Recensione: ERASMUS DI SANGUE di Nancy Urzo

Simona La Corte, per A libro aperto, ha letto ERASMUS DI SANGUE di Nancy Urzo.

  • Titolo: Erasmus di sangue
  • Autore: Nancy Urzo
  • Collana editoriale: Segreti in giallo
  • Genere: Thriller/Erotico
  • Pagine: 294
  • Cartaceo: € 9,99  E-Book: € 2,99 lancio (€0,99)
  • Uscita: 12 Ottobre 2020

Sinossi

Roma, primavera 2004.

Carolina e Sascha, ormai amiche inseparabili, arrivano in Italia per l’Erasmus. Insieme a loro ci sono Alvaro, Josè ed Estefan. Per i cinque studenti spagnoli è il momento del cambiamento. Della svolta. Carolina, in particolare, vive questa nuova esperienza di studi come una possibile profonda rinascita. Si lascia alle spalle un passato travagliato e rivaluta la sua amicizia con Sascha. Un’amicizia… pericolosa! Inoltre c’è Estefan. Cosa prova davvero per lui? E quell’ombra terribile che opprime Carolina è davvero dissolta? O il passato tornerà a chiudere i conti? Tra party, incontri inaspettati e orribili omicidi, l’Erasmus si trasformerà in un orribile delirio di sangue.

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE

Roma sarebbe stata un nuovo inizio. L’Erasmus mi avrebbe cambiato la vita.

Con queste parole, Carolina inizia la sua avventura a Roma come studentessa Erasmus, lasciando Barcellona con l’intenzione di mettere fine alla vita di eccessi cui era abituata. Lei, appartenente a una famiglia privilegiata, aveva scelto di seguire l’esempio della migliore amica Sascha e vivere in modo sfrenato, senza curarsi delle conseguenze che le loro azioni avrebbero avuto. Sesso, droga e alcol erano gli ingredienti fondamentali di quel “divertimento” che, però, era stato la causa di qualcosa che andava nascosto e dimenticato. Ma non si sfugge dal passato, anzi, esso torna sempre a reclamare il conto e ristabilire gli equilibri. La giovane studentessa non immagina che quel viaggio si trasformerà ben presto nel suo peggior incubo… un incubo di sangue e morte che coinvolgerà anche i suoi fidati amici José, Estefan e Alvaro.
Carolina e Sascha sono state, allo stesso tempo, vittime e artefici degli eventi, ma cosa sia avvenuto veramente a Barcellona, prima di partire, si scopre ─ in parte ─ solo verso la fine, mentre molte domande rimangono in sospeso, invogliando così il lettore ad attendere il prossimo volume per scoprirne le risposte.

Era ammirevole che Carol cercasse ancora di difendermi dopo tutto ciò che le avevo fatto. A lei e ai nostri amici. Morti senza sapere il perché. Vittime di una maledetta follia. Carol non sapeva che avevo mentito persino a lei su alcune cose.

È la prima volta che leggo quest’autrice e ammetto che sono rimasta piacevolmente sorpresa dell’intricata trama che ha saputo tessere. La storia ha un ottimo intreccio e la suspence di certo non manca a tenere alta l’attenzione del lettore, ma ci sono alcuni aspetti che mi hanno lasciata un po’ perplessa.
Innanzitutto, ho avuto la sensazione che gli avvenimenti si susseguissero troppo velocemente, mentre in realtà penso che tra una vicenda e l’altra ─ per esempio dalla scomparsa delle due studentesse americane fino al loro ritrovamento ─ siano trascorsi mesi. Credo che una cronologia più dettagliata, che scandisse meglio la narrazione, avrebbe facilitato la lettura.
Una seconda riflessione è rivolta al comportamento spregiudicato delle due ragazze. Posso comprendere che Carolina e Sascha rispecchino una realtà più che attuale, ma la mancanza dell’uso di precauzioni nei rapporti sessuali, che consumano con facilità anche con ragazzi appena conosciuti, mi sembra eccessivo. Si tratta pur sempre di studentesse universitarie e, per quanto prive di morale, penso che conoscano ─ e siano consapevoli ─ dei rischi che corrono.
Naturalmente, ci tengo a precisare che queste sono considerazioni personali che, pur non permettendomi di dare un voto pienamente positivo, non mi impediscono di consigliarne la lettura agli amanti del genere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close