Recensione: “La MalaDanza” di Folgorata & La Pizia

Una lettura fantasiosa, riflessiva, profonda, intrisa d’amore. Semplicemente imperdibile La MalaDanza, di Folgorata & La Pizia, Ophiere – Mamma Editori.

Sinossi

Una postina ventitreenne, bisbetica e afflitta da ogni tipo di allergia, deve affrontare l’arrivo dell’Apocalisse. Ma in paese giunge uno straniero biondo, suadente e con gli occhi color temporale.
Magnetico e sfuggente, Belforte non è tuttavia quello che sembra e, con la Peste alle porte e il moltiplicarsi di presagi inquietanti, la fine dei giorni sorprenderà Malva tra capo e collo. Anzi, giusto all’altezza del cuore.
Perché quando la via del destino incrocia quella dell’amore, è la forza dei sentimenti a fare la differenza tra salvezza e distruzione totale.
La Morte potrebbe aver commesso un errore cruciale e questa potrebbe essere la sua più grande fortuna.

  • Titolo: La MalaDanza
  • Autori: Folgorata e La Pizia
  • Editore: Ophiere
  • Data pubblicazione: 10 ottobre 2020
  • Pagine: 227
  • Prezzo: ebook 4,90; cartaceo 8,90.

Malva è cresciuta osservando allo specchio una ragazza normale, decisamente anonima, con un lavoro acquisito quasi per diritto, come fosse un titolo nobiliare. Ma un bel giorno tutto cambia, tranne il problema con le allergie, che andranno a confondersi con i nuovi eventi…

“Ero un’illusa. Per una postina ventitreenne, al momento mostruosa e di umore pessimo, lo straniero era un sogno proibito. (…) Da postina potevo affermare che tra le colline del Montefeltro una roba così non si era mai vista, neppure con tutte le cose assurde che succedevano ultimamente.”

Trebbio della Sconfitta conta poche anime, tutte riconoscibili, con nomi, cognomi e soprannomi; è impossibile che un volto sconosciuto passi inosservato, se poi sono quattro…

Un bellissimo esemplare biondo dagli occhi grigi come il temporale e i suoi soci, sembrano nascondere qualcosa, dando la sensazione di essere coinvolti in qualche traffico, commerciando animali e armi; Belforte, in particolare, viene additato come l’untore, colui che diffonde in paese la “peste”. No, non siete impazziti, avete capito bene, d’altronde un anno fa se qualcuno vi avesse detto che sarebbe arrivata una pandemia, ci avreste creduto? Ora vi sfido a buttarvi tra le pagine e a non vedere lo straniero come tra i primi malati di covid, perché questa è una storia del tutto diversa e molto particolare!

“A Gubbio stanotte hanno messo il coprifuoco. Sono tutti in quarantena, non si può lasciare la città. (…) È la Secca, è arrivata anche qui. È già a Cortona, per certo, ma ora anche a Gubbio…!”

Le mascherine riescono a fermare i contagi, ma non lo sbocciare di nuovi sentimenti; battiti implacabili, corrisposti ma sbagliati. Belforte rappresenta il male per Malva, eppure la saggia Antonia, sua madre, sembra appoggiare questo amore affiorato come per magia e previsto dal destino.

«Perché lui è l’unico che ti può salvare. Te lo dico da mesi che sarebbe successo. È il momento.»

«L’Apocalisse? Sì, certo, hai ragione, siamo in un accidente di caos»

Questo per voi è il momento di sapere chi è Belforte, ma non sarò io a farlo; non sarà neanche complicato arrivarci, grazie al meticoloso lavoro delle autrici, che fin dal primo rigo rapiscono il lettore infarcendolo di curiosità. Vi farete un sacco di domande, non capirete in che epoca fanno parte i protagonisti; il mercato sembra riportare indietro nel tempo, non si nominano le nuove tecnologie – che restano sottointese con tipo “potevi chiamarmi, hai il mio numero” – sentirete di locande, ritrovandovi immersi nella campagna – tenetevi forti! – marchigiana, riportandovi con riferimenti per esempio a Gradara (che se ci siete stati, vi assicuro, immaginerete Belforte a suo agio con tanti mezzi di tortura!). Un romanzo in cui la fantasia davvero vola, spaziando tra il moderno, il mondo onirico, un mistero che avvolge creando una suspense incredibile; l’amore è quello impossibile, quasi si trattassero di creature diverse. Non si parla di vampiri o licantropi, non c’entrano proprio i diavoli, ma non escludete di trovarvi circondati da angeli…

“L’eco di mesi di guerre, e vittime, e disastri in tutto il mondo, le ambulanze fantasma e le grida dalle finestre mi sovrastano e mi impedirono di valutare ogni considerazione minimamente ragionevole, tanto da lasciarmi immobile a labbra schiuse in cerca d’aria.”

Una lettura imperdibile, per originalità, ma con i piedi ben piantati a terra, ascoltando di contagi e mezzi di protezione; vi ritroverete a riflettere, pensando a tutte le varie epidemie studiate anche sui libri di storia. Poi ritornerete lì, a Trebbio della Sconfitta, a vivere di un amore tormentato che per forza deve avere il lieto fine, nonostante l’Apocalisse. Amo Malva e Belforte, così diversi e affini; incantata da Antonia e incuriosita da ogni personaggio con il nome più impossibile.

Complimenti a Folgorata e La Pizia – dalle quali vorrei sapere chi-ha-scritto-cosa, curiosa come un gatto – per il linguaggio usato, per le grandi ricerche e l’immenso studio.

Grazie alle autrici per le infinite emozioni, e un abbraccio in particolare a Monica Montanari (Folgorata) per avermi contattata dicendomi “sai, è ambientato nel Montefeltro. Sono cresciuta nelle Marche, ci sono i maritozzi, le vitalbe…” Scoprirete che uso ne farà Malva di quest’ultime, di quanto ami la sua terra; grazie anche a lei per aver mostrato con i suoi occhi (il romanzo è interamente dal suo punto di vista) una parte della mia regione, che merita davvero di essere scoperta, vissuta!

Insomma, solo l’immenso amore dei protagonisti merita cinque libricini, e metteteci tutto il resto… Correte a leggere La MalaDanza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close