Recensione: “L’ULTIMA META” di Roberta Damiano

La prima bellissima e perfettissima recensione di Serena Brucculeri, che a sorpresa fa un omaggio a Roberta Damiano per “L’ULTIMA META”, romanzo edito da ODE Edizioni.

Rayan e Kristel. Così diversi, eppure, così legati. Un amore indissolubile che dovrà fare i conti con la perfidia e la cattiveria. Una storia mai banale, ma ricca e generosa di sentimenti. Brava Roberta. Ne consiglio al lettura a tutti.

Sinossi

Kristel Anderson ritorna nella sua terra di origine per salvare l’unica cosa che per lei conta davvero.

Ryan Coleman, il miglior quarterback dei Giants, è nel pieno del suo successo quando uno scontro in campo lo porta al riposo forzato.

Entrambi si ritrovano a Jackson, a vivere l’uno di fronte all’altra come quando erano bambini.

Ricordi, emozioni e sentimenti repressi torneranno prepotenti e li porranno di nuovo davanti a una scelta: le loro strade si separeranno ancora?

Titolo: L’ultima meta

Autore: Roberta Damiano

Editore: ode edizioni

Genere: sport romance

Prezzo ebook: € 2.99

Prezzo cartaceo: € 12.99

Data pubblicazione: 24 agosto

Serie: no

Autoconclusivo: sì

Kristel ha sedici quando tutto ha inizio: una famiglia che la ama, un avvenire davanti a sé, tanti sogni da realizzare. E l’amore. Quello con la A maiuscola. Quello per cui nutri sogni, disegni progetti. L’amore che sa di profumo, baci umidi e abbracci sotto le stelle. L’amore che ti fa guardare lontano, mano nella mano, in una stretta al sapore di sempre. Poi, d’un tratto, tutto precipita. Kristel si ritrova ad affrontare una realtà più grande di lei, e sotto minaccia, sparisce da Raymond, paese in cui è nata e cresciuta, e scappa lontano. Lontano dagli affetti, dalle sicurezze. Lontano da Lui.

La vita sarà tutta in salita per lei, la ragazza dovrà fare i conti ogni giorno con un misero stipendio, le tasse, l’affitto. Enormi sacrifici per salvaguardare la sua più grande ragione di vita, che vive insieme a lei.

Quando, dodici anni dopo, torna al paese natale, tutto è rimasto immutato, eppure, molte cose sono cambiate. Deve fare i conti con una madre delusa e arrabbiata, un padre ignaro e paziente. E la sua vecchia fiamma, famoso quarterback, che, a causa di un incidente sul campo, è costretto a un lungo periodo di riposo, nella sua casa di Raymond, casa che è di fronte a quella di Kristel. Solo un laghetto a separarle.

Tutto ritorna in modo così impetuoso, travolgente, che i due ragazzi verranno messi con le spalle al muro. Rayan, prossimo alle nozze, dovrà tenere a bada l’attrazione e i sentimenti che tutt’ora prova per Kristel; la ragazza, dal suo canto, proverà in ogni modo a tenerlo lontano e a custodire un segreto che la opprime ogni giorno di più.

Eppure si amano ancora, è così palese, e tra le righe del romanzo si respirano in modo perfetto i sentimenti che animano, mano a mano, i nostri due protagonisti.

“Era più bello che a venti anni, lo aveva intravisto spesso in televisione o sui giornali dedicati allo sport, ma aveva sempre cercato di dimenticarsi di lui. E adesso, averlo davanti a sé, le faceva dolere il muscolo che batteva al centro del petto, accelerando solo per lui. Era da mozzare il fiato. Aveva capelli corti, un po’ ricci, tendenti al biondo e gli occhi grigi che la stavano osservando con malcelata curiosità.”

Il primo amore non si scorda mai. E come potrebbe essere il contrario? Il nostro quarterback lo sa bene, così come la ragazza dagli occhi scuri e le forme sinuose, che accende in lui ogni desiderio.

Roberta Damiano ha saputo narrare una storia bella, piena di emozioni dalle mille sfaccettature: rancore, delusione, gioia, speranza, bisogno, nostalgia, vendetta, fiducia e amore. Immergermi tra le pagine di questo libro è stato come fare un viaggio sulle montagne russe. Non mancano i colpi di scena, la tensione, la sofferenza. E ancora la passione, la tenerezza. E di nuovo la passione. Tutto concentrato qui, in questo romanzo. Roberta scrive in terza persona, i punti di vista sono ben definiti e rendono chiaro lo sviluppo dell’intreccio, ben pensato e confezionato a regola d’arte. Niente è lasciato al caso, tutto è studiato per regalare coerenza al lettore, ma anche forti emozioni. Ho riso e mi sono commossa. E ho sperato, tanto, fino alla fine.

“Rayan immaginava il suo cuore come una bomba a orologeria che contava i minuti alla rovescia prima di esplodere con un grosso boato e distruggere tutto ciò che lo circondava. Non provava quelle emozioni da troppo tempo. Sembrava che negli anni passati senza di lei non avesse mai vissuto a pieno la sua vita.”

Rayan e Kristel. Così diversi, eppure, così legati. Un amore indissolubile che dovrà fare i conti con la perfidia e la cattiveria. Una storia mai banale, ma ricca e generosa di sentimenti. Brava Roberta. Ne consiglio al lettura a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close