Recensione: “LA DISTANZA CHE CI SEPARA” di Monique Scisci

La recensione di Daniela Tess vi assicuro che non vi lascerà dubbi e correrete ad acquistare “LA DISTANZA CHE CI SEPARA” di Monique Scisci, edito Newton Compton. Allora, cosa aspettate???

La distanza che ci separa di [Monique Scisci]

Sinossi

Un sentimento corrotto dal male
Due cuori tenaci persi in un labirinto di inganni

Keegan e Isabelle sono entrambi vittime degli abusi subiti nell’orfanotrofio di Abbeville, in Louisiana. Nel tempo il legame tra i due ragazzi si è trasformato in un sentimento profondo e quando lei viene adottata da una famiglia abbiente, per Keegan sembra giunta la fine di un’epoca e il suo cuore inizia a inaridirsi.
Trascorrono vent’anni senza che nessuno dei due sappia nulla l’uno dell’altra. Isabelle ottiene ottimi risultati sul lavoro grazie al suo innato istinto investigativo, ma nella vita privata sceglie sempre uomini sbagliati. Mentre Keegan, che ha seguito la via del crimine ed è entrato nel narcotraffico messicano, salta da una donna all’altra e considera il sesso la sua unica valvola di sfogo.
Quando gli viene affidato l’incarico di uccidere a sangue freddo un agente dell’FBI, Keegan non se lo fa ripetere e parte per Arlington insieme ai suoi uomini.
Isabelle, nel frattempo, viene richiamata a Quantico per unirsi alla task force messa in piedi dalla DEA per sconfiggere il cartello di El Mante.
Giunto in Virginia, Keegan individua il suo obiettivo e dopo un pedinamento serrato è pronto a portare a termine il lavoro. Ma qualcosa va storto. La persona che ha di fronte altri non è che Isabelle, la sua Isabelle, e il mondo gli crolla addosso. Il sentimento riaffiora nei loro cuori con prepotenza. Dopo anni trascorsi a cercarsi invano, sono finalmente insieme, ma dalla parte opposta della barricata. Lei, combattiva e dotata di un forte senso di giustizia. Lui, ribelle, spietato e dedito a trasgredire tutte le regole. Sapranno trovare il coraggio di vivere liberamente il loro amore così come si erano promessi?

  • Titolo: La distanza che ci separa
  • Autore: Monique Scisci
  • Editore: Newton Compton
  • Data pubblicazione: 9 settembre 2020
  • Pagine: 416

Copia digitale gentilmente offerta dalla CE

Questo romanzo della Scisci non è il classico “romance”; pur raccontando di una storia d’amore è molto di più: è un vero e proprio viaggio nei recessi, anche più torbidi, della psiche umana, un’ avventura ricca di pathos e adrenalina. Keegan e Isabelle si ritrovano, da bambini, rinchiusi in un orfanotrofio. Sono profondamente soli, seppur per motivi diversi, due anime spezzate, pure eppure già “corrotte” dal male degli adulti.

Piluccarono il riso scondito insieme, un boccone ciascuno e Isabelle si sentì al sicuro al fianco di Keegan, tanto che per un attimo dimenticò dov’era e perché era finita in quella prigione. Lui aveva una voce gentile e modi delicati, riusciva a metterla a suo agio nonostante il dolore, il vuoto che sentiva nel petto e la solitudine in cui suo malgrado era precipitata. Keegan sorrideva e la sua bocca era perfetta.

Due cuori buoni e generosi che quando si conoscono non possono non innamorarsi l’uno dell’altra. Keegan diventa ben presto il protettore di Isabelle e cerca di difenderla come può, sacrificando a questo scopo la sua salute fisica e mentale. L’orfanotrofio in cui vivono è un luogo dell’orrore, dove chi dovrebbe dare amore infligge il peggiore dei mali.

Non ci si innamora a nove anni, ma il suo cuore prese a battere per quel ragazzo alto e magro dai capelli arruffati, con le labbra perfette, il volto spigoloso e lo sguardo profondo. Divennero una bolla in cui rifugiarsi e si tennero stretti per superare l’orrore. Incisero le loro iniziali su un albero e le chiusero in un cuore. Keegan era tutto fuorché romantico, ma a lei concedeva il lusso di sognare. Lui la salvò dall’inferno.

Tutto questo finché Isabelle, un giorno, non viene adottata da una famiglia ricca e la sua strada si divide definitivamente da quella di Keegan, che resta solo e disperato. Passano gli anni e la nostra protagonista è diventata una giovane donna piena di ideali: la sua immensa sete di giustizia l’ha portata ad entrare nell’FBI: è determinata, capace, sveglia ed intelligente.

Ma non ha mai dimenticato il suo primo, platonico amore.

C’è un mondo dentro di me, demoni che ho costretto in un armadio dedicando anima e corpo al lavoro, ma io sono molto più di questo e anziché nascondere il passato sotto il mantello dell’invisibilità, avrei dovuto usarlo per evitare di sbagliare ancora. L’unica persona su cui potrò sempre fare affidamento sono io, come mi ha insegnato Keegan, e posso farcela da sola.

Keegan, invece, è rimasto nell’orfanotrofio: per lui nessuna “redenzione”, nessun salvataggio, ma da adulto, una strada di successo nel crimine organizzato.

Mi definiscono un perfezionista, in molti cercano di imitarmi, ma la verità è che nessuno può essere come me. Anche i killer più spietati si aggrappano alla vita, io no. Io non ho paura di morire, ci sono cose peggiori. Ho già sperimentato l’inferno, non serve crepare per bruciare tra le fiamme. 

Anche lui non ha mai dimenticato quella bambina, quell’ “amica” speciale. Ed è proprio durante una sua missione che inaspettatamente la ritrova. Il loro incontro è tanto imprevisto, scioccante, quanto commovente e drammatico: lui ha avuto l’incarico di ucciderla, ma come potrebbe uccidere l’unica persona che gli ricordi cosa significhi avere un cuore? Che è stata da sempre lo scopo della vita? Eppure deve dimenticarla, perché si trovano su fronti opposti: lei quello del bene, lui del male.

La verità è che non so cosa voglia dire amare senza dolore e ora capisco perché. Per me l’amore è una maledizione. Nel male rincorro il bene.

La Scisci è stata eccellente nel descrivere i tormenti di due anime “rotte” che solo insieme “si ricompongono”. La narrazione procede alternando i pov di diversi personaggi, tra presente e ricordi passati, in un crescendo di ritmo che accompagna la crescita dei sentimenti e del desiderio tra i protagonisti. Riusciranno Isabelle e Keegan a stare insieme? Come conciliare i due mondi opposti a cui sembrano appartenere?

Ci siamo amati di un amore infantile, scevro di malizia. Abbiamo camminato tenendoci per mano, ci siamo promessi il mondo per poi perderci nel mare della vita. E ora, siamo di nuovo insieme.

L’autrice costruisce un intreccio avvincente, come un puzzle di tessere apparentemente sparse ma che alla fine troveranno un incastro perfetto. La scrittura è fluida, le scene d’amore appassionanti e coinvolgenti, con un grado di sensualità più elevato che ben calza al tipo di narrazione. Si susseguono numerosi colpi di scena che stupiscono. Nulla è come sembra. La “corsa” contro il tempo di Keegan e Isabelle diventa la nostra: soffriamo con loro, palpitiamo con loro, vorremmo entrare nelle scene così vivide e reali da farci sentire coprotagonisti per aiutarli, sostenerli, perché un amore così “puro” e totale non può non trionfare, seppure nato nel dolore, come un fiore delicato nel fango. Il fiato sospeso ci accompagna fino all’ultima pagina, ad un finale non scontato ma originale e che mi ha pienamente soddisfatto. Lo consiglio a tutti gli amanti dei rosa con elementi di suspence, a chi predilige storie complesse con tanta avventura e adrenalina, a chi ama la descrizione dei sentimenti e l’introspezione psicologica, a chi adora leggere di amore difficili ma profondamente commoventi. Chapeau per la costruzione di un prodotto complesso e perfettamente riuscito.

mi accorgo che sono sempre stata a metà senza di lui. Posso vivere o morire, non mi importa, lui è qui, questo è ciò che conta. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close