Recensione: “VUOI VEDERE CHE TI AMO?” di Alessandra Cigalino

La recensione più difficile quando c’è di mezzo il cuore. “VUOI VEDERE CHE TI AMO?”, è ALESSANDRA CIGALINO a raccontarvelo. Non perdetevelo! Grazie a HarperCollins per l’opportunità.

Sinossi

Gossip love 2
Non dimenticare che l’apparenza inganna, sempre.
Grazie al suo innato talento e a una grande determinazione, Adele Lombardi è diventata una stilista d’alta moda, apprezzata in tutto il mondo e conosciuta con il nome di Akysha. La sua vita perfetta viene però improvvisamente infranta quando riceve una terribile notizia da Milano. Il ritorno nella sua città natale costringe Akysha a fermarsi e a fare i conti con la persona che è diventata, una snob egoista. È infatti così che la descrive Nathan, un uomo incontrato per caso in un bar e che piano piano riesce a sbriciolare la maschera dietro cui si cela la vera Adele. Perché l’apparenza inganna sempre e anche Nathan dietro un aspetto rude nasconde un cuore gentile… e un piccolo segreto.

Titolo: Vuoi vedere che ti amo?

Autore: Alessandra Cigalino

Editore: HarperCollins

Data pubblicazione: 1 giugno

Pagine: 270

Prezzo: 3.99

Un tuffo nel passato per Akysha, che con la morte nel cuore è costretta ad attraversare l’Oceano, rimettendo a posto in quel di Milano, tasselli di una vita ormai perduta insieme ad antichi ricordi. Rabbia e frustrazione non l’abbandonano, ma accompagnano un crescente senso di colpa per ciò che non ha fatto, per quel troppo poco che ha donato e che non ha potuto riscuotere in cambio.

Ad un ultimo saluto mancato, ottiene in contropartita un incontro inaspettato, in un momento davvero inopportuno. Uno scontro, un incontro – per senso del dovere e riconoscenza – e un terzo perché necessario. Un percorso fatto di pochi giorni, in cui la maschera con su scritto Akysha Peach si sgretola, lasciando passare ogni tipo di umore. Nath, a dispetto di ciò che mostra, nasconde una profondità d’animo che gli permette di insinuarsi nella corazza della stilista più famosa d’America: il bel milanese ora riesce a vedere la vera Adele Lombardi, e di lei si innamora.

Un sentimento che vede la luce quando inesorabile si presenta il volo di ritorno. Non solo il senso della responsabilità e una sfilata da organizzare, ma il grosso guaio accorso nell’atelier potrebbe mandare in fumo una vita piena di sogni. Ma altre due figure importanti l’attendono nella Grande Mela; se da un lato c’è paura e preoccupazione, dall’altro sa che chi fa le sue veci, saprà sopperire agli imprevisti come avrebbe fatto lei. Andy e Maika: entrambi nascondono dei segreti, ma soprattutto la ragazza che si professa migliore amica…

Intrighi, bugie, invidie e sete di potere, rivolteranno il mondo di Aky. L’unica consapevolezza è che ora il suo cuore ha iniziato a scandire un tipo diverso di battito, e le resta da capire che proprio da quel tintinnare dovrà trarre tutta la forza necessaria.

E adesso, da dove posso iniziare? Un sospiro, occhi a cuoricino e via…

Traggo spunto dalla frase della sinossi “Non dimenticare che l’apparenza inganna, sempre”. Purtroppo non ci si ferma mai a pensare a cosa ci sia oltre la facciata. Se brutta, non è affidabile, e sicuramente non è all’altezza. Se bella, dietro si cela – senza dubbio – frivolezza e vacuità. Come la mettiamo, il succo è sempre lo stesso: “non si può piacere a tutti”. Ma non è neanche concepibile essere additati… a priori. Aky commette questo errore, e in parte Nathan la ripaga con la stessa moneta. Non vogliono essere giudicati, ma continuano a reiterare, a ferire a suon di pregiudizi.

Nath è profondo, romantico, un uomo d’altri tempi seppur in un fisico tremendamente perfetto ma macchiato, sporcato con dell’inutile inchiostro! Nero, come lo sguardo di Aky quando si posa su quelle opere, che alla fine si ritroverà a osservare stupita e incantata. Il protagonista si esprime così, con i messaggi lanciati dal corpo, dalla pelle. Adele invece è un fumino, non si ferma a riflettere, non cerca e non da mai una seconda possibilità. L’apparenza è tutto, e veste alla perfezione come ogni suo abito. Entrambi non si rendono conto, ma sarà proprio quella diversità ad attrarli, fungendo da compensazione. La ragazza si avvicina pian piano a quella sorta di murale; lui la spoglia non solo della stoffa pregiata marchiata Peach, ma riuscirà finalmente a toglierle la maschera di freddezza, sostituendola con opportunità, speranza, fiducia e amore.

Nella staffetta America-Italia e viceversa, si svelano sotterfugi e a galla rimarranno solo le vere amicizie. Poi c’è Maika che in un certo verso contribuirà a mostrare la vera indole di Adele Lombardi. L’autrice sui social oggi rivela che con questo romanzo ha gettato ogni pregiudizio nei confronti dei tatoo. Forse lei è un po’ Aki e io sono un po’ Maika, ma soprattutto mi sento Nathan. Probabilmente sono un po’ presuntuosa, ma ho visto tutto lo stupore di Alessandra Cigalino il giorno che le ho mostrato questi…

Sono sempre assente, sempre di corsa, mi perdo tra i dettagli di un messaggio, ma mi basta un gesto per farti capire che sarai importante per sempre. ➡

Alessandra ancora una volta è riuscita nel suo intento: far arrivare le emozioni al lettore. Lei che sa metterci sempre il cuore, lo si percepisce anche in “Vuoi vedere che ti amo?”, dove si scorge anche l’inflessione della sua voce quando prende posizione come Aky, quando Nathan ostenta l’istinto di protezione… o in quella struggente lettera. Alessandra sa narrare l’amore, in ogni sua sfaccettatura e natura, con una semplicità mai scontata e banale. Che sia amicizia o un rapporto filiale, si percepisce l’importanza dei legami, e solo a leggerla ci si sente poi così… piccoli. Non so più che dire, oltre a un sentito grazie per la Maika ritrovata tra le pagine, con il ciuffo platino e quella premura a tratti logorroica. Non sarò mai l’amica perfetta, ma mi sforzo di esserlo ogni giorno.

Se non lo avete capito, dovete assolutamente leggerlo! ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close