Recensione: INCUBI di Lida Deghkhadirian & Samantha Lombardi

La nostra Lolly ha letto, per A libro aperto, l’antologia di racconti di Lida Deghkhadirian & Samantha Lombardi.

Antologia

Cosa rende particolari le nostre notti oltre i sogni? Cosa ci fa urlare di puro terrore nel cuore della notte? Gli incubi che facciamo non ci lasciano mai, rimangono appiccicati addosso come fossero uno strano senso di malessere. Ma cosa succede se quegli stessi incubi che ci terrorizzano diventano realtà? Se volete scoprirlo, se non avete paura, lasciatevi condurre in un mondo fatto di demoni, fantasmi, bambole maledette e vendette sanguinarie. Armatevi di coraggio e poi non vi resta che chiudere gli occhi, prendere un profondo respiro e lasciarvi cullare dagli incubi. O forse no?

Chi l’ha detto che un buon libro non possa regalare le stesse emozioni di un film? Vi dirò di più… Le sensazioni che si provano, spesso, sono molto più amplificate perché, attraverso la lettura, si possono carpire più dettagli e immedesimarsi meglio nella storia. Questa premessa è per dirvi che il viaggio attraverso i racconti delle due autrici Samantha Lombardi e Lida Deghkhadirian è stato piacevole e allo stesso tempo inquietante.

Ho scelto questa antologia attirata dalla trama. Ho voluto sperimentare un nuovo genere che mi ha sempre affascinata ma che, fino a oggi, non ho avuto modo di approfondire.
Il paranormale è un fenomeno che attrae tantissimo (anche a me, lo confesso) ed è un concetto che incute timore, il più delle volte. Spesso, molti giovani si approcciano a questo mondo in maniera molto superflua abusando dell’inesperienza, dimenticando che la leggerezza di alcune azioni può ledere sotto diversi aspetti. Proprio in questi racconti si ha modo di scoprire come alcuni comportamenti interferiscano con il mondo terreno e quello spirituale.
Posso dire che le autrici ci accompagnano mano per mano in questa dimensione parallela facendoci affrontare le paure più inconsce, mettendoci di fronte ai nostri incubi peggiori.

Ho iniziato a leggere questi racconti di sera (ovviamente!) e non vi nascondo che, a un certo punto, ho avuto i brividi tanto da dovermi infilare quatta quatta sotto le coperte. Devo complimentarmi con le autrici per aver impreziosito i racconti con svariati particolari che hanno reso la narrazione più interessante e reale.

Ne consiglio la lettura a chi ama l’ignoto, a chi è attratto da questo tipo di “avventure” e a chi non ha paura del buio. A questi ultimi, però, va il mio avvertimento: desidererete la luce quando brancolerete nel buio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close