Recensione: “LA SORELLA PERFETTA” di Flora Gallert

La nostra Lolly Black si cimenta con un Thriller Psicologico e sceglie “LA SORELLA PERFETTA” di Flora Gallert.

Sinossi

“Stavo di nuovo scappando. Nella mia vita ero sempre fuggita, avevo sempre cercato di evitare situazioni per me complicate. Ma in quel momento pensai che non era giusto. Che dovevo affrontare tutti i miei demoni altrimenti me li sarei portata sempre dietro.”

Il suicidio di Marica Benedetti ha sconvolto tutti. 

Tutti tranne Sara, che vede in quel gesto l’ennesimo atto di manie da protagonismo della sorella. Marica fin da piccola è sempre stata la bambina perfetta, la ragazza perfetta e poi la donna perfetta. Perché calpestare la sua idilliaca vita se non per continuare a far parlare di lei?

Sara è l’unica a conoscere la vera identità di Marica e sa che la sorella non era poi così impeccabile.

Ma ora che è finalmente riuscita a sfuggire alla sua ombra, è costretta a fare ritorno per il funerale, dimenticare di nuovo la sua identità e ridiventare semplicemente la “sorella di Marica”, ovvero, poco più che un fantasma.

Eppure, quando giunge nella sua città natia, il passato si scontra con una nuova realtà e dietro ogni gesto tanto odiato della sorella scopre che si nascondono terribili segreti che qualcuno farà di tutto per continuare a insabbiare.

Sara si rende conto di essere diventata parte di un progetto ben preciso, scopre che Marica, prima di morire, ha tracciato per lei una strada difficile e tortuosa che rappresenta anche l’unica speranza di poter cancellare anni di odio, di risentimento, di sensi di colpa.

Cosa sceglierà? Scapperà di nuovo o deciderà di affrontare i demoni della sorella che in fondo sono anche un po’ suoi?

“Mi resi conto che in quel periodo vivevo di paura e, al tempo stesso, non ero mai stata così coraggiosa. Probabilmente paura e coraggio sono due facce della stessa medaglia. Indivisibili, sempre collegate.”

Ho scelto di imbattermi in questa nuova avventura, un thriller psicologico, un genere nuovo per quanto riguarda le mie letture.

All’inizio sono rimasta affascinata dalla trama e dalla fantastica copertina, ma appena ho iniziato la lettura sono stata completamente trascinata dalla storia, identificandomi nella protagonista. Mi ritengo soddisfatta di aver voluto sconfinare dai miei limiti.

Ho letto questo libro tutto d’un fiato immaginando, pagina dopo pagina, ciò che sarebbe accaduto.

Sono rimasta davvero colpita dalle emozioni che ho provato, tutte nuove e intense, perciò proverò a metterle nero su bianco. Era come se avessi addosso un senso di inquietudine continuo, una presenza sinistra alle spalle, il peso di quella morte insinuata nella testa e nel cuore. Avevo bisogno di andare avanti per scoprire la verità. Per tutta la lettura io ero Sara, la sorella della vittima. Non nascondo di aver versato qualche lacrima e di aver fatto mio il senso di colpa che per anni ha torturato l’anima della protagonista. Ho amato l’evoluzione interiore di Sara, ho adorato la consapevolezza con cui ha affrontato il dolore e i suoi demoni.

Questo libro affronta una tematica molto importante. Nulla è come sembra, persino le famiglie perfette nascondono dei segreti ed io ringrazio la Gallert per avermi portato a scoprire quelli della famiglia Benedetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close