Review Party: “INTO DEEP” di Cristina Origone

Vi lascio un assaggio della mia recensione di “Into deep” di Cristina Origone per Dri Editore. Un romanzo che vi lascerà con il fiato sospeso e un finale da sogno!

“Cristina Origone, grazie alla sua proprietà di linguaggio e un’attenta ricerca, unisce informazioni e personaggi, in uno scenario che conosce a menadito e vi crea una storia piena di suspense, tensione (anche erotica, ma non volgare!) e amore. Elementi che non possono lasciare insoddisfatti i lettori. Un connubio di intenti che risultano assolutamente vincenti!”

Sinossi

Saint-Tropez, 2018
 
Cosa faresti se fossi inseguito dai pericolosi demoni del passato?
Tommaso, single incallito, è un uomo affascinante con una vita costellata di alti e bassi, in perenne lotta con i suoi fantasmi.
Luce è una donna all’apparenza sicura di sé, diretta e implacabile, e lavora come comandate sugli yatch di lusso.
Il loro è uno scontro burrascoso, che ben presto si trasforma in un incontro di anime in perfetta sintonia.
Luce, tuttavia, è sfuggente e nasconde un segreto che Tommaso è intenzionato a scoprire.
Qualcuno vuole qualcosa da lei.
Qualcuno che non si fermerà davanti a niente per raggiungere il suo obiettivo.
Cosa è realmente accaduto a Luce un anno prima?
Il passato e il presente collidono e, mentre combattono per far emergere la verità, Luce e Tommaso vivono una passione sconvolgente.

Titolo: Into Deep
Autore: Cristina Origone
Editore: Dri Editore
Genere: Suspense
Collana: Romantic Suspense
Pagine: 222
Data di uscita: 9 marzo 2020
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 15,99 € circa

Copia digitale gentilmente offerta dalla CE

“Coordinare ottanta uomini in mare non è una passeggiata, ma è il lavoro che mi sono scelta e non lo cambierei per nulla al mondo. (…) Tenente di Vascello, la seconda donna nella storia della Marina Militare ad avercela fatta.”

Sangue freddo, determinazione e coraggio, caratteristiche che non possono mancare nel suo lavoro. Impeccabile e ineccepibile, è Luce al comando. Ma qualcosa è andato storto o forse qualcuno ha fatto prendere una rotta diversa alla vita che aveva scelto. E i sogni si infrangono, sepolti in fondo a quel mare che ama, ma che ha qualcosa da nasconderle.

“Luce Castelli ha salvato cento cinquantuno uomini in mare. Dopo numerosi altri salvataggi compiuti come comandante dell’Aquaria, non si spiega perché sia stata rimossa dal suo incarico. Che cosa è realmente successo la notte del 10 agosto su quella nave?”

In una notte in cui solitamente si attendono i frutti dei desideri espressi, a Luce è stato regalato un incubo che la catapulta sulla terra ferma. A Saint Tropez ritrova gli affetti e un nuovo lavoro che non riuscirà mai a farla sentire utile e appagata, anche se circondata dal suo amato mare. Un mistero a cui si è arresa, annichilita dalle vessazioni di un uomo.

Avvolto da una sorta di mistero e insoddisfazione – che affoga in un liquido che non è proprio limpido come il mare – Tommaso dopo aver incontrato gli occhi tormentati di Luce, ha una sola certezza: conquistarla. L’auspicio non è dei più romantici, ma poco importa se conduce a soddisfazione ed evasione. Ma quel primo incontro aggiungerà solo altre inquietudini in entrambi, trasformandosi in un unico battito di cuore. Una strabiliante complicità li unisce… fin quando non scoprono di avere in comune molto altro. Una “conoscenza” davvero speciale rischia di dividerli per sempre o unirli in un unico intento.

Un mistero da risolvere, capace di depennare un anno fatto di ingiustizie, insoddisfazioni e paure.

Se l’unione fa la forza e l’amore è capace di spaccare le montagne… tutto ciò, insieme, rischia davvero di donare a Tommaso e Luce la felicità.

Ogni volta che Dri Editore si “inventa” una nuova collana, fremo come una bimba davanti ad un regalo da scartare, per la curiosità. Se sulla carta regalo c’è scritto Cristina Origone, sai già che ti aspetta un dono di serie A.

Into Deep. La sinossi anticipa demoni e fantasmi, e il lettore si trasforma in una sorta di esorcista-ghostbusters per afferrarli uno ad uno fino ad assorbirli per piangere, vibrare… gioire. L’autrice merita da subito un encomio. Basta quel primo trafiletto per provare una profonda stima e ammirazione per Luce, tant’è che sembra quasi di viverla… o sognare di essere come lei. Carattere forte, capace di nascondere la tenerezza nei confronti di un paio di occhi innocenti e spaventati, che arrancano per sopravvivere. Astuta e abile stratega quando necessita prendere una decisione in tempo zero. Tommaso è quello più fragile, si nasconde dietro un “vetro” e affoga in corpi troppo occasionali. Nel tempo ha collezionato delusioni che ha raccolto cercando di farne un’arma con cui difendersi. Quando si incontrano, entrambi fluttuano in uno stato di inadeguatezza e insoddisfazione. Da soli hanno toccato il fondo e insieme sono tornati a galla, come una collaudata coppia di sub!

Cristina Origone, grazie alla sua proprietà di linguaggio e un’attenta ricerca, unisce informazioni e personaggi, in uno scenario che conosce a menadito e vi crea una storia piena di suspense, tensione (anche erotica, ma non volgare!) e amore. Elementi che non possono lasciare insoddisfatti i lettori. Un connubio di intenti che risultano assolutamente vincenti!

Un romanzo che fa riflettere su quanti frangenti il sesso debole non viene rispettato. Letto l’otto marzo, ha assunto ancor più importanza. Luce è vittima di soprusi in ambito lavorativo solo perché la donna non può sovrastare – per potere – l’uomo! Alla violenza fisica si assomma quella psicologica, ancor più grave e indelebile. La protagonista è proprio l’eroina moderna, capace di farsi giustizia. E’ vero, non tutte donne hanno un lieto fine come in un romanzo… ma la lettura serve soprattutto a questo: evadere, immaginando davvero un mondo migliore!

Non perdete mai la speranza, ma soprattutto non abbiate paura, non esistono conseguenze ad un atto giusto: difendetevi, denunciate.

Un grazie di ❤ a Cristina Origone, anche per quella frase in più <3.

In attesa dell’articolo #lanciounlibro per il blog, vi lascio l’intervista degli iscritti al Gruppo Facebook di A libro aperto a Cristina Origone, che attraverso le risposte si racconta ma soprattutto parla di Into Deep.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close