Recensione: “UN DUCA IMPREVISTO” di Sophie Jordan

Per A libro aperto mi è sembrato doveroso, in vista del terzo volume, recuperare il primo romanzo della serie che riguarda gli Autenberry. Tenete d’occhio Marcus di cui tornerò a parlarvi a brevissimo in Una moglie all’improvviso. Buona lettura con Un duca imprevisto di Sophie Jordan, per I Romanzi Mondadori.

41uT9yz66OL

Sinossi

Poppy Fairchurch è un’inguaribile sognatrice che per mantenere se stessa e la sorella minore Bryony lavora come commessa in un negozio di fiori. Qui s’invaghisce dell’affascinante duca di sognando addirittura che possa chiederla in sposa, finché un giorno accade l’impensabile. Il duca sbatte la testa, cade in un coma profondo e da quel momento una serie di equivoci spalancano le porte della nobile famiglia alla giovane Poppy, che viene scambiata per la sua fidanzata. L’unico a non credere che le cose stiano davvero così, ben conoscendo l’indole libertina del fratellastro, è Struan Mackenzie…

Titolo: Un duca imprevisto
Autore: Sophie Jordan
Genere: Romance
Editore: Mondadori
Prezzo: 3,99

Per Poppy Fairchurch, non è stato facile prendere quel bagaglio, e allontanarsi da tutto e da tutti, ricominciando da capo. Che poi quel “tutti” sembra un termine esagerato, se al mondo, dopo la morte dei suoi genitori, le è rimasta solo la sorella quindicenne. Una giovane donna che va protetta e che Poppy vorrebbe mantenere in quella “bambagia” nella quale entrambe sono cresciute. Un’infanzia fortunata, non per ricchezza, ma per amore.

Nonostante Poppy si debba arrabattare tra casa e il lavoro da fiorista, presso il negozio della signora Barclay, non perde mai il buonumore ma soprattutto…

“…il padre le aveva insegnato a sognare in grande. Se lui non lo avesse fatto a suo tempo con la loro madre, diceva sorridendo, lei e Bryony non sarebbero mai nate. Il padre aveva fatto male a incoraggiarla a fantasticare”.

Non smette di sognare, piuttosto le ali della fantasia volano lontano quando incontra un paio di occhi blu, capelli di un castano che virano al biondo… e quei modi così gentili che è sicura si possano sposare alla perfezione con le sue mille virtù. Che importa se lui è il Duca di Autenberry  e il divario sociale tra loro è incolmabile. Se c’è da sognare, allora lo si fa in grande!

Ma il destino, che spesso si è fatto beffe di lei, non smette, anzi stavolta ci si mette d’impegno. Basta un incidente ed una bacchetta magica a far si che si ritrovi davvero fidanzata con Marcus, il Duca. Solo che i conti vanno fatti con tutta la famiglia… e a Struan Mackenzie, che di conti in sospeso ne ha parecchi, proprio non portano!

“Più lei lo incuriosiva, e più lui si irritava, anche con se stesso. (…) Chissà come aveva fatto suo fratello a sedurre una donna con quel caratterino.”

Un amore insolito, una coppia che in comune non ha nulla. Se fosse vero, perché non si è preso cura, il Duca, di quelle due ragazze rimaste da sole? Domande che tormentano Struan come a turbarlo lo è ogni movenza di quella semplice e quasi insipida ragazza. Ma lei ha qualcosa di irresistibile. Sarà la sua sfrontataggine, la sicurezza che sembra avere, che insieme a quel rossore che all’improvviso le imporpora il viso…

“Potrei scommettere che non c’è nessuno che, conoscendovi, non vi abbia apprezzata. Siete una rarità. Non ce ne sono molte come voi.”

Un Duca, elegante e raffinato, ora anche indifeso. Dall’altra parte un’attrazione inspiegabile per uomo che sembra un vichingo selvaggio, senza maniere eppur così maschio, da provocarle sensazioni mai provate…

“Quando la guardava, lei si sentiva al centro del suo universo. Quando la toccava, aveva l’impressione di essere tutto per lui, la differenza tra la vita e la morte.”

Il primo è l’uomo dei suoi sogni, il secondo quello che li ha sconvolti. Ma il cuore di Poppy si arrenderà al destino che ha scelto per lei o ne seguirà il battito incessante?

Sono arrivata al terzo volume della serie e mi sono resa conto che per A libro aperto era necessario recuperare “Un duca imprevisto”, per darvi il quadro completo della situazione. Avendo letto tutti e tre i romanzi della serie, vi confermo in anticipo che non è necessario leggerli in successione, essendo autoconclusivi, ma un certo punto di Una moglie all’improvviso se non li avessi letti, avrei sentito la grossa curiosità di tornare indietro… e da lì è scaturita la voglia di regalarvi il mio pensiero dall’inizio della serie.

Una lettura che mi è piaciuta molto, che nonostante un paio di capitoli mi abbiano rallentato, poi sono corsa verso un finale… che ho trovato sorprendente! Tutto è sorprendente. Una famiglia, diciamolo, fuori dalle righe. Non parlo per Poppy che la vita le ha tolto quasi tutto, lasciandole però una sorella eccentrica quasi quanto tutti gli Autenberry. Tutta la storia è stata snocciolata alla perfezione e con sapienza, anche se in due o tre occasioni l’ho trovata ripetitiva. Niente di fastidioso tuttavia, da impedirvi la lettura. Il fuoco che vi accenderà la lettura scalfirà anche qualche etichetta, soprattutto le formalità concernenti la protagonista del secondo romanzo.

Una bella storia, intrisa di suspense e passione. Un romanzo pieno di speranza, che vi ricorda di seguire sempre il cuore… lo stesso messaggio dei prossimi, ancor più sorprendenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close