Recensione in anteprima: “CONTROCANTO” di Sonia Sacrato

Torna il Gatto Pablo in Controcanto di Sonia Sacrato, con un altro avvincente giallo che segue “La mossa del Gatto”, entrambi targati Golem Edizioni.

“Geniale, spigliata e competente, la penna di Sonia Sacrato torna per lasciare il segno, con il suo marcato tratto giallo, pieno di sarcasmo e addolcito dai tormenti del cuore.”

Sinossi

Sono trascorsi sei mesi dalla conclusione avventura che ha visto Cloe affrontare un “cold case” tra le montagne Bellunesi e dibattersi tra due possibili relazioni. Ora gli amori sembrano essere evaporati e Cloe, insieme all’inseparabile gatto Pablo, si trova nella sua amata Torino per trascorrere quella che si preannuncia come una torrida estate. Ma dove c’è Cloe non può esserci tranquillità e incuriosita dalla storia di un violino “vagabondo” comincia ad indagare insieme ad Alex, nipote della cara amica che la ospita. La sconclusionata e improbabile coppia di “detective” si mette al lavoro per seguire le tracce lasciate dal misterioso violino ma, nel fare questo, si imbatte in situazioni che si riveleranno estremamente pericolose anche per la loro stessa vita. Tra drag Queen, abusi edilizi, echi della tragedia del cinema statuto, squallidi personaggi e, forse, un nuovo amore, sarà ancora il gatto Pablo a doverci mettere lo zampino…

Genere: Giallo
Collana: Le Vespe

Pagg. 200

Prezzo: 13,90 euro – 2,99 ebook

Disponibile in libreria dal 18 giugno 2020

Copia digitale gentilmente offerta dalla CE

Tempo di ferie, utile per riflettere e mettere ordine anche nella vita privata. Probabilmente questo è l’auspicio di Cloe Damiani, per l’insolita estate torinese. Qualche giorno di relax ospite dall’amica di sempre, non può portare nulla di “complicato”. Ma se abbiamo a che fare con un’insegnante dall’aspetto rockettaro, un gatto persiano nero come “consigliere” e un cuore che ballonzola dentro al petto, per un amore perso e un altro da recuperare… tutto può succedere!

Questi sono solo i primi indizi: per voi inizia ufficialmente l’indagine. Ma scopriamo qualcosa di più.

Un giovane. Bello, mente arguta, con un futuro brillante da giornalista con cui Cloe divide (in parte) la stessa casa. Deduzione: ospite anche lui di Cristina. Ma chi è? Qualcuno va ciarlando che sia la nuova fiamma di Cloe, effettivamente sono sempre insieme.

📌Un violino;

📌Drag Queen – belle da togliere il fiato, da far invidia a qualsiasi donna mortale – che si esibiscono in canti e balli seducenti in un famoso locale della città;

📌un omicidio.

Quale legame coesiste tra questi elementi? Ma soprattutto, Cloe e Alex sono solo a conoscenza dei fatti (considerando anche il lavoro del giovane), sono testimoni scomodi o direttamente coinvolti?

Cloe, in tutto ciò, rimarrà immune all’amore?

“Secondo me potrebbe piacerti: alto, castano, questi occhi verdi dallo sguardo tenebroso… E la barbetta, lo sai che io ho un debole per la barba. E un buon profumo.”

Pablo, Pablo… eh già, lui deve sempre metterci lo zampino. Non può esimersi dall’aiutare la sua padroncina o rendervisi complice. L’abbiamo già visto in azione, quando sono iniziate le avventure di Cloe Damiani. Se non avete le idee del tutto chiare, vi consiglio di partire da qui: La mossa del gatto. Una storia autoconclusiva, come lo è Controcanto, ma che getta le basi per una conoscenza approfondita della protagonista, comprese le vicende strettamente personali. L’avevamo lasciata con il cuore in subbuglio, tra l’amore di una vita per Fabrizio a quello consapevole e maturo per Sandro.

Ma qualcosa cambia e di conseguenza lo scenario che abbiamo in questo secondo romanzo si adatta alla nuova condizione – forse solo temporanea – della protagonista, che sta preparando il terreno per accogliere l’eredità di Montalbano. Geniale, spigliata e competente, la penna di Sonia Sacrato torna per lasciare il segno, con il suo marcato tratto giallo, pieno di sarcasmo e addolcito dai tormenti del cuore.

L’autrice usa lo stesso canovaccio in entrambi i romanzi: un omicidio da risolvere, chi lo compie e la vittima. Cambiano alcuni attori, che si muovono con sapienza e rivestono appieno i propri ruoli, a dimostrazione del carattere di cui sono dotati. Nella scena vengono sempre riportati alla memoria – attraverso i ricordi o il vissuto di alcuni personaggi – dei fatti realmente accaduti. Da Marcinelle all’incendio nel Cinema Statuto di Torino (13 febbraio 1983), oltre a mostrare una spiccata sensibilità, l’autrice riesce a fondere la fantasia a eventi che rimarranno per sempre nella storia, anche per le ingenti perdite. La narrazione rimane la stessa, che è completamente affidata alla protagonista quando è parte attiva nel testo. Nel corso delle indagini una voce fuori campo avrà cura di tenere il lettore inchiodato alle pagine, esponendo i fatti con dovizia di particolari… ma senza fare spoiler!

La mossa del gatto, Controcanto e… Un particolare del privato della Damiani ci fa sperare in un ritorno alle indagini, senza indizi per l’ambientazione e con un grosso dubbio da chiarire, già in partenza. Io ho già una mia ipotesi, vi invito a seguire le orme di Pablo per rimettervi immediatamente al pari. Vi assicuro che non ve ne pentirete.

Grazie infinite a Sonia Sacrato, alla Golem Edizioni, e alla meravigliosa palla di pelo nero ❤ .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close