Recensione: “UN VIZIO INNATURALE” di K. J. Charles

“UN VIZIO INNATURALE” di K. J. Charles è il secondo volume di una serie imperdibile. Seppur autoconclusivi, seguono lo stesso filone… Romance storico, un mistero da scoprire, una travolgente storia d’amore, creano un intreccio meraviglioso. Grazie alla Triskell Edizioni.

Sinossi

Nelle sordide strade della Londra vittoriana, una passione indesiderata divampa tra due nemici giurati quando un letale segreto li costringe a collaborare.
Il giornalista d’inchiesta Nathaniel Roy è deciso a smascherare gli spiritisti, che sfruttano il dolore delle persone rese vulnerabili dal lutto. Il primo nome sulla sua lista è il cosiddetto Veggente di Londra, Justin Lazarus. Nathaniel si aspetta uno spietato truffatore da quattro soldi. Ciò che non si aspetta è di incontrare un uomo dal sorriso peccaminoso e con gli occhi di un angelo caduto, né che quello sfacciato imbroglione riesca a riaccendere il suo desiderio per la prima volta dopo anni.
Justin non prova alcun rimorso per le bugie che racconta durante le proprie sedute. I suoi sprovveduti clienti lo annoiano. Mentre l’ostile, scettico e assolutamente irresistibile Nathaniel è per lui una seducente sfida. E mentre lo scontro di volontà e di menti si surriscalda, Justin scopre di non riuscire a smettere di pensare all’uomo che è tanto determinato a rovinarlo.
Ma tra Justin e Nathaniel c’è ben di più della crescente ossessione che nutrono l’uno per l’altro. Si trovano entrambi coinvolti nei segreti di una famiglia aristocratica, e Justin è in possesso di informazioni che potrebbero rivelarsi fatali. Assediato da assassini e fanatici nella nebbia londinese, Justin si rende conto che Nathaniel è l’unico uomo di cui possa fidarsi. E forse anche l’unico che possa amare.

COLLANA: RAINBOW

Titolo: Un vizio innaturale

Titolo originale: An unnatural vice

Serie: Sins of the Cities #2

Autrice: K.J. Charles

Traduttrice: Chiara Fazzi

ISBN EBOOK: 978-88-9312-777-6

ISBN CARTACEO: 978-88-9312-774-5

Genere: Storico

Lunghezza: 274 pagine

Prezzo Ebook: €. 4.99

Prezzo cartaceo: € 12.00

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE

C’è chi è a caccia di notizie, chi a caccia di denaro; chi ha sete di giustizia, chi sempre di denaro: Nathaniel Roy e Justin Lazarus.

Il primo è giornalista – ed ex avvocato – e legalità ce l’ha scritto nel DNA. Mostrare al mondo i trucchi dei Medium è diventato un chiodo fisso. Inconcepibile pensare che degli impostori si prendano gioco del dolore altrui, di coloro che cercano un disperato appiglio con l’aldilà, ove si trovano i cari defunti. L’unica soluzione è andare direttamente sul campo, partendo dal veggente più “famoso”, più astuto e quindi più difficile da smascherare.

La giacca, dal taglio semplice, era un po’ logora ai polsi. Avrebbe potuto camminare per strada senza attirare l’attenzione, se non fosse stato per i suoi occhi. Erano grigi, grandi e luminosi, dal taglio a mandorla, dotati di lunghe ciglia e un’espressione attenta. Conferivano al suo volto troppo stretto qualcosa di strano, quasi elfico. Non propriamente malvagio, ma nemmeno buono. Un che di seducente. Non era un pensiero che Nathaniel faceva spesso.”

Un filo sottilissimo lega odio e amore. Prematuro per parlare di batticuore, ma il risentimento per ciò che Justin Lazarus rappresenta, stende un velo anche su quell’attrazione inaspettata, che scuote gli istinti acquietati da troppo tempo a causa di un dolore indicibile. Il veggente intravede in quel potenziale cliente un altro pollo da spennare, e avendone colto anche la vera natura… chissà che il nuovo venuto non risulti anche una fonte di divertimento.

Alterchi e insulti appena vengono scoperte le carte. Entrambi hanno segreti da nascondere, e l’uno per l’altro rappresenta una minaccia, fin quando non si trovano – senza via d’uscita – a dover “collaborare”. Non è un vero patto, piuttosto sembra uno scambio di favori tra nemici troppo vicini.

Si proteggono, si danno rifugio, si amano… e insieme riescono anche a combattere quelle ingiustizie tanto care a Roy.

“«Non ancora. Io ti conosco. Ti disprezzo, ti ammiro e ti voglio. Ѐ questa l’onestà che cercavi?»”

Se ho peccato lasciandomi sfuggire il primo volume della serie Sins of the cities, ho provato a rimediare prendendo in mano Un vizio innaturale. Grazie all’autrice, si riesce – dopo poche pagine – a fare i collegamenti necessari per intrufolarsi nella storia. Ѐ innegabile che ora ci sia una forte curiosità di conoscere i retroscena della vita di Clem – infatti ho già preso l’ebook – e vi consiglio quindi ti partire da Un’inattesa attrazione.

Siamo immersi nella fitta nebbia londinese, nel 1873. La scienza, l’industrializzazione, viaggiano di pari passo con l’occulto, che accoglie “seguaci” di ogni estrazione sociale; attorno a un tavolo di un medium potete trovare un medico, tanto un poveraccio che si priva dell’ultimo penny pur di riavvicinarsi con l’anima di un caro: qui si incontrano i protagonisti.

Scene assaporate in vecchi film e la maestria di K. J. Charles riusciranno a creare delle scene uniche nel vostro immaginario, tanto che vi sentirete spettatori in ogni istante. I giovani famigli vi entreranno nel cuore come cuccioli da proteggere, nonostante verrete spiazzati dalla loro astuzia, dietro istruzioni del famigerato veggente.

“«Ascolta, fingiamo che tu sia il bravo figlioletto di un arcivescovo invece di uno stronzo senzadio. Dimmi, crederesti a Justin Lazarus?»”

Ma chi sono Nathaniel e Justin? Come avrete già capito sono agli antipodi, e appunto per questo l’uno necessita dell’altro. Un giornalista – estremamente ricco, grazie alla posizione di spicco che riveste il padre -, che seppur indignato dalla vita non esemplare del veggente, ha una voglia matta di riscattarlo in società… questo però dopo aver risolto il giallo!

Questa è la meraviglia, la commistione di emozioni che il romanzo saprà darvi, per mistero, suspense e la passione travolgente.

Il momento che ho amato di più? Scoprire che per amore saresti disposto quasi a scendere a compromessi, o a rivoluzionare la vita. Sì è vero, chi non l’ha fatto cambiando città o lavoro… ma leggere i turbamenti e le emozioni dei personaggi attraverso la penna dell’autrice, vi scioglierà il cuore. Questo avviene quando i personaggi hanno un’anima propria. Dovete assolutamente leggerlo, perché non è solo una tormentata e meravigliosa storia d’amore.

Il sentimento che provava per lui gli avrebbe strappato via il cuore e la spina dorsale, lasciandolo sanguinante e in frantumi, perché Justin era uno stronzo ambiguo e illuso, che desiderava cose che non aveva il diritto di possedere.”

Vi occorrono altri motivi? Provate a svolgere le indagini con Roy e Justin, cercate assassini e imbroglioni. Scavate in fondo agli animi dei protagonisti e scoprirete quanto in fondo sono uguali: sensibili, rispettosi, premurosi e anche temerari se ci pensate bene 😉. Adoro Un vizio innaturale, complimenti a K. J. Charles.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close