Recensione: “NON MERITO IL TUO AMORE” di Samantha L’Ile

La bravissima Emma Altieri ha letto, per A libro aperto, “NON MERITO IL TUO AMORE” di Samantha L’Ile, edito Words Edizioni.

“Ho trovato in questo romanzo molti spunti di riflessione. È una trama sicuramente non comune e ci sono argomenti davvero duri da affrontare.”

Sinossi

Camilla è una donna segnata da cicatrici interiori causate da un passato che le ha tolto tutto. Finge una parvenza di serenità solo per il bene dei suoi genitori e, per accontentarli, accetta di partire per una vacanza in un paesino di montagna, dove i pettegolezzi sono all’ordine del giorno e chiunque riceve presto un soprannome. Lì, in una baita isolata, vive Il Fulminato, un misterioso forestiero ustionato dalla scarica di un fulmine. Camilla lo incontra per caso lungo il sentiero dove, spaventata da un branco di lupi e dall’aspetto minaccioso dell’uomo, cade a precipizio. Proprio lui la soccorre e Camilla capisce che Stefano, così si chiama il suo salvatore, è solo un uomo ferito e dall’animo gentile. Attratti l’uno dall’altra, preda di una passione incontenibile, iniziano a frequentarsi scatenando inevitabilmente i pettegolezzi in paese. Fino a quando il passato, sotterrato sotto un cumulo di verità taciute, verrà a galla all’improvviso.

Non merito il tuo amore è una storia intensa e drammaticamente romantica, che mette a nudo due anime ferite, certe di non meritare amore ma del tutto incapaci di resistervi.

Titolo: Non merito il tuo amore
Autore: Samantha L’ile
Editore: Words Edizioni
Genere: Romance contemporaneo

“Tutti avevano pensato il contrario della verità, identificando lei con la bella e lui con la bestia. Ma era esattamente l’opposto.”

Quando arriva nel paesino di montagna, in una sorta di esilio forzato, Camilla capisce fin da subito che la sua vita sarà messa sotto osservazione dalla mattina alla sera. I pettegolezzi in una realtà piccola come quella corrono veloci e nessuno può esserne immune. Tutti hanno un nomignolo e soprattutto tutti sanno tutto. Ogni mattina Camilla si trascina fuori dal letto e cerca di essere cordiale e sorridente con tutti, nascondendosi dietro un sorriso finto. In realtà non sente più nulla, ha perso il gusto per la sua quotidianità quando quello che amava di più al mondo le è stato strappato via. Tutto il paese la chiama La vedova bianca, ma lei sa che non sanno tutta la verità, altrimenti non la tratterebbero con riguardo. Tutto cambia il giorno in cui, sul suo cammino, Camilla incontra un uomo dal passato segnato proprio come il suo, Stefano, soprannominato Il fulminato per colpa delle cicatrici che si è guadagnato essendo stato sfiorato da un fulmine. Tuttavia, non sempre la verità è quella che ci ritroviamo davanti agli occhi. Camilla e Stefano avranno diritto a una seconda possibilità? Lo scoprirete solo leggendo!

“«Il potere del pettegolezzo è immenso. Persino gli alberi sparlano qui» disse leggendole nel pensiero.”

Quante volte nella nostra vita ci siamo chiesti se davvero meritavamo quello che avevamo? Sicuramente più di una. Questo romanzo parla di seconde possibilità, ma non solo. Purtroppo, ci sono eventi che ci segnano profondamente e non sempre il nostro cuore riesce a reggere il colpo. Alcune perdite sono più grandi di altre e Camilla pensa di non meritare la sua seconda possibilità perché è responsabile della sua prima grave perdita. Sulla sua anima pesa un rimorso enorme e tutti i giorni crede che avrebbe dovuto essere lei a perdere la vita invece dei suoi cari. Quando incontra Stefano, segnato sia nell’animo che nello spirito dalla vita, Camilla ricomincia a provare sentimenti che credeva persi ormai da anni e tutto cambia forma e colore. Purtroppo, però, lei non crede di meritare il suo amore. Stefano si ritroverà con un compito davvero difficile: far capire a Camilla che è degna di amare e di essere amata di nuovo.

“La fissò per un lungo istante e alla giovane mancò il respiro, persa in quegli occhi chiari che risaltavano nella stanza poco illuminata…”

Ho trovato in questo romanzo molti spunti di riflessione. È una trama sicuramente non comune e ci sono argomenti davvero duri da affrontare. L’autrice è stata molto brava a narrarli con le dovute attenzioni anche se, purtroppo, ho trovato che in alcuni punti la narrazione si sia un po’ rallentata. Sono sicuramente argomenti molto complessi che richiedono grande analisi, ma dal mio punto di vista, avrei preferito una trama leggermente più fluida. Ciò non toglie che io possa consigliare questa lettura perché coinvolge e aiuta a riflettere su cose che molto spesso vengono date per scontate. 

Quattro libricini per un romanzo davvero molto profondo e intenso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close