Recensione: “IL FATTORE SCATENANTE – LA COSCIENZA DI CAIN vol. 2” di Constance S.

Elisa Mura torna a parlarci di Cain (La coscienza di Cain) e “IL FATTORE SCATENANTE”, edito Genesis Publishing.

“Un secondo volume imprevedibile e ricco di sorprese che tengono col fiato sospeso, con qualche rivelazione in più, personaggi sempre ben caratterizzati e mai banali.  Si sa che ho un debole per quel cattivello di Cain, che  farà una scelta sorprendente.
Se non avete letto il primo, e amate l’urban fantasy, siete sempre in tempo a farlo.”

Sinossi

Il seme della consapevolezza si è ormai radicato in Cain.
Qualcosa era già cambiato nell’Ingannatore di anime, facendogli provare sentimenti sconosciuti. Col tempo, aveva imparato a gestirli. Era in grado di seppellire quelle sensazioni e di ignorare i segnali del cambiamento, mantenendo il controllo.
Ma ora non può più fingere. Una terribile tragedia giunta come un fulmine a ciel sereno è il fattore scatenante che getta l’Ingannatore di anime nel caos.
Il dolore è un tizzone ardente piantato nel suo cuore di tenebra. Cain si graffia il petto con gli artigli, ma non riesce a liberarsi del rimorso.
Gli argini si sono rotti. Cain non è in grado di gestire le emozioni che lo travolgono come un fiume in piena, rischiando di farlo impazzire.
Per la prima volta è costretto a chiedere aiuto. Da solo non può farcela e non riesce più a tenere a freno l’attrazione che prova nei confronti di Alexandra.
La vuole disperatamente. Anche se è sbagliato.
L’Ingannatore di anime ha fatto la sua scelta, ma gli errori si pagano e quando il destino presenta il conto, Cain non si sottrae alle proprie responsabilità. È disposto a tutto pur di proteggere Alexandra dalle grinfie degli spiriti antichi a cui lui stesso l’ha promessa.
Tuttavia, ancora non sa che un misterioso Riequilibratore, giunto da un’epoca remota, lo sta osservando attraverso le fiamme del fuoco sacro della redenzione.

Titolo: Il fattore scatenante- La coscienza di Cain vol 2
Autore: Constance S.
Editore: Genesis Publishing
Genere: urban fantasy

Ritornano finalmente Cain il mezzo demone e Alexandra, la ragazza a cui ha rubato l’anima, nati dalla penna di Constance S., un’autrice che ho imparato ad amare per la sua semplice essenza e la sua spiccata fantasia nel mettere insieme  una trama notevole quanto originale.

«Promettimi che tornerai» disse Alexandra, corrugando la fronte.

«Gli Ingannatori di anime mantengono sempre la parola data, giusto?»

“Giusto, ma non stavolta.”

Esiste un equilibrio naturale che non dev’essere toccato o ci saranno delle conseguenze. 

Vedetelo come un ago della bilancia. Se una parte pesa di più, l’altra atterra.
Il demone Rafael è pronto a danneggiare questo equilibrio per ottenere ciò che brama, mentre il nostro Cain è a un bivio sulle sue scelte: proseguire nel suo intento di trasformarsi in un demone completo o salvare Alexandra da un destino già prescritto?

“Cain e Alexandra. Troppo distanti siete voi e al di fuori di ogni equilibrio. Non potete trovarvi.”

Il nostro affascinante e oscuro protagonista a stento riesce a trattenere le sue emozioni, complice un fattore scatenante che lo sconvolge; un evento tragico che non era in grado di prevedere, che coinvolge una persona a cui, nonostante i suoi modi bruschi, Cain era affezionato.

Aggiungiamo poi al tutto il sentimento sopito per Alexandra, un’attrazione che tenta in ogni modo di schiacciare, per poter proseguire il suo percorso, una strada che lo porterà a farle del male.
Alexandra, discendente di una stirpe piuttosto ingombrante, intanto, non ha intenzione di abbandonare ciò brama di più: continuare lo studio della musica, anche se attorniata dall’instabilità. Prova per il mezzo demone le stesse sue emozioni e non riesce a riservargli una totale sfiducia, benché venga costantemente ingannata da lui, e le sue certezze stiano vacillando.
D’altro canto la Milizia che l’accerchia è sempre in agguato per combattere in nome della giustizia e pronta a mettere i bastoni tra le ruote sia a Cain che al suo padrone demoniaco. 

Ma non tutti sembrano del tutto contro di lui, come il saggio Elia, anche lui conosciuto nel primo volume, e il nuovo arrivo Sebastian, una figura molto particolare poiché incarna il Riequilibratore, ovvero colui che placa lo squilibrio e tiene a bada gli spiriti della natura, sebbene non gli sia concesso di schierarsi tra le due parti contendenti.

«Verrà il Riequilibratore. Egli ristabilirà l’ordine che ho infranto e porrà rimedio ai miei sbagli affinché tutto possa tornare come prima.»

Sebastian è davvero un personaggio che suscita attenzione al suo apparire, ha un passato e un risvolto curioso, ed è un nuovo componente della storia che ha molto da offrire.
Un secondo volume imprevedibile e ricco di sorprese che tengono col fiato sospeso, con qualche rivelazione in più, personaggi sempre ben caratterizzati e mai banali.  Si sa che ho un debole per quel cattivello di Cain, che  farà una scelta sorprendente.
Se non avete letto il primo, e amate l’urban fantasy, siete sempre in tempo a farlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close