Recensione: UP ON LOVE (Down on love #2) di Cecile Bertod

A libro aperto è felice di proporvi la recensione del secondo volume della serie Down on love di Cecile Bertod. Lolly Black vi parla di UP ON LOVE.

  • Titolo: UP ON LOVE (Down on love #2)
  • Autore: Cecile Bertod
  • Editore: self Publishing
  • Genere: romance contemporaneo
  • Pagine: 238
  • Prezzo: 2.99

Trama

Secondo volume di Down on love.

Nolan Carter è l’uomo più potente della città. Ed è anche il più pericoloso. L’unica in grado di mettere a repentaglio la sua vita è stata Madison Hill, una giornalista del Sunset che riesce a incastrarlo per l’omicidio di uno spacciatore. A distanza di un anno, le indagini su Nolan vengono archiviate per mancanza di prove ed è finalmente libero di ricominciare a vivere. Edison, il suo avvocato, gli dà solo un consiglio. Tieniti lontano da quella donna.. Nolan sa che Edison ha ragione. Madison è sleale, inaffidabile, incostante. Deve togliersela dalla testa, starle lontano. Ma non è così facile, specie se Madison dichiara in tv di aver deciso di sposare Matthew Cosgrey, l’agente che da anni insegue Nolan, cercando di sbatterlo dentro. A quel punto riprendersi Madison per Nolan diventa una questione di principio, toglierle tutto quello che ha una vendetta di cui non intende privarsi.

Nella recensione del primo volume DOWN ON LOVE avevo lanciato una sfida all’autrice, ricordo bene. Ero rimasta così entusiasta dalla lettura che continuavo a chiedermi come sarebbe stato il seguito. La conclusione mi aveva lasciato incredula, a bocca aperta; la narrazione incalzante e mai banale mi aveva davvero sorpresa.

E questo seguito finalmente è arrivato…

“Mi ero avvicinato troppo, l’avevo sfiorata. Ecco l’errore. Toccarla. Lei mi aveva guardato e quel poco che avevo me l’aveva levato. Dire che mi avevano messo in guardia: quelle come lei non ce l’hanno un’anima. Può darsi. In compenso la mia se l’era presa. E non bastava ancora.”

Nonostante tutto, era questo che pensava Nolan. E come riuscisse a mantenere i nervi saldi io ancora me lo chiedo. Madison… l’unica in grado di mettere in ginocchio l’uomo più potente della città. Una donna forte, indipendente, indomabile; un animo difficile da controllare, un animale pronto a sbranare.

“Perché, vedi, era così che mi accadeva. Andavo sempre avanti, senza guardarmi mai alle spalle. C’era anche un pregio. Non vedevo le macerie che mi lasciavo indietro. C’era anche un difetto. Non mi restava niente in mano. Ma quella mattina non mi importava. Tutto sommato, avrei avuto quello che volevo.  Terra bruciata intorno. E se calcoli il percorso, ero stata io la fiamma.”

Due personaggi complessi, all’apparenza diversi ma più simili che mai, abituati a scontrarsi anziché confrontarsi, spesso contradditori, incapaci di gestire i sentimenti e l’orgoglio.

“Non si voltò, ma prima di andarsene, poggiato alla porta, di schiena, mi disse: «Parli come se ce l’avessi una scelta».

Era questa l’unica differenza tra noi. Lui lo ammetteva, io non ne ero capace.”

Non è facile stare dietro alle emozioni che Madison e Nolan ci regalano, soprattutto non è semplice gestire i colpi di scena, la suspense, i continui battibecchi e, ancora meno, comprendere alcune scelte. Un romanzo che metterà a dura prova i sentimenti e le vostre capacità di giudizio. Badate bene, perché i protagonisti vi trascineranno nel loro caos, vi faranno credere alcune cose e poi ne faranno altre. Insomma, sarà una lettura intensa, piacevole, con una trama contorta che prevede ben altro che una storia d’amore complicata.

Ho apprezzato tantissimo come Nolan Carter, nonché l’autrice, abbia tenuto fede alle proprie origini, ritrovandosi ai piani alti senza mai dimenticare l’uomo di periferia, insieme a un vissuto difficile che da anni continua a tormentarlo. Ho persino invidiato Madison per il suo coraggio, l’essere “diversa”, così come ho amato il suo lato puro, ma mai innocente.

Insomma, Cecile ha fatto breccia nel mio cuore rivelando i suoi punti di forza in uno stile e in un genere in cui non si era mai cimentata prima d’ora.

Consiglio questo libro a chi ama restare con il fiato sospeso, a chi preferisce le letture intense e riesce a gestire le palpitazioni. Ma prima di lasciarvi, vi saluto con una citazione di Nolan, quella che ha segnato profondamente la mia stima per lui.

“Sapevamo accettare la nostra vita. Pro e contro. Non ho mai provato rispetto per chi non ci riuscisse.”

I miei rispetti, re della città!

Primo volume della serie. Per visualizzare la recensione cliccate sull’immagine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close