Cara Autrice ti scrivo… NICOLE TESO

Se avessi preso un blocco o un registratore e fossi andata a casa sua, avrei avuto la stessa emozione… identica ogni volta che parlo e penso a lei, e non è una bugia! Volete sapere di chi parlo? Abbassate gli occhi…

Un onore e un piacere immenso, accogliere qui A libro aperto, Nicole Teso. Probabilmente non sapete che ho incontrato Nicole la prima volta al Rare 2018. Un pomeriggio trascorso insieme, e tra una chiacchiera e l’altra si parlava di una nuova “Casa” per il suo romanzo. Ma sentiamo dalla diretta interessata qualcosa di più…

Benvenuta Nicole. Anche se le presentazioni non sono necessarie 😉 , “Dimmi chi sei” nella vita di tutti i giorni…

Ciao, cara Maika e grazie della tua ospitalità. ♥

Nella vita di tutti i giorni, mi piace definirmi una ragazza semplice. Ho ventitré anni e ho una passione viscerale per la lettura. Passione che si è poi trasformata in un lavoro, quando ho iniziato a scrivere le mie storie.

Quotidianamente, lavoro in un negozio di calzature. Di notte, invece, mi dedico alla scrittura. Ho sempre l’impressione di vivere due vite parallele che, ogni tanto, si incrociano! 😛

Per scrivere è necessario, e quasi imprescindibile leggere tantissimo. Sei d’accordo? Quando e come ti sei accorta che i tuoi pensieri richiedevano di essere messi su carta?

Pienamente d’accordo. Ho cominciato a leggere da piccolissima. Fumetti, perlopiù. Poi, sono passata ai fantasy.

La passione per la scrittura ha sempre fatto parte di me. A otto anni scrivevo poesie da dedicare alla mia mamma. A dodici, mi sono cimentata con un fantasy che trattava il tema dei mutaforma. (Non l’ho mai finito, in realtà!).

Le cose si sono fatte più serie tre anni fa, quando cominciai a scrivere “Loving the demon”.

Loving the Damon e Loving the Angel, hanno segnato l’inizio. Avresti mai immaginato diarrivare fin qui, neanche tre anni fa?

No, non l’avrei mai creduto possibile. Ricordo ancora quella sera. Ero seduta al bar con il mio fidanzato e una mia cara amica. La storia di Jake e Brittany aveva preso forma nella mia testa già da un po’ di tempo, ma avevo paura di metterla su carta. Ero convinta che non mi avrebbe mai letta nessuno, che ci sarei rimasta talmente male da non avere più il coraggio di scrivere una singola parola.

Loro, però, mi hanno incitata a provarci e mi sono lasciata convincere. Per fortuna, ho seguito i consigli di due persone che mi vogliono bene.

Innamorata persa di Adam, da allora sono rimasta ancorata alla tua penna, che continua a stupire, passando con grande maestria da uno scenario all’altro. Una lunga premessa per chiederti: da dove nasce l’ispirazione?

A volte, è una canzone a far scattare qualcosa. La storia di Mercy e Adam ne: “il mio meraviglioso imprevisto” l’ho sognata, per esempio.

Credo che ogni storia viva nella mente di un autore. È necessario solo un meccanismo scatenante che la faccia uscire.

Cosa ti spaventa di più, che la pagina rimanga bianca (blocco dello scrittore) o il giudizio dei lettori?

Sono una persona molto ansiosa. Ecco perché mi sento di rispondere la seconda opzione. Ci tengo tantissimo al parere dei miei lettori, tanto da passare notti insonni a ridosso della pubblicazione di un nuovo libro.

… E per quanto riguarda i blog? Li reputi necessari, o se ne può fare a meno visto che ci sono i social?

Nel mio caso, il lavoro dei blogger è stato fondamentale. Alcune blogger hanno creduto in me e mi hanno dato fiducia ancor prima che tutto questo diventasse reale. Non smetterò mai di ringraziare i blogger per tutto l’amore e la passione che dedicano alle storie di noi autori.

Il salto. Da Self-Publishing a CE. E non per fare una sviolinata, stiamo parlando di Newton Compton, che ha una copertura totale su tutto il territorio Italiano, per quanto riguarda le librerie. Ti va di raccontarci aneddoti e/o sensazioni. In special modo quando hai visto la prima copia su uno scaffale…

Quando ho inviato il libro alla casa editrice, non avevo grandi aspettative. In cuor mio, ero convinta che non sarei mai riuscita ad arrivare a un traguardo così importante.
Il pomeriggio in cui ho ricevuto la mail da parte della direzione della casa editrice, ero al lavoro. Ho preso in mano il cellulare per caso, convinta che la mail ricevuta fosse l’ennesimo messaggio pubblicitario fastidioso.

Invece, no. Mi si sono riempiti gli occhi di lacrime. Davvero, per un attimo, il mio campo visivo si è tinto di bianco. Due minuti dopo, avevo chiamato mia mamma, mio papà, il mio fidanzato… tutte le persone a me care.

È stato uno dei momenti più belli della mia vita. Non sto scherzando. È sempre stato il mio più grande sogno nel cassetto.

Un anno dopo, ho visto la prima copia su uno scaffale di una libreria e una ragazza che lo stava acquistando proprio il giorno dell’uscita. Mi sono avvicinata super imbarazzata e le ho detto che ero io la scrittrice. Infine, me ne sono andata e quando sono salita in macchina ero così emozionata, incredula, felice, orgogliosa e fiera di me, da essermi messa a piangere sul volante.

P.S. Ho fatto proprio una figura pietosa con quella lettrice! 😀

Quanto si cresce, tra una pubblicazione all’altra? Per esempio, attraverso la collaborazione con l’editor…

Moltissimo. Quando paragono il mio romanzo d’esordio “Loving the demon” alle mie recenti pubblicazioni, mi sembra che l’abbia scritto un’altra persona, anche se sono passati solo tre anni.

Eppure, in questo poco tempo, mi sembra di aver imparato tantissime cose che prima davo per scontate. La figura dell’editor mette in luce i tuoi punti di forza e i tuoi punti deboli e ti aiuta a massimizzare i primi e a migliorare i secondi.

Avevo già in mente questa domanda – che spesso mi capita di porre agli ospiti – e come si dice, “capita a fagiolo”. “Il mio meraviglioso imprevisto” avrà presto una versione audio. Cosa pensi ti questo nuovo strumento di lettura?

Sì, entro fine anno uscirà l’audio-libro de: “il mio meraviglioso imprevisto”.
Penso che sia uno strumento grandioso che darà la possibilità anche alle persone non vedenti di conoscere la storia di Mercy e Adam. ♥

Tuttavia, devo essere sincera: so già che mi verrà da ridere nel sentire la voce dei miei protagonisti, magari nei momenti più intimi. È inevitabile!

Non possiamo non spendere qualche parola per “Dove inizia la tempesta”. Un terreno impervio la Russia, e se c’è di mezzo la mafia… Quanto studio c’è dietro la creazione di due personaggi, inseriti in un contesto che è possibile immaginare solo attraverso un film o su carta?

Clicca sulla foto per visualizzare la recensione sul blog

Ho lavorato un anno a questo romanzo. È stato quello che mi ha assorbita di più, parlando dell’ambientazione e della caratterizzazione dei personaggi. Ho dovuto imparare alcune parole in russo, informarmi sugli usi e sui costumi, sulle tradizioni. Però, mi sono divertita tantissimo. Katrina è la protagonista femminile che mi rispecchia di più. Volevo raccontare la storia di una donna forte, audace, coraggiosa… Ecco, com’è nata l’idea di renderla la figlia di un narcotrafficante.

In negozio, mi capita spesso di lavorare con i turisti russi. Li ho studiati talmente tanto che ormai li capisco quando parlano! 😀

… E spero che vorrai tranquillizzare tutti i lettori dicendoci almeno che tra poco arriverà il secondo tempo per Katrina e Malik. Dobbiamo aspettarci anche un terzo volume?

No, saranno solo due romanzi. E il secondo è in fase di stesura. Arriverà prestissimo. ♥

Pensi di aver esaudito tutti i sogni, o il tuo cassetto ne riserva ancora qualcuno?

Il mio cassetto è come l’armadio che conduceva a Narnia. (Chi ha letto i libri, capirà cosa intendo!). Perciò, direi che ho ancora molta strada da fare per esaudire tutti i miei desideri. ♥

Un consiglio, un motto o semplicemente un saluto.

Vorrei dire solo una cosa, in realtà. Credete sempre in voi stessi e vedrete che arriverete lontano. ♥

Grazie Maika per la tua disponibilità. Sei sempre stata una persona dolcissima. ♥

Grazie di vero cuore a Nicole Teso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close