Doppia recensione: “OGNI MALEDETTO MARTEDÌ” di Rhoma G.

Un capolavoro si merita questo e altro! Un personaggio di spessore come Max, tutto e di più. Amelia? Avrà davvero molto da dirvi e da farvi riflettere. Non solo recensione scritta ma una bella chiacchierata tra me e Lorena, a proposito di… “OGNI MALEDETTO MARTEDÌ” di Rhoma G., per More Stories.

Sinossi

Per Amelia, ristoratrice di successo, è arrivato il momento di guardare in faccia la realtà: il suo matrimonio con l’ex stella del football americano Max McIntyre è giunto al capolinea. Il fatto che lei lo ami ancora e lui sostenga altrettanto è irrilevante. L’ostacolo fra loro questa volta è insormontabile, si chiama Candy ed è una sexy coniglietta.
Amelia, pur distrutta, decide subito di riprendere in mano la sua vita e lasciarsi il dolore alle spalle, Max, invece, non accetta la fine della loro relazione e tenterà in tutti i modi di riprendersi sua moglie.
Tuttavia, certe ferite scavano in profondità, non guariscono mai, spesso restano sulla pelle come monito e a perenne memoria.

In una scintillante New York, dove nulla è come appare, due anime ancora legate dallo stesso destino proveranno a ritrovare se stesse e il sentimento che le ha unite.

Titolo: Ogni maledetto martedì

Autore: Rhoma G.

Editore: More Stories

Data pubblicazione: 24 maggio 2020

Pagine: 270

Prezzo: 2.99

L’ho visto nascere, crescere e adesso spiccare il volo e finire direttamente nei vostri Kndle e librerie.

La fortuna di essere una beta di Rhoma Gi è quella di avere, poi, la freddezza di giudicare ogni suo passo. Non potrò mai essere di parte quando l’autrice stessa mi chiede di distruggerla e criticarla come se non ci fosse un domani, come se fossi nata per non fare altro. E allora accade: le rido in faccia, perchè quello che scrive lei è sempre sublime. Sono emozioni allo stato puro che entrano sotto pelle e non le cancelli più. Come L’uragano dentro me, anche questo romanzo lascia un’impronta forte e non va più via.

“Ogni maledetto martedì” è tra le mie mani, l’ho chiuso da poco e ho voglia di riaprirlo perché di Molly e Max non se ne ha mai abbastanza.

Ogni maledetta ultima pagina dei suoi romanzi fa sentire forte la mancanza dei personaggi e le loro storie, e in questo Rhoma Gi è magica: arriva in un giorno qualunque, con un romanzo tra le mani e dopo averlo letto, anche questa volta, ne esci diversa.

Un’altra testa, un altro cuore, un’altra anima.

È una storia vera, il tradimento accomuna una gran quantità di donne… e mentre sussurri, quasi ad aver paura di portarsi sfiga da soli, “speriamo che non mi capiti mai”, ti butti a capofitto tra i litigi di Molly e Max, tifando per l’uno o per l’altro. Alla fine non lo sai più, vuoi solo che l’amore non smetta di essere forte e poco importano le bugie, i sotterfugi, le schermaglie.

L'immagine può contenere: 1 persona, vestito elegante e spazio al chiuso

Max, grande e grosso, giocatore decaduto e amante eccezionale. Un uomo che potrebbe avere qualsiasi donna ai suoi piedi, gli basterebbe uno sguardo per farle strisciare ai suoi piedi, ma lui non vuole una qualunque. Ha voluto Molly e la desidera ancora come fosse il primo giorno. Toccante, vero? Peccato, però, che gli errori si paghino. E anche a caro prezzo. Cercherà di mettere pezze dove non riesce nemmeno a vedere lo squarcio, ma lui non vuole arrendersi!

Molly, devastata ma non incredula, dopo tutto aveva sempre sospettato di non essere troppo all’altezza del marito. Dubbi e paure erano per lei dietro l’angolo ad attenderla a braccetto con la verità e adesso che i suoi occhi hanno una prova tangibile, beh… come si può continuare a condividere lo stesso letto?

Riprenderà in mano la sua vita, con coraggio, ma solo dopo qualche giorno di disperazione tra le braccia del suo amico Archie.

Tra New York e il Texas, la storia che prende vita è divertente, intensa, passionale e non parlo solo di sesso. La passione è presente in ogni suo aspetto, fino a mescolarsi con l’orgoglio, il senso di colpa e l’ossessione, in una danza movimentata da battute al vetriolo, un padre pronto a fare giustizia, qualunque essa sia, amici che spalleggiano e altri che vestono letteralmente i panni di Max, meglio se di seta! 

“In quel momento il mio amore per lui si ripresentò in tutto il suo fulgore. Era sempre stato lì, sotto uno strato di dolore, coperto da un velo d’amarezza, integro, solido, compatto.”

Non smetterò mai di dirlo: Rhoma Gi rende accettabile tutto ciò che da persona ferita non penseresti mai di far scivolare via. Preconcetti, schemi, strutture di una vita che non accetta scale di colori, diventano improvvisamente un quadro stracolmo di tonalità diverse.

Dimenticare non è possibile, ma ricordare i momenti belli durante la più distruttiva delle tempeste sarà la giusta ancora di salvezza per Max?

Dove pensi “mai e poi mai lo farò!”, finisci per chiederti se ne sei davvero così certa. E poi cedi. Crolli davanti al finale, con qualche lacrima.  Cos’altro? #teamarchie tutta la vita!

Una piccola premessa mi sembra doverosa. Dopo aver letto il pensiero di Lorena, avrete capito che c’è un legame particolare tra noi e Rhoma G. Proprio per questo voglio che crediate alle mie parole, perché vengono dal cuore e non sono dettate da un’amicizia. Dovete sapere che se ho conosciuto l’autrice, è stato proprio grazie ai suoi scritti. L’uragano dentro me è stato uno dei primi Romance letti, io che sono cresciuta a pane, gialli e fantasy, con riminiscenze giovanili dei classici storici.

Rhoma G. eccelle e si distingue in primis per la scrittura. Niente frasi fatte, abuso di cliché, ma periodi che diventano vera poesia, senza mai tediare il lettore; piuttosto il ritmo sempre incalzante, la giusta dose di sarcasmo, l’arguzia convincono nella corsa verso il finale, scoprendo che piccole chicche saranno poi le stoccate vincenti.

Punto secondo e non trascurabile: l’autrice non butta lì due piccoli e insignificanti protagonisti. Li struttura alla perfezione, donando loro un passato che giustifica ogni azione futura. Che siano complessi o “ordinari” risultano essere indimenticabili e circondati da altrettanti personaggi che non meritano mai il secondo piano. Dà importanza ad un contorno che è sempre necessario per creare un tutt’uno perfetto. Le sue ambientazioni, – come viene specificato anche a fine romanzo – sono frutto di ricerca con piccoli ritocchi aggiuntivi. Vi invito a leggere Cignus per immergervi in una fantasia tutta vostra, istillata dalla penna, o il Santo e Fino all’ultimo respiro che ho amato proprio per gli scenari pazzeschi (insieme a tutto il resto!) Non posso farvi l’elenco di tutti i suoi capolavori perché devo parlarvi di…

Ogni maledetto martedì

L'immagine può contenere: una o più persone, strisce e testo

I titoli e le cover mi inguaiano il cervello e non leggendo le sinossi, con questo romanzo è stata la stessa cosa. Ho provato a immaginare cosa potessero fare questi in quel determinato giorno della settimana. Se vi aspettate una serata di scambisti 😉 , chiudete il libro: Romina vi porterà all’estasi con tanto altro, oltre ai momenti di intimità che risultano essere ogni volta sublimi.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

One Million non è una fragranza famosa, ma il procuratore più ricco e famoso d’America. Non si parla di calcio, e sicuramente Max è più figo e dotato (in tutto e per tutto 😉 ), rispetto al nostro famosissimo Raiola.

Max McIntyre, costretto a ritirarsi dai campi di football, “ripiega” su una carriera che continuerà a dargli fama, successo, soldi come se piovessero, e un’infinità di bigliettini con numeri impressi, finiti poi in un cestino… Ma sarà proprio così? Probabilmente no, se la donna che gli è al fianco da anni lo molla dopo aver visto troppo, con troppo poco addosso.

Se vi aspettate un remake de “la guerra dei Roses”, dimenticatelo! Qui si gioca sui sentimenti e con gli inganni. Si mettono carte in tavola con la paura di scoprirle. Ma c’è un baro, la mela marcia che non si riesce ad eliminare e che imperterrita rispunta al momento meno opportuno… o forse proprio quello giusto per minare la felicità della coppia più bella e invidiata di New York!

Bada a come parli, Maxwell McIntyre. Quella stronzetta lunatica è la persona più paziente che conosca, devo dunque supporre che tu l’abbia combinata davvero grossa!”

Ma chi è davvero Amelia? Una ragazza che non ha avuto la tavola apparecchiata ma che ha imparato a farlo, diventando la regina, L’Ape Regina della Grande Mela. Ha realizzato il suo sogno, a prescindere dal legame con il quarteback della storia. La sua forza, l’abilità e la tenacia l’hanno resa unica anche di fronte all’amore. E se ha vinto ogni battaglia con i bigliettini è per ogni sua caratteristica.

Un matrimonio che entra in crisi, rapporti basati su fiducia, stima, amore profondo che prescinde dal mero legame di sangue; parentele ritrovate ma anche perdute. Problemi quotidiani, imprevisti, bugie e la paura di affidarsi alla voce del cuore, con il rischio di mandare a quel paese anche il buono, che la rabbia riesce troppo stesso ad annebbiare.

Vite e relazioni sviscerati dove ci si immagina che il denaro sistemi tutto; dove tuttavia la sete di potere crea situazioni inimmaginabili e incomprensibili. Ma quando davvero si rischia di perdere tutto… riemerge la lucidità, e non ditemi che non vi è mai successo.

Ecco perché dovete leggere Ogni maledetto martedì, per sentirvi parte di una storia reale, ma catapultati in quel mondo a cui spesso si auspica di appartenere. Per non fermarvi alle apparenze, perché l’abito non fa il monaco e un uomo nudo… Perché ognuno merita una seconda possibilità o semplicemente di poter dire la sua. Se vogliamo essere rispettati, dobbiamo anche concedere un momento per ascoltare.

Ora tocca a voi fermarvi a sentire le ragioni di Max e Moll, senza perdervi in congetture, ma semplicemente arrivando alla fine, per gustarvi un epilogo da sogno.

All’interno del blog trovate, cliccando sull’immagine, queste recensioni…

Precedente, con riferimenti ma entrambi autoconclusivi “Il Santo” https://amzn.to/2Xtb9Np

La prima stella del mattino ritrova i personaggi di:

L’uragano dentro me https://amzn.to/3cUWT6N

Cygnus https://amzn.to/36qAeNj

Bittersweet – Qualcuno come te https://amzn.to/2A5nlfz

Stardust – Qualcuno come me https://amzn.to/2Xm9tW6

NeverEnds – Nessuno come noi https://amzn.to/2zjwukG

2 pensieri riguardo “Doppia recensione: “OGNI MALEDETTO MARTEDÌ” di Rhoma G.

  1. Avrei tanto da dire, ma mi limiterò a farvi i complimenti, siete state fantastiche! Nella recensione e nell’esporre tutto ciò che avevo in mente mentre davo vita a Max e Molly.
    Un abbraccio fortissimo,
    Rhoma

    Piace a 1 persona

    1. Tutto strameritato, sei immensa! ❤️

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close