Recensione: IO SONO L’ABISSO di Donato Carrisi

La nostra Monica celebra la sua passione per lo scrittore italiano di thriller Donato Carrisi. Ecco che ci parla del suo nuovo romanzo.

  • Titolo: Io sono l’abisso
  • Autore: Donato Carrisi
  • Editore: Longanesi
  • Genere: Thriller
  • Data di uscita: 23 novembre 2020
  • Pagine: 384
  • Ebook: 11,99
  • Cartaceo: 20,90

Trama:

Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s’intravede all’orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L’uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti.
E lui sa interpretarli. E sa come usarli. Perché anche lui nasconde un segreto.
L’uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l’eccezione di rare ma memorabili serate speciali.
Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall’incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui, che ha scelto di essere invisibile, un’ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente.
Il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l’uomo che si nasconde dietro la porta verde.
Ma c’è un’altra cosa che l’uomo che pulisce non può sapere: là fuori c’è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l’oscura fama che la accompagna.
E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C’è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l’ombra invisibile che si trova al centro dell’abisso.

Oggi paleremo dell’autore thrilleroso del mio cuore: Donato Carrisi

Ho cominciato l’anno con la sua ultima “fatica” giusto per non sommare alla tristezza già accumulata anche una delusione letteraria, e infatti ho fatto un’ottima scelta.

“Dal lago non si può scappare”

Narrazione basata su fatti realmente accaduti, Carrisi ci presenta due storie ben intrecciate tra loro: l’uomo che pulisce e la cacciatrice di mosche.

L’uomo che pulisce beh… fa lo spazzino e la sua passione è capire le persone in base alla sua spazzatura e, ammetto senza vergogna, che da quando ho letto questo libro guardo gli spazzini con un occhio diverso, con un piccolo brivido che corre lungo la spina dorsale… un brividino di paura.

Lavora nei pressi del lago di Como ed è invisibile. Fa di tutto per non essere notato, non ha nemmeno un cellulare; ma ama rovistare tra l’organico delle persone, in particolare di donne sole, di una determinata età e bionde. Ma cosa se ne farà della loro spazzatura? Ne dedurrà ciò che servirà a Micky, che finirà ciò che l’uomo che pulisce ha iniziato; ma, nel corso della sua routine si ritroverà a passare da carnefice a salvatore, cosa cambierà nella sua vita?

In questo libro spiccano le storie di abusi, sia infantili che verso le donne, ed è proprio la cacciatrice di mosche che dà una mano a queste ultime.

“Un barattolo di cetriolini tra i surgelati”

Quello è il segnale per destare sospetti e lei entrerà in azione. Una sorta di protettrice delle donne maltrattate che non sanno come chiedere aiuto; ma in questa storia ci finirà dentro fino al collo.

Un passato che l’ha segnata, una crescita personale forte e dura, ma soprattutto un carattere coriaceo che non si fa scalfire, ne ha passate troppo tante.

Questa lettura fa riflettere su quanto siamo immersi nelle nostre cose, di quello che ci succede intorno non ce ne accorgiamo nemmeno mentre dovremmo tenere gli occhi aperti, ogni cosa ha la sua importanza se apriamo la mente per vederla, anche la spazzatura che racconta di noi più di quanto noi vogliamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close