Recensione: “P… COME PASSIONE” di Serena Brucculeri

P… come Passione, il piacere di leggere di Simona La Corte per A libro aperto. Serena Brucculeri e Darcy Edizioni non deludono mai!

Sinossi

Cal Harper è un cowboy tutto d’un pezzo, dedito al suo ranch e amante della natura. Ama il lavoro duro, la fatica, il sudore che bagna la pelle e fa sentire vivo. Cal non vuole legami, non rinuncerebbe mai alla propria libertà e assolutamente non vuole nessuna donna per casa… Peccato che Jenny, una cara amica di famiglia che lui considera come la sorellina minore, si sia trasferita proprio a casa sua.
E come se non bastasse, Jenny ha sempre avuto un debole per lui fin da ragazzina e vivere insieme a Cal rende complicato zittire i suoi sentimenti. Al punto tale da elaborare un piano che potrebbe rivelarsi un gioco eccitante ma pericoloso.

Titolo: P… come passione (vol.4 della serie Never Forget)

Autore: Serena Brucculeri

Editore: Darcy Edizioni

Genere: romance contemporaneo

Pagine: 338

Costo: 2,99€

Data d’uscita: 29 aprile  

Chi di voi, lettrici, ricorda il primo amore e le sensazioni suscitate da quel sentimento?

Farfalle allo stomaco, cuore in subbuglio, gambe che tremano e lo sguardo sempre rivolto verso il proprio amato. E, ditemi, quante di voi quell’amore lo hanno custodito nel cuore per tanto tempo, senza mai rivelarlo, restando solo un sogno a occhi aperti?

Beh, a me è successo, ma poco dopo ho incontrato un ragazzo che ha resettato il mio cuore e messo al tappeto il mio cervello!

Ma torniamo a parlare di quegli amori segreti e degli effetti generati dalla propria insicurezza…

Ebbene, anche in amore (anzi, soprattutto in amore!) bisogna avere coraggio, perché altrimenti finiremmo come Jenny, la protagonista di “P… come Passione”: una giovane donna di venticinque anni che da sempre spasima per Cal Harper, il fratello maggiore della sua migliore amica Molly, ma che non ha mai trovato l’ardire di confessarglielo.

“Cal è sempre stato il mi sogno proibito, custodito in modo geloso come un tesoro prezioso, al riparo da tutti, in segreto, all’insaputa della mia migliore amica.”

Povera Jenny!

Quanta tenerezza ho provato per questo personaggio che sfoggia una sicurezza solo apparente, una sicurezza camuffata da un abbigliamento impeccabile e da tacchi vertiginosi; uno scudo per difendere il suo animo gentile. Tuttavia, sa essere anche determinata, in particolare nel suo ruolo da infermiera. Ha una carriera eccellente, nonostante la giovane età, e potrebbe mettere al tappeto qualsiasi uomo con la sua bellezza eterea, ma il suo cuore è legato a uno soltanto: Cal.

Jenny ha sempre ammirato da lontano questo ragazzo che, anno dopo anno, si è trasformato in un uomo dal fisico prestante e dal carattere fiero.

Cal è molto desiderato dalle donne, eppure non ha mai provato per nessuna di loro qualcosa che non fosse semplice brama sessuale. Con Jenny, invece, ha adottato in passato quell’atteggiamento protettivo da fratello maggiore che, però, non riesce più a mantenere quando le loro strade si incrociano in circostanze insolite, costretti a condividere i propri spazi.

“È per quella dannata bocca che le ultime due notti non ho chiuso occhio, ma non posso assolutamente desiderare una ragazza che non voglio e non posso avere.”

Non vi svelerò nessun particolare riguardante le vicissitudini di questi due personaggi perché rovinerei il piacere della scoperta, ma una cosa ve la posso garantire: tra battibecchi, sguardi fiammeggianti e tensione sessuale ad alti livelli, di sicuro non vi annoierete.

Ci saranno anche momenti di riflessione e, verso la fine, vedrete un Cal meno rigido rispetto all’inizio della storia. Avrei voluto che la sua determinazione non vacillasse, ma in amore, è constatato, anche i cuori più duri vengono scalfiti dal suo effetto.

“Ma come potevo capirlo, allora, che la amavo?”

Conoscevo già la penna di Serena Brucculeri e anche con questo romanzo ho avuto conferma del suo talento. Lo stile di scrittura dell’autrice è sobrio e semplice quanto basta per far immedesimare il lettore nelle parole dei protagonisti, le scene intime sono come le gradisco: sensuali, ma mai volgari.

Non mi resta, dunque, che invitarvi a indossare stivali e cappello da cowboy, lasciarvi alle spalle la vita frenetica della città e godervi il sole e il profumo dei campi del Texas.

Non perdetevi…. #lanciounlibro! Cliccate sopra l’immagine 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close