ho lasciati in sospeso. Ma una promessa importante, il fulcro di tutta la storia. Da quel infausto quanto strampalato incontro, l’unico scopo di Edward è stato proteggerla. Una sconosciuta, sotto la sua ala protettiva. Chiunque, poteva mettersi in casa: una megera, un’approfittatrice, una bugiarda o una vittima, una poveraccia, o una vera Lady… ed infatti non servirà troppo tempo al Duca per scoprire le carte, avvalendosi di un aiuto prezioso.

Un amico, una locandiera, la vedova madre, personaggi che attraverso la penna di Sara P. Grey assumono solo il titolo di secondari, ma che mostrano carattere meritando tutto lo spazio concesso. Ognuno si distinguerà per le proprie gesta e lingua a tratti biforcuta, diventando delle vere “chicche”.

Pensate, quindi, che lavoro è stato fatto con i protagonisti. Katherine inizialmente mostrerà pochi attimi di lucidità, dopodiché il buio. I suoi ricordi diventeranno quelli dei lettori che non aspettano altro che scoprire di più, divorando pagina dopo pagina. Ma soprattutto, la ragazza, sarà Lady per titolo acquisito, per un inganno, o attribuitole alla nascita? Dilemma e infiniti dubbi da dissipare per il Duca, fondamentale per capire chi è colei che gli ha rubato il cuore… anche se l’avrebbe fatta sua nonostante l’assenza di un cognome. Emozioni e atteggiamenti palpabili in Edward, messi in calce su carta attraverso dialoghi e pensieri.

Non c’entra niente l’amicizia e non ho dovuto tribolare per essere obiettiva. E’ vero, il gusto è soggettivo, ma trovo tutto oggettivamente perfetto. Nessuna incongruenza storica, ogni etichetta è stata rispettata, patti e promesse onorati 😉 . Un lavoro magistrale per Sara P. Grey, già famosa per la ironia sottile e capace di mosse inaspettate. Un vero scacco matto “La fortuna di una Lady”… e non si dica più solo #reginadelchicklit, aggiungete pure… #geniostorico! ❤


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close