Recensione: “Blue dreams” di Isabella May Stuart

È uscito ieri e A libro aperto ha il piacere di parlarvene attraverso la voce di Emma Altieri: BLUE DREAMS di Isabella May Stuart.

TITOLO BLUE DREAMS
AUTORE ISABELLA MAY STUART
EDITORE SELF Publishing
SERIE STAND ALONE
GENERE Military Romance
PREZZO E-Book € 2,99 a 0,99€ per le prime
ventiquattro ore
PREZZO CARTACEO €11,00
DATA DI RILASCIO 29 dicembre 2020

Sinossi

La dottoressa Logan Foster ha accettato di occuparsi di un pilota dei Marines,
unico sopravvissuto a un grave incidente aereo. Ma quando si scontra con lo schivo e scostante maggiore Hayden Taylor intuisce che quella che sembrava una svolta per la sua carriera è destinata a diventare una prova di forza non indifferente.

Hayden non ha scelta, se vuole tornare sul suo aereo deve dare ascolto a quella donna, ma fuori dal suo studio Logan diventa un’altra. C’è qualcosa nei suoi occhi, nella struggente sensualità della sua voce quando accompagna la sua chitarra, emozioni sconosciute stanno permeando le sue difese.
Nessuno dei due sembra destinato a salvarsi dall’onda che li travolge…

Lui voleva tornare a volare,
Lei voleva tornare ad amare…

Il Maggiore Taylor è un uomo spezzato. Ha perso il suo compagno in un incidente di volo durante un’esercitazione e si sente responsabile dell’accaduto. Ha comportamenti autolesivi che portano i suoi superiori a chiedersi se potrà mai tornare a volare. Decidono quindi di farlo seguire dalla dottoressa Foster per avere una perizia sul suo stato psicologico. Fin dal primo incontro i due si odieranno, ma poi tutto cambierà. Saranno capaci di mantenere un rapporto puramente professionale date le circostanze? Lo scoprirete solo leggendo!

Ho voluto leggere questo romanzo perché, appena mi sono resa conto che si trattava di un maggiore dell’aeronautica, una sola cosa è passata per la mia mente: Top Gun.

Ovviamente, per chi come me ha amato il film, possiamo ritrovare nella lettura delle similitudini, ma non si tratta assolutamente di un romanzo scritto sulla falsariga di una sceneggiatura, anzi!

L’autrice è stata molto brava a creare situazioni e ambientazioni che, sebbene siano prettamente tecniche e descritte con termini specifici, non annoiano minimamente il lettore.

È una splendida storia d’amore contornata da una cornice molto ben costruita. I personaggi sono ben delineati e, sebbene si affrontino temi molto particolari come la sindrome da stress post traumatico e altre conseguenze, nulla viene tolto alla narrazione.

Il romanzo risulta ben scritto e molto scorrevole. Un’unica pecca: ci sono dei refusi, ma nulla che una ulteriore rilettura non possa eliminare e soprattutto niente che danneggi lo scritto.

Quattro libricini e mezzo per il Maggiore e la sua Dottoressa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close