Recensione: “NOI NON SIAMO SABBIA” di Tiziana Lia

“Scrittura fruibile e ricercata, delicata ma che sa essere sensuale al punto giusto. Drammaticamente vera, che non racconta favole… ma che non dimentica il lieto fine.”

Un giudizio che continua a crescere nei confronti di Tiziana Lia, che non smettere di sorprendere anche con questo Young Adult. Noi non siamo sabbia è il suo ultimo capolavoro!

Sinossi

Strappato alla propria città, Marco non desidera affatto vivere a San Polo, un luogo che gli ha già tolto molto. Nonostante la rabbia per la propria storia e la ribellione che gli alberga nell’animo, tenta di ambientarsi. Leo e Filippo, gli amici di un tempo, sono sempre lì ad attenderlo. Eppure il desiderio di scappare diventa ogni giorno più grande, complice il rapporto conflittuale che ha con suo padre. A vent’anni tutto appare semplice e quando la fuga diventa un tarlo, anche la sua relazione con la provocante Melania perde valore, né servono gli ammonimenti di Chiara, l’unica che fa vibrare le corde più nascoste del suo animo. Un amico cui fare giustizia, conflitti interiori e un passato che bussa di nuovo alla porta con le stesse ammalianti promesse: nel caos quotidiano sta a lui decidere o forse al suo cuore che palpita per quell’amore nascosto, prezioso, dolce e prepotente che lo stordisce. Ma le scelte a volte hanno conseguenze che bisogna pagare e Marco, determinato a prendere in mano il proprio futuro, lancerà il suo grido di guerriero per dimostrare a tutti quanto vale. La riconquista di un cuore tradito, però, non è sempre facile…«Solo fronteggiando il tuo rivale imparerai ad arginare i danni arrecati dai suoi colpi fino a discernere come schivarli del tutto e restarne indenne.»

  • Titolo: Noi non siamo sabbia
  • Autore: Tiziana Lia
  • Genere: Narrativa young adult
  • Tipo di romanzo: autoconclusivo
  • Editore: self publishing
  • Data pubblicazione: marzo 2020
  • Formati disponibili: ebook e cartaceo
  • Prezzo: € 2,99/€ 15
  • Pagine: 400 (cartaceo)

Copia digitale fornita dall’autrice

Marco non ha neanche vent’anni, ma porta con sé un bagaglio ingombrante di esperienze negative: la separazione dei genitori, la morte del migliore amico Elio e più situazioni ambigue. Nella corazza da duro è stipato il grande amore per una madre rimasta sola e in stato depressivo. E’ anche per ricoprire il ruolo di capofamiglia, che probabilmente Marco si è cacciato nei guai e ha rischiato di peggiorare una situazione già precaria. Tuttavia più di una necessità familiare convince la genitrice ad abdicare in favore di San Polo, lasciando alle spalle la frenesia di Roma e le tentazioni a cui il giovane figlio ogni giorno è sottoposto.

“Il rombo del motore accompagna quelli che mi appaiono gli ultimi istanti di libertà. (…) Non voglio rinchiudermi in questo paese.”

Ritrovare i vecchi amici non basta – anche se Leo in una milionesima parte riesce a “compensare” la mancanza di Elio – forse un paio di occhi azzurri e due gambe chilometriche riusciranno a distrarlo. Melania rappresenta il sogno di ogni ragazzo, soprattutto ossessione e possesso per Giacomo. Ma nel frattempo si fanno largo troppi pensieri nei riguardi di Annachiara Ferretti, così bella nella sua apparente anonimia. Non è un triangolo, i lati nascosti sono quattro. Incroci strani, di sguardi e battiti di cuore. Voglia di conquista e rivalsa verso il “nemico”, che sfocia in un accordo diabolico e poco pulito. Inganni e tradimenti.

A un castello di giochi e sogni – che cade -, un altro bello, ricco e fatato come una in una fiaba, si “ricostruisce”, rinsalda… diventando sfolgorante. Muore Marco e rinasce Piermarco Castiglia. Non uno qualunque, ma l’uomo che ha sempre desiderato di essere per la sua famiglia, per la donna destinata al suo fianco.

Piuttosto, Melania o Chiara? Come e dove riuscirà a prendere consapevolezza dei suoi sentimenti, uscendo dall’impenetrabile guscio di diffidenza? Vi confronterete con un lungo percorso – per il protagonista – impervio, e illuminante, non solo per l’amore. Una meravigliosa “metamorfosi” vi attenderà 😉

P come… Uno spoiler che non posso permettermi e che, se volete, potete usare per definirmi Pazza. Pazza per Marco, che entrerà nelle ossa di chiunque lo legga, anticipato dalla voce piena di rabbia, che sa flettersi su note più comprensive e romantiche. Conoscerete tanti lati di questo personaggio davvero sorprendente…

“Giorni fa ti ho visto camminare con tuo nonno, siete passati non troppo distanti da casa mia e mi trovavo nei paraggi. Ho sentito come parlavi, avevi per lui le stesse cure che si riservano ai bambini e di solito i ragazzi si vergognano di accompagnare i vecchi”

Se immaginate, parlando di evoluzione, un ragazzo complicato che ritrova la retta via, vi state sbagliando. Marco è più complesso, e Tiziana Lia l’ha tratteggiato nella più minuscola delle sfaccettature. Vi apparirà ogni volta diverso, in un alternarsi di energie positive e negative, fino a quando troverà l’equilibrio con la maturità. Anche certi incontri saranno fondamentali per mettere un tassello dietro l’altro per la costruzione della vita perfetta. Vittorio è uno di questi e sono certa che vi scioglierà il cuore, sembrandovi una sorta di papà. L’uno per l’altro rappresenterà il riscatto di una “vita”. Potrei sciorinare pagine intere a favore del protagonista, ma devo presentarvi le figure femminili, tutt’altro che insignificanti. In antitesi, per aspetto fisico e carattere, Melania e Chiara spiccano soprattutto per la potenza dell’amore nei confronti del giovane Castiglia. Estroversa, espansiva se non addirittura sfacciata la prima, l’antagonista è più riflessiva, posata e responsabile. Non lasciatevi influenzare da questa descrizione, perché tutto è fuorché prevedibile. Come ci ha sempre abituati, la Lia anche stavolta non ci asterrà dalle mille sorprese e dai forti colpi di scena. Tutto ciò che vi sembrerà prevedibile non lo sarà, fino alla fine, dove non solo la pioggia cadrà a gocce dal vostro viso…

San Polo, con i suoi vicoli pieni di insidie e di amore, mi ha spinto ad attivare google, studiando le distanze fino alla capitale. Mi sono trovata di fronte a meno di tremila anime disposte a nascondere segreti e a condividerne altri. Il bar di Walter svetta tra le case, animato dal vociare dei ragazzi e dalla musica di un dj. Tutto ciò visto dai miei occhi, ascoltato dalla voce di Marco e letto dal tratto dell’autrice. Ambientazione perfetta, capace di mettere in luce caratteri ed eventi. Narrazione in prima persona – pov maschile – che non ammette il minimo spoiler, ma che piuttosto aumenta il pathos. Scrittura fruibile e ricercata, delicata ma che sa essere sensuale al punto giusto. Drammaticamente vera, che non racconta favole… ma che non dimentica il lieto fine.

Un altro capolavoro per Tiziana Lia, che in “Noi non siamo sabbia” ha saputo esaltare i rapporti, mettendo in luce le problematiche dei giovani – non solo tra coetanei – ma anche nei legami familiari. Vi lascio la chicca finale…

“Oggi ho scoperto che un uomo non è forte perché non si abbandona alle lacrime; un uomo dimostra il valore ammettendo le proprie debolezze e i propri errori, è chi si rialza e con orgoglio riprende in mano la vita, colui che non si nega nell’aiutare gli altri, quello che nonostante i colpi a tradimento che può regalare l’esistenza si scrolla la polvere dagli abiti e continua la propria strada.”

Per saperne di più su Tiziana Lia… attraverso #lanciounlibro

Risultato immagini per amazon logo

Un pensiero riguardo “Recensione: “NOI NON SIAMO SABBIA” di Tiziana Lia

  1. Dirti grazie è troppo poco per le emozioni che mi hai regalato con questa recensione. Temevo l’aspettativa, felice che Marco ti sia entrato nelle ossa. ❤

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close