Lancio un libro: “L’AMORE NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE” di Denise Aronica

Giovanissima, spigliata e indiscutibilmente “talentuosa”. E’ con noi di A libro aperto per convincerci che “L’amore nuoce gravemente alla salute”. Grazie anche alla More Stories se Denise Aronica ha lanciato con noi il suo romanzo. Ma andiamo a conoscerla meglio.

“Lancio un libro cambia veste. Lo scopo resta lo stesso, far conoscere una nuova lettura, nel giorno di pubblicazione o in prossimità. L’autrice/ore risponde – con un video registrato – alle domande degli iscritti al Gruppo di A libro aperto.”

Nelle domande, volutamente, non è stato inserito il nome di chi le ha “postate”. Se volete scoprirlo, guardate il video di Denise!!!

Ciao lettori! Esce il 28 febbraio per More Stories il mio romanzo, L’amore nuoce gravemente alla salute. Si tratta di un romance dai toni molto ironici allegri e io sono qui per rispondere alle vostre curiosità a riguardo!

Le ho divise per argomento, in modo da cercare di dare un senso logico al discorso e per cercare di non far durare questo video tre ore…

Prima di iniziare ci tengo a ringraziare tantissimo Maika per avermi concesso questo spazio e per lo splendido lavoro che fa insieme alle sue “monelle”!

Detto questo… iniziamo 🙂

Domande sulla scrittura

Cosa è per te la scrittura?

Per me la scrittura è evasione ed è anche il mezzo migliore che conosca per esorcizzare tutti i miei demoni e conflitti interiori! Scrivere mi fa sentire bene e mi permette di sfogarmi come poche altre cose al mondo!

Qual è la cosa che ami di più del mondo della scrittura?

Il mondo della scrittura è una giungla, lo sa bene chi scrive… diciamo pure che si può parlare di amore e odio! Ma, volendo essere positivi, di questo mondo comunque amo quell’atmosfera di complicità e condivisione che a volte si riesce a creare tra autrici! È davvero impagabile e grazie alla scrittura ho conosciuto un sacco di persone diventate per me carissime.

Qual è un pregio e un difetto della tua scrittura?

Un pregio: sicuramente è scorrevole e concisa, ma non per questo – mi auguro – troppo leggera. Un difetto: di sicuro pecco un po’ nelle descrizioni dettagliate, ma cerco sempre di migliorare.

Ascolti musica quando scrivi?

No, non riuscirei a concentrami ascoltando musica. Più silenzio c’è, più sono contenta… e se sono da sola in casa è anche meglio. Però capita a volte che mi lasci influenzare dalla musica e dalle atmosfere di alcune canzoni.

Sei una scrittrice istintiva o metodica? Fai una scaletta prima della stesura o segui solo l’istinto?

Rispondo a entrambe dicendo che di solito parto con una scaletta. Ho provato in passato ad andare solo di istinto e mi sono ritrovata a doverla creare in un secondo momento. C’è da dire però che non la seguo mai troppo rigidamente, spesso divago o cambio delle cose in corso d’opera, lasciandomi un po’ trasportare dalla storia! Diciamo che per me è importante avere una traccia quando inizio, ma niente di più.

Quanto riesci a dedicare alla scrittura? Come ti sei sentita la prima volta che hai fatto leggere il tuo romanzo a qualcuno che non fossi tu? Paure… remore?

“Purtroppo” sono una di quelle persone che riesce a scrivere soltanto se è del giusto umore. Non riesco a forzarmi e sono anche convinta sia controproducente. Dunque, se capita il periodo che sono ispirata, riesco anche a scrivere diverse ore la settimana. Capitano poi i periodi in cui non scrivo quasi nulla.

La prima volta che ho fatto leggere un mio romanzo a qualcuno ero avevo sicuramente paura e allo stesso tempo ero emozionatissima di avere un riscontro sincero!

Che cosa provi quando metti la parola fine alle tue storie e devi lasciarle andare?

Quando metto la parola fine mi sento come se fossi riuscita a chiudere un cerchio, soddisfatta e appagata! Quando invece devo lasciare andare… un po’ di ansia c’è sempre, soprattutto perché spesso ho paura di non riuscire a far passare il messaggio che voglio trasmettere.

Come è iniziata la tua avventura letteraria?

Abbozzo storie da quando andavo alle scuole medie e se c’era una cosa di cui ero convinta anche il giorno in cui ho dato l’esame di maturità, era che avrei scritto dei libri! Così ho iniziato… e una volta finito il mio primo romanzo mi sono fiondata alla ricerca di un agente o un editore. Il genere però era troppo di nicchia… c’era un piccolo editore che aveva avanzato un’offerta, ma si trattava di uno specchietto per le allodole, dunque alla fine ho deciso di pubblicare in self… e via andare!

Cosa hai provato quanto hai visto il tuo primo libro pubblicato?

È stato davvero emozionante! Mi sentivo la persona più contenta e soddisfatta del mondo. Una cosa davvero difficile da descrivere.

Tutti e tre i tuoi romanzi sono stati pubblicati con un editore. Hai mai fatto un’esperienza come self? I tuoi libri precedenti sono stati pubblicati con un altro editore: cosa ti ha fatto cambiare? Il tuo rapporto con le recensioni: come stimoli i tuoi lettori a lasciarle?

Sì, come dicevo prima, il primo romanzo l’ho pubblicato in self. Anche con il secondo sono andata di self, per poi cedere i diritti a un editore. Dopo ho deciso di reimpossessarmene perché la casa editrice stava prendendo scelte editoriali che non condividevo e dunque ho preferito andare per la mia strada. Ho pubblicato poi “L’amore nuoce gravemente alla salute” in versione self in ottobre e ho firmato con la More Stories già in novembre! Spero che andrà bene questa nuova avventura.

Per quanto riguarda le recensioni, sono sempre le benvenute! Io cerco di invitare ai lettori a lasciare sempre un pensiero, sia che sia positivo, sia che sia negativo… ma il segreto per invogliarli davvero non l’ho ancora scoperto!

Hai già qualche altro libro da scrivere, in testa?

Certo, le idee non mancano mai! Ora come ora sto lavorando al secondo romanzo di un’altra serie romance.

Domande sul romanzo

Adesso leggo una serie di domande proprio sul romanzo su cui darò una risposta unica che le soddisfa tutte!

Come hai creato il titolo di questo libro? Dove hai trovato l’ispirazione per questo libro? Com’è nata l’idea di scrivere questo romanzo? Raccontami da dove nasce la tua passione e da dove hai tratto ispirazione per questo libro. I tuoi libri sono pura fantasia, o c’è qualcosa di vissuto veramente?

In primis, la mia passione per la scrittura nasce dalla mia passione per le letture e per le storie di per sé. Sono stata educata alla lettura fin da piccola ed è una cosa che mi ha sempre seguito nella vita.

Parlando di come è nato questo romanzo e di come ho scelto il titolo. È partito tutto da un episodio che mi è capitato in prima superiore. C’era infatti un ragazzo più grande che mi piaceva molto… lui però all’inizio sembrava interessato, dopo non più… al che un giorno mi sono messa a ritagliare da vari pacchetti delle sigarette gli avvisi sulla salute e ho sostituito il soggetto con il nome del ragazzo. Dunque… Marco uccide, Marco nuoce gravemente alla salute… eccetera! Da qui è nato il titolo del romanzo e da qui ho deciso di cucirci una storia sopra.

Dunque si può senz’altro dire che alcune cose che ci sono nei miei libri, fanno parte del mio vissuto!

Cosa troverò in questo romanzo e cosa invece non troverò?

Troverai senz’altro veridicità, tanta ironia e tante risate! Non troverai drammi esagerati!

Assodato che L’amore nuoce gravemente alla salute… nel libro ci troviamo una cura?

Assolutamente sì! Il titolo è soltanto una parafrasi ironica, ma leggendo il lettore imparerà assieme alla protagonista che non è proprio l’amore di per sé a nuocere alla salute…

Quale canzone associ a questo tuo romanzo?

Difficile! Forse One way or another di Blondie! Ha la giusta grinta e la trovo molto azzeccata.

La cover è davvero molto bella, l’hai realizzata tu stessa?

Grazie, sono felice che ti piaccia! No, la cover l’ha realizzata l’editore 🙂 io ho solo collaborato con qualche suggerimento!

Domande sui personaggi

C’è qualcosa di te in qualche tuo personaggio?

Sì, nei miei personaggi c’è sempre molto di me, soprattutto nelle mie protagonista che, in un modo o nell’altro, calcano sempre un lato del mio carattere.

Il personaggio che ti è rimasto nel cuore dopo averlo creato, più degli altri?

Molto difficile rispondere. Forse Olivia, la protagonista di Fino a perdermi nel tuo abbraccio.

Qual è stato il personaggio più facile da creare, perché? E invece quello più difficile e perché

Il più semplice? Gaia, la protagonista de “L’amore nuoce gravemente alla salute”! La sua allegria e ironia mi hanno contagiata fin da subito e si è praticamente scritta da sola. Il più difficile, senz’altro Gabriele, perché è un personaggio piuttosto controverso e mi ha dato parecchio filo da torcere.

Domande personali

Sono in accordo con il tuo titolo, sono curiosa. Che genere preferisci leggere?

Mi piace leggere un po’ di tutto, per lo più però ora come ora prediligo la narrativa contemporanea! Mi piacciono quelle storie che parlano della vita di tutti i giorni, anche se ogni tanto apprezzo un bel fantasy o un thriller.

Denise se potessi fotografare un momento felice della tua vita cosa rappresenterebbe la foto?

La prima cosa che mi viene in mente è quando, dopo esserci trasferiti ad abitare insieme solo da un paio di settimane, io e il mio ragazzo abbiamo portato a casa il nostro cucciolo. Non avevamo in programma di prenderlo tanto presto, è stato inaspettato… ma ci ha davvero riempito di gioia!

Che rapporto hai tu con l’amore?

Dipende dal tipo di amore di cui si parla. Con l’amore di coppia ho un rapporto molto sano ed equilibrato, sono fidanzata da una vita! Invece se parliamo di amore familiare è tutta un’altra storia, potrei comunque in linea di massima citare Stephen King, che non fa mai male: L’amore ha i denti; i denti mordono; i morsi non guariscono mai.

Oltre alla scrittura, hai altre passioni?

Certo. In primis, la lettura! Adoro poi sia le serie TV che i giochi da tavolo e anche i giochi online… insomma sono un incrocio tra un nerd e una pantofolaia!

Grazie di cuore a Denise Aronica per averci spiegato che “L’amore nuoce gravemente alla salute” 😉 e per aver lanciato il suo romanzo con noi di A libro aperto. Vi invito ad ascoltare l’intervista… anche per ricercare la vostra risposta! Buona visione!

Il libro lanciato è:

L'amore nuoce gravemente alla salute di [Aronica, Denise]

Sinossi

Gaia, ventisei anni, un monolocale sottosopra, il sorriso contagioso e la risposta sempre pronta.
È convinta che la sfortuna sia una questione di punti di vista, poco importa che il suo fidanzato storico l’abbia lasciata o che i colloqui di lavoro siano sempre un buco nell’acqua.
Tra un corso di aggiornamento e l’altro, passa i suoi fine settimana facendo la barista in un pub nel cuore di Firenze e per arrotondare si dedica alla più insolita delle attività: il riordino degli spazi altrui.
Nonostante la sua vita non stia andando proprio come aveva progettato, Gaia è convinta di potercela fare e piangersi addosso è la cosa che le piace meno al mondo, ma quando i suoi vecchi compagni di liceo la invitano a cena per una rimpatriata, sente il bisogno di correre ai ripari.
Per una sera soltanto reciterà la parte della Dottoressa Gaia Borlotti, laureata con lode e assistente personale del dirigente di un’azienda fiorentina di spicco.
Jacopo Casadei, il ragazzo bello e impossibile che un tempo era il più ambito della classe e dell’intera scuola, invece, non ha nessun bisogno di fingere.
Grazie alla prestigiosa laurea ottenuta alla Bocconi, ricopre una posizione davvero invidiabile, abita in centro e guida un’auto sportiva.
Dopo un incontro molto ravvicinato quasi finito in tragedia, sarà proprio Jacopo che Gaia si troverà di fronte, pronto a esaminarla nel giorno del colloquio più importante della sua vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close