Recensione: TUTTA COLPA DEL K-POP. DIARIO PANNOCCHIOSO DI UN ITALIANO IN COREA di Seoul Mafia

Triplo WOW per Gina Laddaga, la nostra espertissima in tutto ciò che è coreano. Si è divertita a parlarci di TUTTA COLPA DEL K-POP. DIARIO PANNOCCHIOSO DI UN ITALIANO IN COREA di Seoul Mafia, mettendoci una curiosità pazzesca. Grazie a DeAgostini!

  • Titolo: Tutta colpa del k-pop. Diario pannocchioso di un italiano in Corea
  • Autore: Seoul Mafia
  • Editore: Deagostini
  • Genere: biografia
  • Prezzo: € 6,99 eBook – € 15,10 cartaceo
  • Uscita: 10 novembre 2020

Trama: Quando Marco si imbatte nel primo video musicale K-pop su YouTube è amore a prima visualizzazione. Da ragazzino insicuro e bullizzato dai compagni di classe, trova finalmente la motivazione che cercava per far emergere il vero se stesso. La musica, i vestiti, le coreografie e la faigaggine interplanetaria dei cantanti lo trasportano in un mondo in cui si sente accettato, quello in cui un ragazzo con i capelli rosa può ballare, e non solo non viene insultato, ma viene addirittura idolatrato! E così, ecco che arriva l’illuminazione definitiva: Marco lascerà il suo paesello in Brianza per volare a Seoul – caotica e pazza megalopoli da oltre 10 milioni di abitanti – e diventare un vero idol, una popstar che si esibisce di fronte a migliaia di persone. Ben presto si trova intrappolato in un’accademia di formazione per aspiranti astri del K-pop, che si rivela un vero incubo, con prove da mezzanotte alle sei del mattino, scelto dal manager per portare un tocco… esotico al gruppo. Cominciano qui le incredibili avventure di Marco Ferrara, in arte Seoul Mafia, oggi indiscussa celebrità in Corea e sul Web, che in questo libro ci svela tutti i retroscena dell’entertainment asiatico e le curiosità più assurde sulla cultura più amata del momento. Dai canoni estetici al cibo più strano e alle regole per il k-corteggiamento, dai posti da visitare alle parole da imparare, un libro pieno di emozioni e di risate, da portare con voi anche come guida per il vostro viaggio.

“Per diventare famoso in Corea sarei prima dovuto ESSERE in Corea.”

Se mi conoscete un pochino dal mio profilo Instagram – itsginelle – saprete benissimo che da qualche anno sono entrata nel tunnel dei kdrama e del kpop e che ormai la mia vita va avanti in base al fuso orario coreano – in senso metaforico, naturalmente – quindi sono stata molto contenta di aver potuto leggere in anteprima questa pannocchiosa biografia.

Se penso a Marco, conosciuto sul web come “Seoul Mafia”, penso a una persona che ha raggiunto il suo obbiettivo, ha preso il suo sogno tra le mani e l’ha abbracciato come se fosse un peluche di Kookie (personaggio dei BT21 appartenente a Jungkook, gruppo kpop BTS – ndr).

Se state pensando che io stia divagando, vi sbagliate e ora vi spiego perché.

Marco Ferrara lascia l’Italia molto giovane e decide di approdare dall’altra parte del globo terrestre, più precisamente a Seoul in Corea del Sud.

Perché?

Beh, come cita il titolo “Tutta colpa del kpop”.

“A quindici anni mi sono imbattuto nel mio primo video musicale kpop su YouTube ed è stato amore a prima visualizzazione. La musica, i vestiti, le coreografie e la FAIGAGGINE interplanetaria degli interpreti mi trasportavano in un mondo in cui mi sentivo finalmente capito e accettato.”

Marco fin da ragazzino ha sempre avuto interessi differenti, ma nonostante il bullismo subìto, lui è andato avanti, ha continuato a seguire i suoi interessi e se n’è fregato, anche se tutto questo ha lasciato una cicatrice nel suo animo. Eppure, raggiunta la maggiore età, ha preferito prendere la valigia e partire per coronare il suo sogno.

Vi chiederete, quale sogno?

Entrare in una boyband coreana, essere un idol. Ha cominciato così a fare tutte le audizioni immaginabili e possibili, in Europa e non, finché ha capito che doveva trasferirsi in Corea per diventare “qualcuno”.

Ha dovuto affrontare molte difficoltà per diventare ciò che è oggi, cioè un personaggio pubblico in Corea e uno YouTuber.

Marco è riuscito ad andare avanti in un Paese diverso e lontano da casa, nonostante le delusioni, le cicatrici, le notti insonni, la stanchezza accumulata, ma non ha mai pensato di tornare a casa da mammà, anche se sappiamo che a casa con la mamma si sta benissimo.

In questa bio Marco ci racconta i suoi primi anni a Seoul, dalla sua esperienza (da dimenticare) come idol a quella come attore di pubblicità, presentatore, modello, ballerino fino alla nascita del suo canale Youtube, che porta proprio il nome Seoul Mafia, arrivando infine alla conoscenza con il suo grande amore Jiho (troverete un capitolo scritto anche da lui che ho trovato estremamente dolce!)

Questa biografia è contraddistinta da un’ironia fuori dal comune, divertente ma anche intelligente, e ogni pagina la berrete come un bicchiere di Soju… o Coca Cola se preferite.

Ho apprezzato tantissimo come Marco si sia messo a nudo in questo libro che è, sì, un libro per ragazzi, ma che dovrebbe essere letto anche dai più adulti (come ha fatto la 33enne che sta scrivendo questa recensione) perché lui con la sua esperienza può dare davvero una spinta a chi si sente non amato, infelice, non realizzato. Tutti noi possiamo decidere che vita avere, come viverla a fondo, basta trovare la forza dentro ognuno di noi… e noi tutti quella forza l’abbiamo!

Inoltre all’interno troverete delle illustrazioni carinissime – fatte dalla stessa illustratrice che ha creato la sigla animata dei suoi video su YT – che raccontano passo passo ciò che narra l’autore, oltre a termini inventati proprio da Marco (con spiegazione a fine di ogni capitolo) che io ho adorato perché seguendolo come youtuber so che lui li utilizza spesso.

Mi sono divertita molto a leggere questo libro e se ancora non conoscete Seoul Mafia fate un salto su YouTube per venire investiti dalla sua indole ironica e pannocchiosa perché ogni suo video è un sorriso assicurato!

“Lavora sodo, studia e lotta per inseguire i tuoi obbiettivi. Ti prometto che qualcosa accadrà… non sarà fortuna.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close