Recensione: FORZA E CORAGGIO di Abigail Roux – ed. Triskell Edizioni

Un’altra bellissima lettura Triskell Edizioni, stavolta presa con cura da Alice Bruno che ci presenta FORZA E CORAGGIO di Abigail Roux.

  • COLLANA: RAINBOW
  • Titolo: Forza e coraggio
  • Titolo originale: Sticks & Stones
  • Serie: Cut & Run #2
  • Autrice: Abigail Roux
  • Traduttrice: Emanuela Graziani
  • ISBN EBOOK: 978-88-9312-851-3
  • ISBN CARTACEO: 978-88-9312-852-0
  • Genere: contemporaneo, poliziesco
  • Lunghezza: 358 pagine

Trama

Sono passati sei mesi da quando gli agenti speciali Ty Grady e Zane Garrett hanno quasi perso la vita per mano di un serial killer a New York City, e adesso devono subire una cosa altrettanto spaventosa: la monotonia del lavoro d’ufficio. Quando viene loro ordinato di prendersi una vacanza, per il bene di tutti, Ty stringe i denti e porta Zane a casa con sé nel West Virginia, sperando che la pace e la quiete delle montagne forniscano a lui e al partner l’occasione per esplorare l’attrazione esplosiva che non sono ancora riusciti a conciliare con il loro rapporto professionale.

Assieme al padre e al fratello di Ty, i due si dirigono sui Monti Appalachi per una bella escursione rilassante nei boschi… dove nessuno li sentirà urlare. Si ritrovano ad affrontare pericoli di ogni tipo: condizioni meteo imprevedibili, montagne spietate, animali selvatici, escursionisti che non hanno nulla da perdere, e la sfida più terrificante di tutte. Confrontarsi l’uno con l’altro.

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE in cambio di una recensione onesta

Ty Grady e Zane Garret sono usciti piuttosto malconci dal caso del Killer dei tre stati, sotto ogni punto di vista, ma se da quello fisico dopo sei mesi possono considerarsi pienamente guariti, da quello psicologico per niente, tant’è che continuano a essere condannati all’odiato lavoro d’ufficio e anche il loro rapporto ne risente.

Falliti i test del Boureau necessari per tornare sul campo, e costretti a prendersi una vacanza dal direttore Burns, che suggerisce a Ty in modo non troppo velato di andare a casa sua nel West Virginia, i due agenti speciali FBI si ritrovano sui monti Appalachi per quella che dovrebbe essere una tranquilla vacanza in famiglia.

Dovrebbe. In realtà, di tranquillo non c’è niente fin dall’inizio, e per più motivi: per Zane si tratta del primo incontro con la famiglia del partner, argomento sempre spinoso, ma a maggior ragione per loro che non hanno dato alcuna definizione alla loro storia e sono per giunta in un momento emotivamente complicato, e pure Ty non pare troppo ansioso di affrontare i suoi, tantomeno da solo.

Eppure la famiglia Grady, allegramente fuori di testa alla maniera di Ty, è affettuosa e accogliente, ma tutti i suoi componenti – e forse è proprio ciò che teme il nostro – come lui, sono assurdamente perspicaci.
A partire dal nonno, eroe della guerra del Pacifico pronto a usare il proprio badile su serpenti, pompe da giardino e malfattori; a Mara, la madre, dispensatrice di fenomenali torte di mele e scappellotti, spiccia e risolutiva; a Earl, il padre (altro eroe di guerra); e a Deuce, il fratello psichiatra.

Catapultati, almeno Zane inconsapevolmente, in una tostissima gita in montagna, saranno presto costretti non solo a fare i conti con quella che si rivela una trappola mortale, ma con i propri incubi, i propri fantasmi, e soprattutto i propri sentimenti.

Secondo volume della serie Cut & Run, in cui si entra sempre più nel vivo dei personaggi, e io ne sono entusiasta. Scorrevole, e questo immagino sia merito anche della traduzione, perché non deve essere facile rendere i dialoghi, e molto coinvolgente. Bello davvero.

Pure se c’è azione – tanta da un certo momento in poi, adrenalinica e ben gestita –, qui il romance la fa da padrone. Righe fantastiche (righe perché non stiamo parlando di uno che si sbrodola), struggenti, con Ty che finalmente si chiarisce dentro di sé, ma che ancora non trova il coraggio di farlo con Zane, alle prese anche lui col medesimo tentativo.
Una dichiarazione finale incompleta, che ci lascia un po’ sospesi e desiderosi di avere di più.

Adoro Ty e Zane, e non vedo l’ora di leggere il seguito.

Incontrò gli occhi scuri di Zane, gli occhi che stava cercando. «Zane,» riuscì ad ansimare. Tentò di pensare a qualcosa da dire, delle scuse per averlo trascinato fin lì e un grazie per tutto quello che aveva fatto. Ti amo. Ma non gli uscì nulla dalle labbra.

Nel blog – cliccando sopra l’immagine cover – potete reperire la recensione del volume precedente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close