Recensione: “IMPREVISTI DI NATALE” di Federica Cabras

Seconda novella in lettura per il blog, raccolta in “Strenna di Natale” di Literary Romance. A libro aperto è felicissima di parlarvi di “Imprevisti di Natale” di Federica Cabras, con gli occhi a cuoricino. Vorrei precisare che nel cartaceo, è la prima in cui vi “imbatterete”. Innamorarvi di Bianca e Nives non sarà per niente impossibile… e i loro imprevisti, vi gonfieranno il cuore.

Sinossi

Nives Neri odia tre cose: chi parla troppo, l’idea di impegnarsi con un uomo e il Natale.
Quando la sorella, la perfetta Rebecca, la chiama per chiederle un favore, lei preferirebbe fingersi morta. Ma non potendo esimersi (in gioco il precario equilibrio di famiglia) accetta. Terrà la nipotina di otto anni e mezzo fino al giorno della Vigilia di Natale. Tuttavia, è chiara fin da subito: lungi da lei festeggiare o addobbare casa. Come non detto. Con una bimba per casa come si fa a non restare incantati di fronte alla magia che ammanta ogni cosa? Come si fa a non credere ai miracoli? Perché, complice una giornata a fare shopping compulsivo per negozi, Nives ritrova un vecchio compagno di scuola e quello che accade subito dopo ha proprio del miracoloso…

  • Titolo: Imprevisti di Natale
  • Autore: Federica Cabras
  • Editore: Literary Romance
  • Data Pubblicazione: 24 novembre 2019
  • Prezzo: 1,99

Nives, bianca come la neve”

Già, bianca come la neve, ma il suo animo diventa più nero del solito all’avvicinarsi del Natale. Se tutti sono più buoni in questo periodo dell’anno, lei si ritrae ancora più a riccio, tanto ché le sue ferie sono quasi un sollievo e un premio – più di una tredicesima – per i colleghi e il datore di lavoro, Edoardo – che vengono esentati dalla sua irritante presenza.

Ferie, come ogni anno, trascorse in una casa spoglia e un letto scaldato il tempo di un “amplesso”. Nives ha pochi dogmi da rispettare, ma cerca di farlo bene: non innamorarsi perché non ne vale la pena; limitarsi ad ascoltare (poco), tanto quanto sono i suoi discorsi – brevi, coincisi e poco assordanti -; tenersi lontana da tutto ciò che si avvicini al Natale.

Imprevisto n. 1: la telefonata.

Imprevisto n. 2: l’interlocutrice è Alice. Sorella odiosa e per fortuna lontana due ore di macchina da lei.

Imprevisto n. 3: gestire una bambina in assenza dei genitori, e non saperlo fare.

Imprevisto n. 4: trattasi di nipote/bambina, dolce e fisicamente fotocopia della zia, con una visione del Natale opposta alla sorella della mamma.

Ricerca delle soluzioni, prima che… arrivino altri imprevisti.

Bianca, così si chiama la piccola – che non si può definire peste, ma al contrario – saggia per i suoi soli otto anni e mezzo. Amabile in tutto, non le si può negare qualche concessione, seppur la zia continua a rimanere scettica. Shopping e incontri, o forse più scontri, che si rivelano essere… Imprevisti n. 5, 6…

Lo guardo allontanarsi. Ha un fisico asciutto e ben proporzionato, una zazzera di capelli scuri e mossi che incorniciano il viso, le mani grandi e infilate nelle tasche dei jeans, e un passo veloce.”

Poi quella sensazione che le viene confermata…

tu per me lo conoscevi. E lui conosceva te. Ti ha guardata come se vedesse un fantasma.”

Un vecchio amore che l’ha bruciata e non riesce a dimenticare? No, non avrebbe tanti dubbi su l’identità dello sconosciuto… ma quel paio di occhi non le sono del tutto estranei, mentre Raffaele ha ricordato immediatamente, attendendo il momento giusto.

“Il miracolo credo sia arrivato, alla fine.”

Parlavamo di dogmi? Regole o principi? … che sembrano sciogliersi come neve al sole, mentre in un altra città un manto bianco le sta facendo un favore… fino a quando, un bussare alla porta, riconduce alla realtà e alla vecchia vita buia e senza il Natale!

Può l’ingenuità e l’innocenza di una bambina, frantumare ogni certezza, gelosamente custodita e protetta per tanti anni? Vi confermo di sì, asserendo che la penna di Federica Cabras ha compiuto delle magie inimmaginabili. Ironica, briosa, profonda e incline alla perfezione… con le poche battute di una novella è riuscita ad arrivare al cuore dei lettori prendendo per mano una bambina, la zia, una mamma, l’amico del cuore, un uomo meraviglioso, un’altra piccola peste, che a bordo di un trenino con un sottofondo musicale… ci condotti verso un epilogo meraviglioso.

Sapete, non ha dimenticato illusioni, senso di smarrimento, delusioni, fraintendimenti e false convinzioni. Ha lasciato che Nives si accorgesse che quella mancanza di dialogo – che ha sempre rifuggito con chiunque – forse è stata la causa o chissà, il vero miracolo di Natale. Perché altrimenti tutto ciò non sarebbe accaduto…

Imprevisti e miracoli, narrati attraverso la voce della protagonista, che ci ha aperto il suo cuore, dandoci di lei una visione chiara e reale. Nives è riuscita a convincerci, che non è mai tardi per chiarirsi, perdonare e soprattutto perdonarsi… per essere stati “anche” troppo superficiali. Ci ha fatto capire che spesso le soluzioni sono facili da trovare, palesi anche agli occhi di un bambino. Ma le risposte si trovano quando oltre agli occhi, si riesce ad aprire il cuore. Nives ce l’ha fatta… Io non so se riuscirò a non saper più nulla di loro, mi piacerebbe piuttosto conoscere cosa ne sarà di Pietro! Chissà che non arrivi anche per me un regalo sotto l’albero… per i prossimi mesi!

Grazie a Federica Cabras non solo per questo splendido racconto Natalizio!

Le altre novelle le trovate qui, cliccateci sopra…

Un pensiero riguardo “Recensione: “IMPREVISTI DI NATALE” di Federica Cabras

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close