Review Party: PAROLA DI LIBERTINO di M.P. Black – ed. Dri Editore

Mariadora Vizza partecipa, per A libro aperto, al Review Party di Parola di libertino di M.P. Black, edito Dri Editore.

Titolo: Parola di libertino
Autore: M. P. Black
Editore: Dri Editore
Genere: Storico
Collana: Historical Romance
Pagine: 263
Data di uscita: 1° dicembre 2020
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 16,99 € circa
Info: ufficiostampa.drieditore@gmail.com

Sinossi 

Un libertino intrappolato. Una misteriosa vedova nera. La più pericolosa delle unioni.
Londra, 1899
Cedric Wilson ama le donne. Tutte le donne. Ricco e affascinante, non ha alcuna intenzione di legarsi a una sola per il resto della sua vita. Peccato che suo padre abbia altri progetti per lui.
Alice Brooks è conosciuta come la dama dal velo nero. Da anni cela il suo volto e, forse, il più terribile dei segreti. In realtà la sua colpevolezza è irrilevante, perché la società l’ha già condannata ed emarginata.
La sua unica possibilità di riscatto?
Un nuovo marito. Qualcuno che non tema la morte, certo… oppure un uomo in cerca di vendetta.
Cedric propone un patto molto conveniente alla giovane vedova. Ma quanto può valere la parola di un libertino?

“E voi, mia adorata, come state? Vi bramo, Alice, vi desidero con tutto me stesso. Siete l’aria che respiro, il cielo che ricopre Londra, il vento che soffia tra i rami degli alberi, la strada che percorro ogni giorno. Siete dappertutto e siete tutto, per me. Non passa notte che non vi sogni e che non mi risvegli infuriato per non avervi al mio fianco. E… vi aspetterò sempre, Alice.”

Pura poesia, vero?

M.P. Black, al secolo Paola De Pizzol, è riuscita ancora una volta a tenermi incollata alle sue pagine, rubandomi parecchie ore di sonno, il tutto per “colpa” di due protagonisti che, praticamente da soli, riescono a reggere tutta l’impalcatura di questo delizioso romanzo rosa, dalle “sfumature gialle”.

Alice e Cedric, lei giovane vedova, apertamente accusata dell’omicidio del proprio marito, ma mai condannata per mancanza di prove, lui un libertino incallito e con un lavoro che mi ha sinceramente stupito.

Il lavoro del nostro protagonista è stata una delle prime sorprese di questo romanzo ambientato nel 1899, con il ‘900 e tutte le sue innovazioni alle porte. Paola decide di distaccarsi dal mondo nobiliare, il Ton londinese, che solitamente siamo abituati a ritrovare nelle righe di un romanzo regency o vittoriano, per spostare la propria attenzione sulla borghesia che, piano piano, acquista la propria indipendenza e importanza nella sfera sociale, economica e anche culturale del periodo.

Cedric è il figlio, e quindi anche l’erede, di un’impresa di pompe funebri, un’occupazione che in quel particolare periodo storico acquisiva una certa importanza, considerando soprattutto l’usanza, forse un po’ macabra, della fotografia post mortem, ossia la tradizione di vestire e mettere in posa i propri familiari deceduti per poi scattare delle fotografie di ricordo assieme al resto della famiglia.

È proprio questa usanza, decisamente malvista dalla giovane vedova Brooks, a destare lo stupore, l’ammirazione e la subitanea attrazione del nostro protagonista nei confronti della dama velata.

Cedric è un personaggio che ho imparato ad apprezzare sin dalle prime pagine. Sebbene venga descritto come un libertino, non è certamente il tipo d’uomo che considera le donne oggetti col quale trastullarsi e poi gettare via. Il suo rispetto nei confronti del genere femminile è ben visibile già dalle prime righe, persino con le donne di facili costumi, con le quali ama accompagnarsi, Cedric mostra dolcezza e rispetto. Egli è semplicemente convinto che non potrà mai bastargli una sola donna. Per sua stessa ammissione crede che le donne appartengano a un genere superiore, quasi divino, ed egli non può certo credere che possa esistere una donna che, da sola, sia capace di placare il suo continuo desiderio.

Dall’altra parte troviamo Alice, una donna che ha appena perso il marito, che al dolore della perdita deve aggiungere anche l’ingiusta accusa di omicidio. Alice si mostra in pubblico sempre coperta da una veletta e, nonostante questa sua decisione sia dettata soprattutto dalla necessità di non scorgere negli occhi degli altri il pregiudizio e l’accusa, questo suo atteggiamento non fa altro che accrescere i dubbi e l’alone di mistero attorno a lei.

Il primo incontro tra i due è fugace, ma lascia subito il segno in entrambi. I due si rivedranno qualche tempo dopo e, per un puro capriccio di Cedric, si ritroveranno fidanzati e sposati nel giro di pochissimo.

I presupposti sono quelli di un matrimonio di convenienza da ambo le parti, salvo poi rendersi conto che gli accordi presi prima del matrimonio non hanno alcuna valenza per entrambi.

Cedric rimane colpito non solo dall’avvenenza della moglie, ma anche dal suo modo di essere. Ad affascinarlo sono la grinta, la determinazione e la sua capacità di tenergli testa. L’incredibile intesa tra le lenzuola è solo il primo passo, per Cedric, per rendersi conto che si sta piano piano innamorando di questa donna sopra le righe.

Le fasi dell’innamoramento fra i due sono ben descritte, così come l’incertezza di entrambi relativamente ai sentimenti del coniuge. Alice forse è quella che per prima si rende conto che quel sentimento che voleva rifuggire per sempre, l’amore, sta nuovamente e con insistenza bussando alla porta del suo cuore, ma il timore di aver perso la testa per un libertino incallito la spinge a non confidarsi.

È invece Cedric quello che per primo romperà gli argini, trovando il coraggio di dare un nome a questo sentimento per lui così nuovo e tutto da scoprire.

L’evoluzione di Cedric risalta all’occhio molto di più rispetto a quella della sua compagna. Alice, in qualche modo, è già “grande” con un carattere forte e già formato, Cedric invece subisce, man mano che le pagine scorrono, la trasformazione da viziato e ricco ragazzino a uomo in grado di innamorarsi e affrontare la vita con tutti gli ostacoli che essa gli pone davanti, soprattutto la trasformazione che lo porterà ad abbandonare l’egoismo, per dedicare la propria esistenza a proteggere e amare la donna che ha scelto come compagna di vita. Questa è una delle cose che ho amato moltissimo di Cedric e che mi ha piacevolmente stupito: la sua costanza, la coerenza e la capacità di non cadere più in tentazione, una volta che i suoi sentimenti gli sono stati ben chiari.

Sullo sfondo di questa dolce e sensualissima storia d’amore (Paola si riconferma una garanzia per quanto riguarda la scelta lessicale nella descrizione delle scene erotiche) ritroviamo una nota di mistero che arricchisce la trama e tiene il lettore con il dubbio fino all’ultimo istante circa la vera identità dell’assassino.

Come già accennato, Cedric e Alice la fanno da padroni in quanto la storia è incentrata per lo più sulla crescita ed evoluzione del rapporto tra i due protagonisti eppure, sebbene i personaggi secondari non siano molti, vengono comunque ben tratteggiati.

A chi, come me, ha letto quasi tutte le opere di Paola, posso solo dire che ritroverete in questo romanzo quella bella scrittura chiara e diretta alla quale l’autrice ci ha abituato. I dialoghi, così come i botta e risposta tra i protagonisti, le descrizioni delle scene più passionali, o ancora le descrizioni degli ambienti e dei paesaggi, i richiami alle nuove tendenze dell’epoca (come il comparire delle prime automobili, piuttosto che le nuove tecniche in ambito medico) aiutano il lettore a calarsi nella storia e a farla propria. A chi ancora non conosce Paola De Pizzol posso invece dire che questa autrice riconferma, con questo romanzo, la sua capacità innata di rendere un libro un buon compagno, un buon amico col quale trascorrere del tempo, anzi, col quale non si vede l’ora di passare il proprio tempo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close