Recensione: “DUPLICE OMICIDIO A LOTRIB” di Luca Betti

Chi mai avrebbe interesse a eliminare un innocuo professore di lettere antiche, un uomo che trascorre tranquillamente le sue giornate tra università e il caldo focolare? Curiosi di scoprirlo?

Elisa Mura vi dà un bellissimo assaggio di “DUPLICE OMICIDIO A LOTRIB” di Luca Betti. Leggete la bellissima recensione ❤

Sinossi


Lotrib è una città tranquilla. Qui, famiglie di umani convivono, seppur di malavoglia, con nani e orchi. A sconvolgere la sua routine è un duplice omicidio che si consuma nella zona dove si trova l’Università. Vittime ne sono il professor Perat, docente di Lingue Antiche presso l’Università di Lotrib, ritrovato riverso a faccia in giù sulla scrivania del suo studio e il custode del dipartimento, trovato anche lui morto con un colpo alla nuca. A risolvere l’omicidio, che si presenta come un misterioso rompicapo sarà Darden, un investigatore privato.

Titolo: Duplice omicidio a Lotrib
Autore: Luca Betti
Editore: Segreti in giallo edizioni, Pubme
Genere: Giallo

Chi mai avrebbe interesse a eliminare un innocuo professore di lettere antiche, un uomo che trascorre tranquillamente le sue giornate tra università e il caldo focolare? Curiosi di scoprirlo?

Potrei definire “Duplice omicidio a Lotrib” una favola tinta di giallo; il romanzo infatti si concentra sull’investigazione e sul contesto sociale del luogo in cui la vicenda si svolge.
Ci troviamo a Lotrib, una rustica città nata dalla fantasia dell’autore, non solo un nome inventato e non visibile sulla cartina, ma è fantastica poiché vi convivono uomini, nani, folletti, orchi. 

Sì, avete capito bene. Non c’è nulla di strano a veder girare per la città questi esseri folkloristici, anzi fanno parte della società.
Mi sono  immaginata questa cittadina come in una miniatura, l’autore l’ha descritta in modo preciso e mi sono trovata a passeggiare per quelle strade, visitare il locale più famoso, nella mia immaginazione.
Tutto sembra scorrere in armonia, certo non mancano piccoli screzi tra tifosi di squadre opposte, nello sport, o qualche scaramuccia tra i quartieri. Darden è un cantante e insieme a due ragazzi e un nano ha fondato la band i “Frenetica mente”, che ottiene un successo rilevante nel locale in cui suonano, e tra le ragazze, a dispetto della società.

Al termine di una serie infinita di proposte che vedevano sempre almeno uno dei quattro contrario, arrivarono a una decisione condivisa da tutti  e scelsero di chiamare la band Frenetica Mente. In questo modo definivano con ironia il modo di intendere la musica…”

Darden, però, non è solo un cantante dotato o un esempio di integrazione tra razze, ma è pure un ottimo detective: svolge questa funzione grazie alle sue intuizioni investigative, le quali hanno aiutato la polizia in diversi casi e di conseguenza viene approvata la sua presenza nelle indagini, soprattutto cercata. Con l’assassinio del povero professor Perat e del custode della scuola – probabilmente vittima scomoda – Darden dovrà aguzzare l’arguzia e scavare nell’ineccepibile trascorso di un insegnante e non farsi influenzare dalle chiacchiere sui “perfetti” colpevoli, risolvere il caso ragionando con la propria testa, fino alla la scoperta dell’assassino, un epilogo non scontato.

Dunque un piccolo affresco in cui si combatte anche per l’integrazione, una lotta che può svolgersi anche in un mondo fantastico.
Ho trovato questa storia molto originale, un giallo insolito e molto piacevole da leggere anche per la freschezza dello stile, una buona lettura e non troppo impegnativa. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close