Review Party: “JOHN” di Karen Morgan

Lorena Nardone, per A libro aperto, chiude il Review Party di John. Una bellissima analisi che mette in luce la piacevolezza della scrittura di Karen Morgan e una storia che non lascia per nulla indifferenti.

Sinossi

Credevo che l’amore fosse felicità e passione, ma è anche dolore e devastazione.
E io lo so bene.
Sono Janet Lane e ho fatto la cazzata più grande della mia vita.
Ho perso la testa per John Crowell.
Sono rimasta ammaliata dai suoi occhi profondi e azzurri come il mare.
Incantata dalla sua voce e stregata dal suo profumo.
Innamorarmi di lui non era previsto ed è stato un fottuto errore.

  • TITOLO: John
  • AUTRICE: Karen Morgan
  • GENERE: New Adult/Contemporary Romance
  • EDITORE: Self Publishing
  • ROMANZO AUTOCONCLUSIVO
  • DATA DI PUBBLICAZIONE: 3 MAGGIO (Su Amazon e nel programma Kindle Unlimited)
  • PREZZO E-BOOK: 0,99€

L’amore tra Janet e John nasce sotto la più buona delle stelle, almeno è quello che si pensa inizialmente.

Dalle prime pagine si intuisce che qualcosa sia andato storto e l’autrice ci prende per mano per mostrarci cosa. Karen non tralascia nulla: ogni singolo dettaglio, sia esso piccolo o più significativo, è raccontato dalla protagonista stessa, che ci rivela paure, dubbi, sentimenti belli e brutti. Un tira e molla interessante, pieno di equivoci e situazioni nascoste. Verità inconfessabili porteranno i due protagonisti a maledire il giorno in cui si sono incontrati, ma allo stesso tempo ad esprimere gratitudine per essere l’uno nella vita dell’altra.

Non mancano le interferenze esterne, alcune decisamente ingombranti, altre un po’ meno e fanno da sostegno ai giorni bui e tristi.

Il confine tra l’amore e l’odio è labile e, a volte, essi si fondono in un sentimento puro, intenso come quello che Janet e John provano l’uno per l’altra. Non possono esistere senza il loro amore, ma non possono stare insieme. Troveranno una soluzione che non rovini le loro vite mandando in frantumi quanto di più hanno?

La storia è molto promettente, rapisce; così come la scrittura fluida di Karen Morgan: è sempre piacere leggere un suo libro. A mio parere, avrei preferito snellire alcuni passaggi che rallentano il ritmo, credo ci siano dettagli di cui si possa fare a meno, e rendere più incisive le voci di alcuni personaggi (come ad esempio Cindy o Kimberly, quasi “muta”).  Infine, piccoli accorgimenti avrebbero reso un po’ più realistica la storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close