Recensione: “UN FIDANZATO SU MISURA” di Daniela Carboni

Le parole di Simona La Corte, sono certa, vi conquisteranno! “Un fidanzato su misura” di Daniela Carboni è Literary Romance!

Consiglio di lasciarsi coinvolgere dai battibecchi e dal carattere impetuoso di Dorotea che, vi assicuro, sapranno regalarvi parecchi sorrisi. E di sorrisi e spensieratezza ne abbiamo un gran bisogno per affrontare la vita di tutti i giorni; in particolare, dopo il periodo difficile che abbiamo attraversato.

Sinossi

Rivalità tra cugine, l’open bar di un ricevimento nuziale e il desiderio di prendere una sbronza memorabile sono il cocktail perfetto per un disastro. Dorotea, giovane redattrice di Torino, scopre a sue spese quali sono le conseguenze di una notte brava, svegliandosi in un letto che non è il suo e senza ricordare nulla della sera appena passata. Quando la faccenda viene archiviata come un aneddoto divertente da raccontare ai posteri, Dorotea scopre di essere incinta… ma non tutti i mali vengono per nuocere, giusto? E se fosse la volta buona per primeggiare sulla cugina avendo per prima un figlio? Come giustificare però la gravidanza se non ha lo straccio di un fidanzato? Semplice! Con un annuncio: Ragazza trentenne cerca uomo max 40 anni disposto a fingersi suo fidanzato durante festa familiare. Si offre lauto compenso. No perditempo. Solo persone seriamente motivate. Tra inganni, baci rubati e un enorme cane affettuoso, Dorotea dovrà capire quali sono le cose importanti della vita e scoprire che l’amore arriva quando meno te lo aspetti.

Titolo: Un fidanzato su misura

Autore: Daniela Carboni

Editore: Literary Romance

Data pubblicazione: 22 maggio

Dorotea è una giovane redattrice di Torino da sempre in competizione con la cugina Diana, che ha soprannominato Lady D. per il carattere presuntuoso e per il fascino che riesce a esercitare su tutti.

Chiunque si sentirebbe oppresso e frustrato nell’essere costantemente paragonato a qualcun altro che eccelle in ogni ambito: dalla scuola, allo sport, al fidanzato e in tanto altro. Ed è proprio ciò che accade alla protagonista che, esasperata da questa situazione, si concede la più grande sbronza del secolo, talmente esagerata da perdere i sensi ed essere soccorsa da Dante, il “presunto” barman che conosce al matrimonio di Diana. Ma le bravate hanno sempre delle conseguenze e, nel caso di Dorotea, sono abbastanza disastrose!

Il mattino seguente, si sveglia nuda nel letto di uno sconosciuto ed è inequivocabile ciò che è accaduto fra i due durante la notte. Dorotea scappa, incurante dei richiami dell’uomo con il quale ha condiviso un rapporto che nemmeno ricorda, e dopo tre settimane scopre di essere incinta. Vorrebbe comunicare la notizia alla famiglia, ma quella guastafeste della cugina ha una sorpresa per i suoi parenti: anche lei è in dolce attesa.

Dorotea si ritrova per l’ennesima volta a dover competere con Diana, ma, a differenza del passato, non vuole sentirsi inferiore a nessuno, tanto meno all’altezzosa Lady D.!

Il suo carattere impulsivo, tuttavia, la spinge a non dire la verità e inventa una bugia che darà il via a una serie di equivoci e situazioni rocambolesche che coinvolgono due uomini: Dante e Tiziano. Quest’ultimo è il “finto” fidanzato che Dorotea dovrà presentare alla sua famiglia.

Le menzogne, però, hanno le gambe corte e la protagonista capirà ben presto che al destino non ci si può opporre.

Sono sempre più convinta che ci sia una ragione per quello che accade, e quel qualcosa si chiama destino.”

La storia è narrata in prima persona con POV alternati e, oltre alla “voce” di Dorotea, conosciamo quelle di Dante e Tiziano che sono rivali nel lavoro. I due uomini sono caratterialmente gli opposti: mentre Dante è premuroso e affidabile, Tiziano è un arrogante doppiogiochista che sfrutta le sue doti giornalistiche per mettere i bastoni tra le ruote a Dante. Non vi svelerò altro sulle vicende che legano questi due personaggi a Dorotea, altrimenti priverei il lettore del piacere della scoperta, quindi passo subito alle mie considerazioni.

Il testo è ben curato e lo stile è scorrevole. È una storia che si legge tutta d’un fiato nei pomeriggi o nelle serate di relax, in cui ci si vuole concedere una lettura non troppo impegnativa.

È una vera e propria commedia degli equivoci, con tutte le carte in regola per essere considerato tale. L’unica cosa che, però, ho sentito mancare è quel pizzico di romanticismo in più che non avrebbe guastato. Dante si rivela subito innamorato di Dorotea, ma questo sentimento non è approfondito nel modo in cui mi sarei aspettata e, soprattutto, è unilaterale per quasi tutta la narrazione. La protagonista, invece, nella sua perenne rivalità con la cugina, sembra non accorgersi dei segnali che lui le lancia.

A parte queste opinioni che, ripeto, sono assolutamente personali, consiglio di lasciarsi coinvolgere dai battibecchi e dal carattere impetuoso di Dorotea che, vi assicuro, sapranno regalarvi parecchi sorrisi.

E di sorrisi e spensieratezza ne abbiamo un gran bisogno per affrontare la vita di tutti i giorni; in particolare, dopo il periodo difficile che abbiamo attraversato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close