Recensione: “SANGUE PURO” di Ilaria Varese

La nostra Simona La Corte con “SANGUE PURO” di Ilaria Varese – edito La Corte – vi da un assaggio della serie Winter fe’. Andate a leggere per iniziare a innamorarvi…

Sinossi

Ormai sedicenne, Gwen è stanca di sentirsi un’emarginata nel branco: la bambina prodigio partorita da una lupa la prima notte di Winter Fe’ si è rivelata difettosa, incapace di trasformarsi. Così convince suo fratello Chase a morderla in forma animale nella speranza di subìre il contagio. Le cose però non vanno affatto come previsto e si ritrova in fin di vita. Solo Roderick, suo padre, capirà proprio in questo frangente qual è il grande potere di sua figlia e, tenendo per sé questo enorme segreto, giurerà di proteggerla a qualunque costo. Dagli altri, e da se stessa.

Titolo: Sangue Puro

Autore: Ilaria Varese

Editore: La Corte

Genere: Fantasy

Pagine: 35

Prezzo: 0,99

“Devo proteggere il mio Winter Fe’.
Una maledizione, e il mio dono più grande.”

Queste parole riassumono al meglio il destino della protagonista della “Winter Fe’ saga” di Ilaria Varese, un urban fantasy pieno di avventura e colpi di scena. Una storia che narra di lupi mannari, di maledizioni, ma anche di amore.
Questa recensione, però, è dedicata allo spin-off della serie che fa da ponte tra il primo volume “Luna d’inverno” e il secondo “Bacio di fuoco”.
In “sangue puro”, l’autrice approfondisce degli episodi che si svolgono nel primo libro, ma vengono anche svelati dei retroscena legati agli eventi antecedenti la storia (non per questo, però, è da considerarsi un prequel).
Conosciamo meglio Roderick (il padre di Gwen) e i motivi che lo hanno spinto a compiere determinate scelte; l’amore di una madre che non vuole rinunciare alla propria figlia, sfidando così il branco e le sue regole; il senso di colpa del fratello della protagonista, Chase, che si trova a lottare tra il buonsenso e la richiesta disperata di una sorella stanca di sentirsi esclusa. Infine l’amore di Gwen per quel ragazzo che non la accetta (in apparenza?), come non è accettata dai lupi. Perché Gwen non appartiene a nessuna delle due specie… Non è né lupo, né umana, ma possiede comunque un dono che la rende speciale.
Se, come me, avete già letto il primo, non vi resta che lasciarvi accompagnare dallo stile avvincente dell’autrice che con questo breve spin-off prepara il lettore ad affrontare le intrigate vicende che coinvolgeranno Gwen e Chase nel secondo romanzo della serie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close