Recensione: A ScarGame FOR CHRISTMAS di Joan Quinn e Scarlett River

La nostra Simona La Corte ha letto, per A libro aperto, A ScarGame for Christmas di Joan Quinn & Scarlett River, usando poi queste parole…

Perciò, se volete emozionarvi e, allo stesso tempo, ridere e trascorrere qualche ora spensierata con due personaggi sopra le righe, questa storia è quella giusta. Occhio, però, a tenere il ghiaccio a portata di mano!

Sinossi

Clark Kent ha smesso i panni del nerd emarginato per indossare quelli del nerd di successo.
Adesso infatti è un programmatore di videogiochi ricco e famoso, ma prima era solo un ragazzino con troppo cervello da cui stare alla larga. Vorrebbe cancellare con un colpo di spugna gli anni della sua adolescenza, però non può, perché il suo cuore è legato all’unica persona che non lo faceva sentire un appestato: Scarlett. Ora che il suo aspetto è cambiato e che si sente sicuro di sé, Clark ha deciso che è tempo di agire e di conquistare la sua amata.
Scarlett è una giovane giornalista con tanti sogni nel cassetto che però non riesce a realizzare, perché il suo cammino è costantemente ostacolato dalla sua amica Pamela, che farebbe carte false pur di primeggiare. È stato sempre così, fin dai tempi del liceo, di cui Scarlett ha un solo ricordo felice: Clark.
Quando Pamela le chiede di occuparsi di una nuova rubrica per la rivista per cui lavorano, Scarlett non sa che quell’incarico tanto odiato cambierà la sua vita.

ATTENZIONE: A ScarGame for Christmas è una novella natalizia ironica ed erotica. I protagonisti sono sopra le righe e il racconto contiene dirty talking e scene di sesso esplicite, pertanto si consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.

Alzi la mano chi non ha mai avuto una cotta ai tempi della scuola!

Bene… ora, ditemi: chi ha conservato nel cuore il ricordo del primo incontro o della prima volta che avete parlato con la persona per la quale avete perso la testa, o ricevuto un gesto tanto dolce quanto inaspettato?

Ecco, questa novella è l’ideale per voi, per sognare ciò che il vostro cuore anela dall’istante in cui sincronizza i battiti con un altro. E quell’attimo può accadere in qualunque momento o circostanza, come succede alla protagonista, Scarlett, una donna che non ha mai dimenticato quel ragazzo introverso, timido e taciturno, emarginato dai pomposi coetanei della scuola, che l’ha conquistata con la sua semplicità.

Entrambi si amavano, ma non avevano il coraggio di dichiararsi: Scarlett perché faceva parte della cerchia dei fighi della scuola ─ per cui era impensabile che una come lei mostrasse interesse per un ragazzo insignificante ─; Clark, invece, era troppo insicuro per prendere l’iniziativa, eppure non ha esitato a compiere un atto talmente altruista e amorevole da lasciarla senza parole.

La mia amata Scar un giorno si presentò alle prove tutta bagnata a causa di una pioggia improvvisa e, siccome era presto, non si aspettava di trovare qualcuno in palestra, tantomeno me.

Ci guardammo, entrambi sorpresi, e io, senza dire una parola, sfilai la mia maglietta di Superman e gliela porsi.

Cinque anni dopo, il destino vuole che si incontrino di nuovo a una festa di rimpatrio dei vecchi compagni di classe. Ormai, Scarlett e Clark sono adulti e hanno una vita diversa da come la immaginavano… soprattutto il nostro “Superman”! La sua insicurezza, i suoi lunghi silenzi e gli sguardi timidi sono spariti per lasciare il posto a un uomo sfacciato, sicuro di sé che, grazie alla sua genialità, è diventato un importante programmatore di videogiochi. Ma non è tutto: l’adolescente smunto si è trasformato in un “uomo d’acciaio”!

Ammetto di essere stata conquistata da Clark, dai suoi modi rudi, dalla sua insolenza e dal suo mondo caotico (in tutti i sensi!); tuttavia, ho apprezzato che le autrici abbiano lasciato in lui quella traccia della sua fanciullezza che lo rende unico.   

Scar, il mio pensiero corre a lei, sempre e soltanto a lei.

Sono molte le donne che si sono susseguite nella vita di Clark, ma nessuna ha mai preso il posto dell’unica che lui abbia mai amato… ed è deciso a conquistarla a tutti i costi. Come? Non ve lo dirò io, però vi do un piccolo assaggio di ciò che vi aspetta durante il loro… bollente faccia a faccia:

La debole luce che filtra da una finestra mi permette di guardarlo negli occhi e ciò che vedo può essere descritto in un solo modo: lussuria. Non so cosa lui scorga nei miei, ma suppongo la stessa cosa, perché, per la miseria, sono così bollente che potrei scongelare la “Fortezza della solitudine” di Superman!

Ho già avuto modo di leggere i romanzi di Joan Quinn e l’umorismo che contraddistingue il suo stile è presente anche in questa novella. Per quanto riguarda l’altra autrice, Scarlett River, non avendo mai letto nulla di suo, mi ha sorpresa per il modo in cui ha saputo unire la sua penna a quella di Joan, dando vita, insieme, a una storia frizzante e “incandescente”. Perciò, se volete emozionarvi e, allo stesso tempo, ridere e trascorrere qualche ora spensierata con due personaggi sopra le righe, questa storia è quella giusta. Occhio, però, a tenere il ghiaccio a portata di mano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close