Recensione: “I LOVE MAMMY IN MONTECARLO: Come sopravvivere a una vita glitter” di Silvia Alonso

Una storia nuova, originale e divertente. Di una mamma tuttofare andrò a parlarvi. Pronti a conoscere Luchino? Il biglietto per Montecarlo lo offro io, metteteci la voglia di ridere! Silvia Alonso con I love mammy in Montecarlo…

Sinossi

“Se nell’arco di centro metri c’è un problema, io ci scivolo sopra come su una buccia di banana. Fin qui tutto bene. Normalmente mi immaginerei di essere su una tavola da surf e navigherei serena… Il problema è che, onde a parte perché siamo al mare, a Montecarlo non esistono le bucce di banana. E quindi, al solito, lo sporco lavoro di metterle in giro deve toccare a me. Un po’ come i piccioni, del tutto introvabili perché vietati dalla Costituzione: finché non la fanno profumata, qui al massimo sono tollerate solo le tortore. Con netta preferenza per le bianche colombe, che ve lo dico a fare? Ça va sans dire.”

Non è facile sopravvivere a una vita glitter. Perché, come giustamente ricorda il proverbio, se l’abito non fa il monaco e una rondine non fa primavera, una rondine monegasca sul giusto abito già può candidarsi a icona chic dell’universo modaiolo. Un universo in cui si muove disinvolta e sagace la protagonista del romanzo, Sylvie Labella, brillante mamma italiana dall’ironia tagliente e dalla simpatia travolgente. Tranne il fatto che, tacco dodici a parte (l’unico a essere perfettamente sincronizzato con “la Città dei Glitter”), Sylvie si sente un pesce fuor d’acqua. Uno di quelli che ha difficoltà ad andare d’accordo persino coi pesci meno grossi del Museo Oceanografico, principale attrazione turistica della città.
E così, tra avventure alla Sex and the City e ispirazioni in stile “Shopa-holic”, dove non mancano di certo le gag divertenti e persino gli scontri con agguerrite nemiche, Sylvie e il suo amato bimbo Luchino ci portano per mano in una Montecarlo da sogno, la cui vita è apparentemente fatta di feste fiabesche, boutique principesche e… tanto fumo negli occhi, con poco arrosto di sincerità per chi volesse spiccare il volo verso altre mete.
Uno sguardo sagace, ironico e divertente sulle diversità sociali e gli scontri culturali della modernità, anche se si tratta di relazionarsi con i vicini di casa di sempre, quando a dividere è una fitta catena alpina a volte invalicabile, come quella dei pregiudizi.
Con uno sguardo divertito e arguto, Sylvie ci ricorda che le sfide della donna di oggi non finiscono mai. Come quella di conciliare maternità e modernità, senso di inadeguatezza dell’essere mamma e voli pindarici che ci riportano a ritornare le ragazze di una volta, che ballano Zumba, seguono i corsi di pole dance e sognano di incontrare prima o poi il Vasco Rossi dei loro sogni. Pur vivendo a Montecarlo.

  • COLLANA: Narrativa
  • GENERE: Chicklit, Contemporaneo
  • PREZZO: € 3,99
  • PREZZO Cartaceo: € 11,60
  • PAGINE: 257
  • ANNO: 2019, 16 Dicembre

Il problema ora è che quel biglietto dovete davvero prenderlo. Un viaggio a Montecarlo è quello che ci vuole. Non perché ci siano dubbi, credo ciecamente a Sylvie, anche perché con quella parlantina… davvero una lingua taglia e cuci. Allora vi chiederete: come è potuto succedere che proprio lei abbia avuto problemi a relazionarsi?

“Lo sanno tutti infatti che qui, nella città dei glitter, le amiche si contano su una mano.”

Le paroline magiche: la città dei glitter, dell’apparenza, della finzione… purché si dia la falsa immagine di essere “fashion”. Puoi anche fingere un’etnia diversa, di avere settemila euro in contanti in tasca, l’importante è lasciar credere… di appartenere al favoloso mondo del glamour!

“… Ora, visto che, si sa, i bambini emulano le mamme nelle loro attività quotidiane, e poiché due più due fa quattro, per la proprietà transitiva elevata al quadrato della sfiga, hanno inappellabilmente dedotto che io fossi la classica mamma del nostro migliore cinema anni cinquanta… Una neo Magnani in Roma città aperta. La Loren ne La Ciociara. La Mangano in Riso amaro.”

Non è impossibile per la lingua sciolta di Sylvie, fare i collegamenti più improbabili, riuscendo nel presupposto. Tutto il romanzo è fatto di scene esilaranti, collegate tra loro con un cambio argomento ad ogni capitolo completato da… due chicche: le vignette che accompagnano e anticipano “l’argomento trattato” e la chiusura con una lettera, a volte assurda o riflessiva, esasperante e divertente, a seconda delle esigenze della strampalata protagonista. Che poi realmente non lo è. Lei prova a spiegare, con simpatia ma soprattutto con ironia, quanto è difficile integrarsi in un mondo fatto di pregiudizi. Sei italiano e tuo figlio lo educhi sicuramente in maniera sbagliata. Avrà modi più affettati se del nord e se del sud sicuramente caciarone. Sylvie però non fa altro che esaltare ogni zona del Bel Paese, parlando anche della Sicilia, tirando in mezzo persone di spicco come il tanto rimpianto Camilleri e il più riuscito dei suoi personaggi: Montalbano. Allora modi di dire di più parti di Italia a profusione, che divertono e certe volte mettono nostalgia, ricordando un determinato evento…

E Luchino, in tutta questa storia, ha la sua parte di merito, con rapporti complici tra madre e figlio, per lo più inconsapevoli.

Non solo frasi fatte, rubate a proverbi, ma anche citazioni storiche, culturali, filmiche e musicali. Un’ampia cultura dimostrata dall’autrice, ove sa muoversi e ancor di più è abile a giocarci.

In tutto ciò è facile trovarne anche la morale: il punto di incontro, di interesse. Impossibile che ciò ché è glitter/moda/fashion per gli altri non possa esserlo per noi, che se non abbiamo qualche migliaia di euro per un vestito… Sylvie è pronta a dimostrarvelo, facendovi conoscere tutte le sue nuove amiche (e le armi segrete 😉 ). Ora, quel punto in comune, tocca a voi scoprirlo!

Un pensiero riguardo “Recensione: “I LOVE MAMMY IN MONTECARLO: Come sopravvivere a una vita glitter” di Silvia Alonso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close