Recensione: “INNAMORARSI A BOMBAY” di Jenny Ashcroft

Una continua suspense, in uno scenario che muta, narrato dalla stessa voce esterna capace di inchiodarvi fino alla fine. Un viaggio sconfinato di emozioni, tra India e l’Inghilterra, dalla prima guerra mondiale… fino al mio primo anno di vita!

Innamorarsi a Bombay di Jenny Ashcroft, edito Newton Compton. Vi lascio quattro parole prima di dirvi: leggetelo!

Sinossi

Autrice del bestseller Il profumo perduto della cannella
Bombay, 1913.
 Madeline Bright ha ventidue anni e sta lasciando l’Inghilterra per raggiungere l’India coloniale, piuttosto riluttante all’idea di fare ritorno nella casa di due genitori che a malapena conosce. Madeline non può immaginare la vita che la attende a Bombay. La città, infatti, è ricca di tesori che aspettano solo di essere scoperti, ma Maddy non ha il permesso di uscire di casa. Fino al giorno in cui un ammiratore sconosciuto le fa recapitare un misterioso pacchetto… Inghilterra, 1915. Un soldato ferito al fronte viene portato in un ospedale militare in stato confusionale. Non ricorda nulla: né come sia arrivato lì né cosa gli sia successo. Eppure quando dorme sogna una vita piena di calore, luce e colori. Nei sogni appare anche una ragazza con un vestito di seta, che lo esorta a ricordare qualcosa che appartiene al suo passato…

  • Titolo: Innamorarsi a Bombay
  • Autore: Jenny Ashcroft
  • Editore: Newton Compton Editori
  • Data pubblicazione: 22 gennaio 2020
  • Pagine: 441
  • Prezzo: 2.99

Un mistero avvolge i ventidue anni di Madelaine, trascorsi perlopiù in terra inglese ospite degli zii. Una situazione fuori dal comune creatasi tra i due coniugi – quasi additati di scandalo – riportano la giovane in terra natia, in quella Bombay a lei sconosciuta. Un padre da abbracciare e una madre che si ritrae. Un rapporto da consolidare e uno da approfondire. Una donna che non ha saputo trasmetterle affetto. È possibile che non l’abbia mai desiderata? Perché è stata spedita a Oxford, ma soprattutto perché è stata abbandonata dalla genitrice?

Chi non la ignora, ma piuttosto la riempie di attenzioni, è Della. La sua amicizia è la panacea per la tristezza che l’ha travolta a Bombay, fino alla notte di Capodanno. Fuochi d’artificio che illuminano una notte magica e mette il luce un volto, sfrontato e affascinante… quanto misterioso. Una malia, un desiderio inespresso eppure tanto sognato.

Ho sentito per caso il tuo non-proposito per il 1914. È davvero buono. Non mi piace che tu abbia nostalgia di casa. Spero che questa guida ti aiuterà a goderti di più Bombay, come ha aiutato me quando vivevo qui. Si tratta di un prestito Miss Bright. Tornerò a reclamarlo… Luke Devereaux”

Questo è solo l’inizio… di un corteggiamento, di un amore corrisposto e dall’apparente lieto fine. Ma una chiamata lo porterà lontano e non gli permetterà il ritorno.

Successivamente in Inghilterra, accolto in un ospedale militare, l’ufficiale Tommy Jones sarà in continua guerra con i propri fantasmi, che gli hanno rubato tutto. Tra i ricordi riuscirà a carpire le forme sinuose della propria moglie, seppur senza volto. Ma un giorno un incontro fortuito risulterà essere la chiave di volta e il nesso…

Maddy e Jones, qual’è il legame tra queste due persone così lontane? Ma soprattutto, Luke è stato davvero relegato in fondo ad un cassetto come un vecchio ricordo?

Provo quasi paura e sto davvero dosando le parole. Temo che ognuna possa essere fuori luogo e non all’altezza di questo romanzo. Jenny Ashcroft ci porta agli albori della prima guerra mondiale, in cui due giovani si innamorano con un fugace gioco di sguardi. È così che nasce e matura la storia d’amore tra Madelaine e Luke, tra un bagno di risate e una fuga in barca. Entrambi vivono fuori dagli schemi… e in un modo così inaspettato, finisce.

Impensabile curare le ferite del cuore, specialmente se questo credi di non averlo più nel petto. Non batte più, l’apatia prende il sopravvento e cede il passo – ad un certo punto – al buon senso e ai giusti consigli di una madre. Le braccia si tendono verso un altro uomo, maturo e necessario… così tremendamente adatto.

Le figure maschili non passano inosservate. Luke, Guy e quel Jones, sono tanto diversi eppur follemente innamorati della stessa donna. Maddy è quasi un’ossessione. Per arrivare al suo cuore farebbero carte false. Ma colui che è stato sempre sincero, e che si è mosso sempre per il suo bene, è stato Richard. Padre presente e comprensivo, per difendere la figlia ha dovuto scontrarsi anche con la propria moglie. Personaggio ambiguo la signora Bright; ricordate l’indifferenza per la figlia? E se vi dicessi che ogni passo falso è stato per il troppo amore? Avete mai conosciuto la paura di perdere… Questo è il punto debole di ognuno di loro. Temere l’abbandono di Maddy.

Immagino che la curiosità in voi sia cresciuta in maniera esponenziale. Deve essere davvero speciale questa ragazza per essere così desiderata. Sì, l’autrice ha fatto un lavoro così magistrale, da farla arrivare al cuore di chiunque, soprattutto al vostro, quando leggerete Innamorarsi a Bombay. Un’esperienza estasiante imbattersi con i due lati della protagonista. Si mostra innamorata… poi così fredda ed impassibile. La vedrete recitare, sembrerà quasi in trasposizione da un corpo ad un altro. I suoi tormenti diventeranno i vostri, tantoché riuscirete a comprendere le ragioni senza demonizzarla… anche se più di una volta mi sono ritrovata a dire: “no, non può farlo”. Eh sì che l’ha fatto! Maddy è davvero unica. Riesce ad essere trasgressiva anche rimanendo ancorata al primo amore 😉 . Vi sto confondendo le idee? Ma tranquilli, perché non le avrete chiare fino alla fine. Una continua suspense, in uno scenario che muta, narrato dalla stessa voce esterna capace di inchiodarvi fino alla fine. Un viaggio sconfinato di emozioni, tra India e l’Inghilterra, dalla prima guerra mondiale… fino al mio primo anno di vita!

L’amore giustifica tutto, sia le azioni lecite e quelle meno. Voi cosa sareste disposti a fare per una persona a voi cara?

Innamorarsi a Bombay è… I N D I M E N T I C A B I L E.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close