Recensione: “ONE MORE CHANCE” di Lorella Diamante

Non avendo potuto partecipare alla normale attività di Review Party, A libro aperto – A parole di Lolly Black (Lorena Nigro) – vi presenta ONE MORE CHANCE di Lorella Diamante.

Titolo: One more chance
Autore: Lorella Diamante
Editore: Dri Editore
Genere: Contemporaneo
Collana: Sport Romance
Pagine: 408
Data di uscita: 13 ottobre 2020
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 16,99 € circa
Info: ufficiostampa.drieditore@gmail.com

Un campione di football americano.
Una ragazza segnata da un vissuto crudele.
Un passato in comune, nascosto da inconfessabili segreti.

Il destino esiste?
Non lo so… forse solo per gli altri.
Io sono un vincente, ma lei è stata la mia più grande sconfitta.
Sono passati tanti anni eppure, quando la guardo, maledico ancora me stesso per essere stato così stupido.
Vorrei dirle la verità.
Vorrei che mi guardasse ancora come quella notte.
Vorrei riavvolgere il nastro e ricominciare da capo.
Sono Clayton Morgan e farei qualsiasi cosa per avere un’altra occasione.
La nostra occasione…

Mi sono immersa in questa lettura a cuor leggero, pur consapevole che il mio stato d’animo sarebbe cambiato da lì a poco. Già dalla trama, infatti, è facile capire come il vissuto dei due protagonisti sia complicato. Clay e Lia sono due personaggi che si insinuano nel cuore sin da subito. Seppur caratterialmente differenti, hanno qualcosa che li accomuna: il rimpianto e il tormento. Un passato condiviso, due anime spezzate, segnate da scelte che hanno logorato le proprie vite, piene di cicatrici indelebili che, solo insieme, saranno in grado di rimarginare. Una realtà diversa lo loro, anche familiare, che li vede alle prese con rapporti complicati da gestire, sentimenti taciuti e pensieri inespressi. Da una parte Lia, con un padre assente e una madre che sopporta le continue bugie e i tradimenti, dall’altra Clay che ha alle spalle una famiglia nobile, un padre che riveste un ruolo estremamente importante nella società e che non asseconda le sue scelte.

«C’era la politica che scorreva nelle vene di tutti i Morgan di sesso maschile. Io ero l’eccezione, o la pecora nera.»

Situazioni non facili da sopportare per chi, come Clay, ha la passione per il football e un sentimento così forte verso i colori della propria città. Altrettanto difficile è riuscire a tollerare la falsità con la quale, per anni, è abituato a confrontarsi.

«Solo tanti sorrisi di circostanza, un’altra cosa imparata tra le mura domestiche. Mio padre era capace di condannarti a morte con il sorriso sulle labbra.»

Ho apprezzato tantissimo il messaggio d’amicizia che traspare da questo romanzo, così come la lealtà e il sentimento che lega Lia e Isabel, ho adorato intensamente il rapporto che l’autrice ha costruito tra Clay e Dylan, l’affetto profondo che li unisce, il modo di spalleggiarsi, la condivisione di momenti importanti, il voler esserci sempre l’uno per l’altro.

Eppure, arriva il momento in cui, per forza di cose, le strade tendono a dividersi, e alcune scelte si abbattono improvvisamente come un uragano; così il mondo continua a crollare, a sgretolarsi, e le ombre e l’oscurità incombono sugli animi già scalfiti.

E se fosse l’amore la chiave di tutto? Se, per una volta, le fragilità nascoste sotto una montagna di muscoli venissero fuori?

Bugie e verità celate presto saranno motivo di nuovi scontri e litigi, ma il destino di Lia e Clay è già stato scritto e il passato burrascoso presto diventerà il nuovo presente.

«Si può giustificare tutto in nome dell’amore?»

«C’è chi ha ucciso in nome dell’amore, Clay. La letteratura è piena di storie così.» «E poi come si fa a continuare a vivere con la propria coscienza?» «Si impara a prendersi le proprie responsabilità e a perdonarsi.» «Allora insegnamelo, Lia, insegnami il modo giusto per farlo senza distruggere me stesso.»

Ma quando sembra che tutti i pezzi stiano ricomponendo l’intero puzzle, ecco una nuova tempesta che spazza via ogni certezza. Le incomprensioni e le contraddizioni saranno tante, ma lasceranno posto al riscatto e alla voglia di riprendere in mano le proprie vite.

Quante volte si poteva perdonare la stessa persona?

Tante, troppe… Soprattutto quando si ha la consapevolezza che il corpo non è più l’unica cosa in grado di offrire.

Mi complimento con Lorella Diamante per la profondità che ha saputo dare ai personaggi, anche a quelli secondari, e per la scrittura fluida e mai banale.

Avrete a che fare, dunque, con personalità in grado di aprirvi il cuore e capaci di insidiarcisi all’interno con prepotenza.  Siete pronti a conoscere la loro storia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close