Review Party: IO SONO OMBRA – CALL SHADOW 2 di Cristina Rotoloni

Eccomi finalmente con il secondo capitolo di Call, IO SONO OMBRA di Cristina Rotoloni. Non aggiungo altro, credo di essere stata abbastanza esaustiva, sperando di incuriosirvi, con la mia recensione. Tutte le dritte per conoscere il protagonista fino in fondo!

  • Titolo: Io sono ombra – Call Shadow 2
  • Autore: Cristina Rotoloni
  • Genere: Romance suspense
  • Data di uscita: 30 novembre 2020
  • Prezzo: 2,99 € ebook – 12,00 € cartaceo
  • Pagine: 314
  • Distribuzione: Amazon
  • Romanzo autoconclusivo, collegato alla dilogia Mia e a Call Shadow.

Sinossi

Call Shadow vuole salvare David Dragonetti dal suo desiderio di vendetta. Si muove nell’ombra per raggiungere il suo scopo, ma la presenza di una donna e la testardaggine del ragazzo gli renderanno difficile portare a termine la missione. Helena è una escort che non si illude di poter fuggire dalla sua triste realtà, ma incontra Call Shadow che vuole aiutarla. L’uomo è un personaggio misterioso, sembra pericoloso, come un nemico che si cela nel buio della notte, ma non per lei. In un crescendo di suspense, di emozioni e di amori impossibili, la situazione precipita ed entrambi saranno costretti a fare delle scelte. Helena dovrà decidere se accettare il suo destino, cogliere l’occasione che le viene offerta, oppure rischiare la vita. Call si ritroverà a contrastare il suo passato per affrontare il presente, in una continua battaglia tra la morte, la vita, l’amore e il suo alter ego. Riuscirà una donna con un’esistenza tremenda a conquistare un uomo che crede di non avere un cuore e che vive solo per proteggere Dragonetti? E quale sarà la scelta che farà Call Shadow?

Call Shadow è rotto, spezzato; un sacco vuoto gettato in un angolo di quel mondo che non gli riserva più alcuna gioia.

Un giorno la sua anima ferita incontra quella di David Dragonetti e scopre che la vita gli ha offerto una nuova missione: solo proteggendo – come e più di un padre – il giovane italiano, potrà dare una ragione alla propria sopravvivenza. Salvare e aiutare “Drago” nella sua vendetta, lo riporta direttamente nei suoi vecchi passi; un percorso fatto di rabbia, odio e dolore, in cui anche l’Ombra potrebbe trovare una sorta di sollievo.

Eppure, i guai sembrano non finire, perché – a differenza di una notte di troppi anni prima – riesce a strappare la vita di una ragazza da morte certa, vittima di una violenza. Helena entra prepotentemente nella sua esistenza, risvegliando antiche sensazioni e… le rivolte di Sam.

«Mi chiamo Helena Vasic, vengo da un paese della Bosnia, quasi a confine con la Serbia. Mio padre mi ha venduta… e sono finita nelle mani di Lev Berovic. Non posso fuggire, né smettere di battere né morire, perché se lo faccio prenderanno mia sorella Petra. Ora capisci?»

Tanti tasselli tornano a incastrarsi, e quell’angelo caduto sembra sia stato messo apposta lì dal destino o da qualcuno che lo veglia dall’altro. La giovane bosniaca non richiede giustizia, è anche colei che dopo tanti anni riesce a far scorrergli il sangue nelle vene.

Se prima quella missione necessitava di essere portata a termine, l’incolumità di Helena alza la posta in gioco e diventa un “bisogno personale” metterla al sicuro, anche se il primo pensiero per Call rimane ancora Dragonetti.

Ce la farà Helena a invertire le priorità dell’uomo ombra? Riuscirà, soprattutto, a prendere il posto di Annie, la donna che gli ha donato tutto per poi lasciarlo solo in un battito di ciglia?

«Pensi che per me sia stato facile? Ho avuto una vita che non volevo. Fatta solo di soprusi. Eppure sono qui a mettermi in gioco, a crederci per tutti e due. Ma non posso combattere da sola, non contro di te. Non ho mai pensato che tra noi fosse semplice, ma non posso impormi i sentimenti. Non posso giustificare quello che provo. C’è e basta. Io ti amo, Call.»

Giunti a questo punto, immagino vorreste farmi la pelle e conoscere la risposta di Shadow… ma non sono così fessa da togliervi il gusto di sciogliervi da soli, in santa pace, nella vostra intimità, ascoltando la sua voce graffiante e suadente.

Di Call sappiamo tutti che ha chiuso il cuore dopo aver perso la sua famiglia, ma se si dà, lo fa con tutta l’anima. In questo romanzo sarà tormentato dai sensi di colpa per “non aver potuto evitare…” Non voglio spoilerarvi oltre.

È vero che è possibile partire da qui, ma io vi consiglio di recuperare anche Mia e qui ci tornerò tra poco, perché voglio parlarvi di Helena. Lei non ha mai avuto una prima volta da ricordare. Le carezze che avrebbe potuto ricevere sono state sostituite da botte; la sua prima volta, quella da sognare in eterno, soppiantata da uno stupro. Le è mancata anche la carezza di un papà, perché già immaginate dal primo estratto in che situazione si è trovata. Helena non fa la “vita” per piacere, ogni piccola nuova sensazione l’ha provata con Call… Entrambi non si limitano a compensarsi, sono il nuovo TUTTO l’uno per l’altra.

Due personaggi speciali, resi unici dalla penna di Cristina Rotoloni. Temo di ripetermi, anche perché se non lo avete fatto, in fondo troverete il link della recensione del primo volume da visualizzare. In merito a questo, vi illumino nel caso abbiate la voglia di recuperare anche MIA (Link Amazon volume unico dilogia https://amzn.to/2Il2mJZ). Trovo ottima la scelta che l’autrice ha fatto di accorpare entrambi i volumi, perché non si possono leggere separatamente. Per quanto riguarda la dilogia di Call, potete considerarli autoconclusivi, anche se uno tira l’altro. La Rotoloni quando pubblicò la storia dei fratelli Dragonetti, fu così brava da instillare curiosità sull’uomo ombra, e le pressioni di noi lettrici… l’ha inchiodata alla tastiera, anche se Sam già le bisbigliava nell’orecchio «Scrivi di me». Non avete capito vero chi sia quest’ultimo? Sono stata brava a tenere il segreto…

In conclusione: recuperate entrambe le serie, le divorerete. Anche perché sul finale di Io sono Ombra, forse, potreste non aver tutto chiaro, non capendo il nesso con il “cattivo” della storia, specialmente ancora su quella scogliera… Lì necessita il “the end” della dilogia precedente per schiarirvi del tutto le idee, anche se vi troverete soddisfatti dall’amore di Call e Helena, vi assicuro! Cosa aggiungere? Grazie di cuore Cristina, sai che ero tra le grandi estimatrici dell'”uomo del mistero”.

Qui sotto il primo volume della dilogia su “Call”. Questo anticipa MIA (come spiegato nella recensione), mentre IO SONO OMBRA – Call Shadow 2, si incastra alla perfezione con la dilogia precedente! Buona lettura 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close