Review Party: “IL MIO LATO PROIBITO” di Pamela Boiocchi e Michela Piazza

Così iniziano le mie considerazioni su “IL MIO LATO PROIBITO” di Pamela Boiocchi e Michela Piazza…

Non occorrono troppe pagine alle Peperoncine per toccare ogni corda del lettore, con viaggi entusiasmanti, per trovarsi di fronte a paesaggi pazzeschi, tra radure e mangrovie… cascate e baci mozzafiato! Pamela Boiocchi e Michela Piazza ormai da tempo fondono le loro scritture per farne magia saporita, ma non ricca solamente di passione.

Sinossi

“È un bugiardo! Se fossi saggia, me ne andrei.
Ma poi Juan infila la lingua nella mia bocca e i buoni propositi svaniscono.”

Elisa è dolce e tranquilla.
Juan è spregiudicato e sensuale.

Tra pozze termali sperdute nella foresta, vulcani attivi e nidi di tartarughe, l’attrazione tra loro cresce inesorabile, però un segreto sembra pronto a dividerli per sempre.

Impareranno a lasciar cadere ogni difesa e ad ammettere che gli opposti si attraggono?

Una storia esotica e decisamente piccante.
Perché in ognuno di noi si nasconde una parte selvaggia.

XX ROMANZO AUTOCONCLUSIVO XX

Elisa Maestri è laureatissima in insicurezza & bassa autostima, eppure prende la valigia in mano e se ne va in Costa Rica. Una vacanza pianificata con Paola e una sòla paurosa la fa rimanere sola.

Un volo come in piazzetta, con quattro chiacchiere in compagnia e un atterraggio alquanto stupefacente…

“Alto, pelle abbronzata, vestito con una camicia verde militare che fascia e mette in risalto dei muscoli di tutto rispetto. (…) Ha occhi intensi e profondi, e che strano colore! Passa dal nocciola al verde e… merda. Si è accorto che lo sto guardando…”

E iniziano i guai… tinti di rosso, come le gote di Elisa e come il prevedibile fuoco della passione. Ma partiamo dalle scintille…

Un fuori programma e un’escursione non prevista guidata dal bel Juan. Un ambiente selvaggio e incontaminato che riesce ad intaccare la pacatezza di Elisa, tirandone fuori gli istinti più reconditi.

“Mi trovo in un paradiso tropicale, nella nazione considerata la più felice dell’America Latina. Posso godere ogni giorno di sole, mare e vegetazione lussureggiante. (…) E la gente mi offre denaro per essere accompagnata a scoprire quella che chiamano la vera esperienza naturalistica.

Un assalto bloccato sul più bello da… Troppi click ma mai come novemila quattrocento cinquantotto. Cosa sono??? Potrebbero essere le vostre emozioni, le risate, le avventure, le loro liti, bugie e incomprensioni. Non mancherà nulla, vi dico soltanto che inevitabilmente si perderanno, se ci pensate per logica… le vacanze durano sempre troppo poco! Ma che dite, colmeranno le infinite distanze?

Non occorrono troppe pagine alle Peperoncine per toccare ogni corda del lettore, con viaggi entusiasmanti, per trovarsi di fronte a paesaggi pazzeschi, tra radure e mangrovie… cascate e baci mozzafiato! Pamela Boiocchi e Michela Piazza ormai da tempo fondono le loro scritture per farne magia saporita, ma non ricca solamente di passione.

Non è facile raccontare perché il rischio di spoiler è molto alto, vi posso però presentare i due protagonisti. Elisa non ha bisogno di artifici, lei è una bellezza già al naturale. Forme procaci che incantano, anche castigate in vesti anonime. Un paio di occhi imbarazzati che eccita più di due glutei in bella mostra.

Juan invece fa sfoggio di una faccia da schiaffi e sguardo da furfante. Lingua tagliente, invadente, caliente e… bugiarda. Opposti che si attraggono e che si compensano. Juan mostrerà parte di una tenerezza ben celata ed Elisa darà sfogo al suo lato proibito.

Un romanzo al solito ben strutturato, ben scritto, che si è snocciolato alternandosi con i punti di vista dei due protagonisti. Attraverso il loro linguaggio, pensieri e ricordi li conosceremo in profondità, quasi che ci sembrerà di immaginarli tra litigi e passione. Un’avventura estiva – qualcuno la chiamerebbe la vacanza di sesso – anche se non doveva essere così, almeno per la ragazza.

Quindi vi consiglio: lasciatevi trascinare tra le pagine immaginando ciò che sarà precluso per un po’ da mascherine e guanti. Ricordatevi però, che quando tornerà il momento, non scomparirà la necessità di usare delle protezioni, per altri tipi di malattie 😉 . Un messaggio che voglio passi, soprattutto attraverso i romanzi, che devono fungere anche da “informazione” oltre che svago. Un piccolo appunto per non prendere mai certi momenti con troppa leggerezza.

Mentre la morale di questa bella storia ve la lascia a chiare lettere le Peperoncine, raccomandandovi…

“Vale sempre la pena di inseguire i propri sogni. Se credete di non avere il coraggio necessario, sappiate che anche io avevo paura. Ma scavando a fondo nel mio cuore ho capito che potevo farcela. Perché ricordate: ognuno di noi possiede un lato proibito che aspetta solo di essere tirato fuori.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close