Recensione: “QUALCUNO DA DESIDERARE” di Mary Balogh

Ogni romanzo di Mary Balogh è una garanzia e sempre destinato a lasciare il segno. Qualcuno da desiderare fa parte delle ultime novità de “I Romanzi Mondadori”, disponibili in edicola e negli store on line dal 4 luglio.

Sinossi

Dopo la morte del marito, il conte di Riverdale, con cui ha vissuto per vent’anni senza sapere che era già sposato, Viola Kingsley è irrequieta e infelice sebbene circondata dall’affetto dei figli e di tutta la famiglia. Superati, o quasi, il dispiacere e la vergogna per essere stata privata del titolo nobiliare e del patrimonio, sente tuttavia che la sua vita è vuota finché un giorno, per caso, si imbatte in un vecchio spasimante respinto quattordici anni prima: Marcel Lamarr, marchese di Dorchester. Nonostante una fuga d’amore lontani dal mondo, però, nel giro di un paio di settimane il loro senso del dovere sembra avere di nuovo il sopravvento quando…

Titolo: Qualcuno da desiderare

Autore: Mary Balogh

Editore: Mondadori

Data pubblicazione: 4 luglio

Pagine: 319

Copia digitale gentilmente offerta dalla CE

“Una quindicina di anni fa mi avete respinto – disse Lamarr. – C’era un limite di tempo o vale tuttora?”

Quando si dice era destino e che il primo amore non si scorda mai. Anche se quest’ultima affermazione non è esattamente vera, visto che Marcel e Viola non sono mai stati insieme. Nessun contatto, nessun ricordo da condividere. Semplicemente un amore platonico – o più propriamente -, una mera attrazione fisica. Ma dopo quasi tre lustri si trovano lì, uno di fronte all’altra, a mettere le carte in tavola con due potenziali perdenti o vincitori. In palio un’estemporanea ed effimera felicità, seppur le promesse la dipingano come intensa e indimenticabile.

Lady Riverdale, a causa di un non matrimonio, si è spogliata del titolo e di ogni avere, e in veste di signorina Kingsley si è rinfrancata con l’affetto di una famiglia numerosa. Non ha perso dignità e neanche l’amore di un uomo, ma si trova a navigare in un mare di incertezze dove, a galla, emerge una proposta – apparentemente senza controindicazioni – ma rischiosa per l’incolumità del cuore; tenendo conto dei precedenti con quell’uomo così affascinante, conturbante, insolente e libertino…

Una porta da aprire, una strada dissestata da percorrere in direzione del paradiso. Ma ciò che le si prospetta non si avvicina nemmeno a quelle promesse buttate come carta straccia su di un tavolo; è molto più, perché mescolato all’inferno della paura, dei dubbi, della passione, di un sentimento che non si è mai scalfito ma che continua a modellarsi in quel cuore che sembrava malato, atrofizzato. Viola torna a una seconda vita, per poi morire di un dolore vero. Marcel continua a confermare il chiacchiericcio che si è formato intorno alla sua immagine:

“Non mi piace ferire le mie donne”

Quello che sapeva già e a cui si era preparata, ma che in fondo al cuore sperava di non essere: una tra tante, di quelle cui ci si stufa dopo una sola volta o poco più.

Ma forse non è come sembra, o semplicemente ci si vuol convincere che il cuore non si è ristupidito per una gonnella, o per un sorriso spontaneo e così vero…

“…la strinse forte, la baciò e in quel momento comprese che era l’inizio della fine. Non proprio la fine.”

Uno sporco inganno, un tranello. Di nuovo con le spalle al muro, a sostenere delle scelte non sue, che le avrebbe condizionato il resto della sua vita.

“Viola aveva il sospetto, anzi, era sicura che era arrivato l’inizio della fine.”

Si può passare un’esistenza a rincorrersi, a desiderare l’amore della propria vita, per poi lasciarlo andare? Per lui si tratta di piacere, per lei di sentimento. Nomi diversi per lo stesso battito, per quell’istante che scandisce la vita in cui le loro anime si fondono. Viola e Marcel non sanno che il destino ha previsto, per loro, un percorso lungo e tortuoso verso la felicità. Per arrivarci, entrambi devono far chiarezza nei propri sentimenti e nei rapporti con parenti e affini.

Un primo elogio va per l’interiorizzazione dei personaggi. Un lavoro scrupoloso per Mary Balogh che cuce addosso ai suoi protagonisti un passato, un presente e un futuro tra un tumulto di emozioni e un cammino di crescita profonda. Gli errori compiuti, da limiti si trasformano in opportunità; le paure assumono la forma di speranze; il timore di amare diventa anche voglia di ricevere. Nessun personaggio è secondario, sembra quasi che a ognuno spetti una fetta di gloria, che mi auspico arrivi presto.

I giovani Lamarr sono la più grande rivelazione, non solo perché li conosciamo bambini attraverso i vaghi ricordi del padre, per poi ritrovarli quasi adulti. Mostreranno una maturità sorprendente, grazie agli insegnamenti degli zii e all’influenza del genitore. Avranno un ruolo fondamentale e non potrete non amarli. Bella anche la sintonia che si andrà a creare con i nuovi venuti ma soprattutto con Abigail.

Il tutto ovviamente si sposa con l’esperienza linguistica dell’autrice, che si muove nel romance storico con una disinvoltura innata. Incanta con i dettagli, con la parlantina e l’andirivieni di tutti coloro che si muovono sulla scena. Sono tanti a sparlare, a dar gioia e a comprendere una situazione così fuori dal comune…

Un intreccio perfetto, che non mostra falle, ma che piuttosto vi farà stare svegli la notte per terminarlo, godendo in silenzio del vostro battito impazzito, e che si placherà sul romanticissimo finale.

Ricordatevi che non è mai tardi per essere felici. A ogni età è lecito sognare la propria storia d’amore, Qualcuno da desiderare.

Tutte le novità di luglio de I Romanzi Mondadori

Cliccate sull’immagine per visualizzare la segnalazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close