Recensione: PINOT GRIGIO A COLAZIONE di Floriane Canovas

Sono felice di presentarvi Ilaria Mossa, che si rivela immediatamente aiuto prezioso per A libro aperto, leggendo per tutti noi PINOT GRIGIO A COLAZIONE di Floriane Canovas, edito Collana Belle Époque Edizioni.

  • Titolo: Pinot grigio a colazione
  • Autore: Floriane Canovas
  • Collana editoriale: Belle Époque #Pink
  • Genere: Giallo/Romance
  • Pagine: 288
  • Cartaceo: –  E-Book: € 2,99 lancio (€ 0,99)
  • Uscita: 21 Ottobre 2020

SINOSSI

La vita matrimoniale di Barbara va a rotoli. Sta per separarsi da suo marito e come se non bastasse scopre che lui ha un’altra da ben cinque anni. Ossia, da quando si sono sposati.

Sola e disoccupata finisce per accettare il lavoro in un pub. Qui ritrova una sua vecchia amica di infanzia e incontra Alessandro. Tra lei e il suo capo scatta una fatale attrazione che diverrà amore.

Una serie di rivelazioni sconvolgenti però, la porteranno ad affrontare un passato sconosciuto e pericoloso sul quale incombe una scia di brutali omicidi.

Il serial killer è lì, più vicino di quanto creda.

Romance e giallo, un connubio perfetto per gli amanti del genere ma soprattutto per chi ha voglia di leggere una storia piena di amore e mistero.

Barbara è una donna disoccupata, laureata in biologia e a pochi passi dal divorziare. Quello che credeva sarebbe stato l’uomo della sua vita si è rivelato un fallimento.

«Un momento prima sei felice, fai progetti, sogni, programmi viaggi. Un attimo dopo prepari la valigia e te ne vai.»

All’età di trentacinque anni, quando ormai si dovrebbe aver raggiunto una propria stabilità, Barbara deve trovare un lavoro e una nuova casa. Iniziare da zero non è semplice, ma tornare a vivere per sempre con i genitori è fuori discussione. Barbara vuole la sua indipendenza, a tal punto da accettare un impiego come cassiera in una tavola calda e il trasferimento nell’appartamento mai usato del suo capo, Alessandro. Lui, capelli brizzolati, occhi di ghiaccio e una voce ipnotica, farà vibrare ogni singola corda del suo corpo.

«Esce dalla stanza e un brivido mi percorre tutto il corpo quando passandomi accanto mi sfiora la mano. C’è una chimica pazzesca tra di noi, devo assolutamente stargli alla larga altrimenti rischio di farmi male.»

Alessandro, che agli occhi della nostra protagonista è solo un donnaiolo, non sarà il solo a dimostrare interesse. Barbara si imbatterà in Luca Poof, l’avvocato che si occuperà del suo divorzio: ex-sposato, dai modi di fare un po’ ottocenteschi e con una figlia di dieci anni per la quale ha aperto un locale fiabesco chiamato Le farfalle.

«Rimango per un attimo ferma sulla porta nel vedere che l’avvocato che immaginavo essere vecchio, grasso e stempiato è invece alto, moro e decisamente giovane.»

Barbara sarà contesa tra due uomini diversi ma solo uno riuscirà a farle tornare la voglia di amare di nuovo.

«Non ho mai creduto nel colpo di fulmine, l’ho sempre lasciato ai film romantici e invece all’età di trentacinque anni io, Barbara Buscelli, sono rimasta totalmente folgorata da una persona conosciuta solo pochi mesi fa.»

Ma non sarà solo l’amore a sconvolgerle l’esistenza. Una rivelazione agghiacciante sul suo passato la porterà a scoprire la sua vera identità. Grazie all’aiuto del colonnello Smith e di alcune lettere tutti i pezzi del puzzle torneranno al loro posto.

Quando, però, la situazione sembrerà essersi calmata, una persona minaccerà la sua vita. Barbara è in pericolo ma soprattutto: cosa c’entra lei in tutto questo?

«Non riesco a non sentirmi egoista: lo sto trascinando dentro al mio inferno, consapevole che per colpa mia rischia la vita, almeno finché non scopriranno l’identità dello stalker che mi sta perseguitando.»

Messaggi minacciosi, regali poco piacevoli e la paura di perdere la persona che ama la costringeranno a una decisione difficile, come quella di allontanarsi per sempre. Ma sarà quella la scelta giusta per proteggere il proprio amore?

Ho trovato questa lettura molto piacevole e avvincente. L’autrice ti tiene incollata alle pagine fino alla fine. Il suo stile è scorrevole, mai noioso, il linguaggio è semplice anche se la scrittura è un po’ acerba. Tuttavia, è pur sempre il suo primo romanzo e sono certa che col tempo migliorerà. Floriane ha un buon potenziale e consiglio con molto piacere il suo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close