Recensione: “MANI SUGLI OCCHI” di Pitti Duchamp – ed. Words Edizioni

È uscito ieri e la recensione dettagliata, precisa e piena di entusiasmo di Enrico Pedace non può lasciare dubbi: MANI SUGLI OCCHI di Pitti Duchamp, edito Words Edizioni, è imperdibile!

  • TITOLO: Mani sugli occhi
  • AUTORE: Pitti Duchamp
  • EDITORE: Words Edizioni
  • GENERE: Romance contemporaneo
  • FORMATO: Ebook (2,99) – Cartaceo (15,90)
  • DISPONIBILE SU AMAZON E IN TUTTE LE LIBRERIE

Trama

L’amore può insinuarsi in una vita fatta di doveri e soddisfazioni professionali e demolire l’egocentrismo di un chirurgo oftalmico di fama internazionale? Può sostituirsi all’ambizione di una giornalista di talento e darle un’altra densità, modificarle lo spirito? Un uomo e una donna al centro delle proprie vite, concentrati sulle loro aspettative, sugli egoismi, sulla paura di distrarsi dai propri obiettivi, entrambi troppo adulti e solidi per scendere a compromessi e rinunciare a una parte di loro stessi. Un amore inaspettato che sovverte e disordina, squassa e stacca e non dà possibilità di scelta se non la fuga. Eppure, quando l’indipendenza si trasforma in solitudine, solo un sentimento profondo può riparare l’anima. Se una vocazione perde di significato è nell’amore che può tornare a recuperarlo. Aiace e Scilla sono la dimostrazione che non c’è età per scoprire quanto i sentimenti possano indurre al cambiamento.

Copia digitale gentilmente fornita dalle CE in cambio di una recensione onesta

Ho letto questo romanzo in tre giorni, si può dire che l’ho letteralmente divorato. Sono stato voracemente affamato di ogni pagina man mano che lo leggevo, ma ho assaporato ogni singola emozione che ogni pagina e ogni capitolo suscitavano.
Sì, perchè “Mani sugli occhi” di Pitti Duchamp edito da Words Edizioni è un romanzo che davvero pone le sue mani sugli occhi del lettore per rapirne lo sguardo, per far sì che venga letto tutto d’un fiato, facendo accrescere il desiderio di leggerlo sempre di più.
È la prima volta che leggo un romanzo di questa bravissima autrice, e sono felice di poter dire che mi sono trovato di fronte a una storia sorprendentemente affascinante, ricco di descrizioni dettagliate, fluidamente scorrevole, ma soprattutto un romanzo che “rompe gli schemi”.
Un romanzo Che scardina le regole delle vite dei due protagonisti. Aiace Telamonio Scuderi e Scilla Chiaravalle.
Tanto egocentrico lui, chirurgo oftalmico di fama internazionale…

“La gente crede di voler sapere, di voler essere consolata per lenire i timori, ma desidera solo soluzioni concrete e sicure. Io le fornisco con scientifica ed empirica certezza, ma non ho tempo per le moine empatiche. Io sono Dio, io dono la vista alle persone, sono il chirurgo oftalmico migliore del mondo”

… quanto ambiziosa lei, caporedattrice di una rivista locale

“Lavoro per una testata cittadina, curo la pagina culturale e dirigo anche l’allegato femminile. So cosa vuol dire essere parte di una redazione di serie A e non è questo. Io aspiro a riprendere una carriera nazionale e a farlo entro pochi anni”

Entrambi sono apparentemente legati da una sola cosa in comune, dedicarsi a capofitto solo ed esclusivamente al lavoro concentrandosi sugli obiettivi che, il lavoro stesso, pone di fronte a loro.
Non hanno però fatto i conti con il destino che decide di giocare con il loro animo integerrimo, sconvolgendo le loro vite…

“Posa l’anulare sulla mia guancia e poi l’indice sulla palpebra. Dita delicate, che mi sfiorano come farebbero con le pagine sottili di un libro antico. Preme appena per riuscire a vedere con quella lente di ingrandimento che gli altri mi avevano insegnato a odiare.
‘Guardi in basso, signora’.
Non lo dice, lo sussurra, sfiorandomi con il fiato caldo che sa di caffè. Ubbidisco, e un istante dopo toglie i polpastrelli dal mio viso lasciandomi vuota. Era una pressione rilassante, appena percepita, eppure incisiva. E mi scopro a volerne ancora.”

Ci troviamo quindi a conoscere Aiace, già il nome ci ispira un certo timore e inquietudine che contraddistingueva l’eroe acheo presente tra i protagonisti dell’Iliade, che ha una compagna nonché collega chirurgo, Agnese, ma che tiene “fuori dalla sua vita”. Agnese è più che altro una promessa da mantenere. Una promessa che Aiace sente di dovere assolvere nei confronti del padre della sua collega, suo storico mentore in ospedale e defunto da qualche anno.
Poi c’è Scilla, il cui nome ci ricorda la leggenda di Scilla e Cariddi e forse non tutti sapranno che Scilla era una ninfa prima di diventare il mostro per cui è famosa. Una ninfa dallo spirito libero che voleva stare lontana dall’amore, proprio come Scilla Chiaravalle che vola libera sulle ali della sua vita colorata da note errabonde e caotiche, schivando qualunque uomo che possa potenzialmente trasformarsi in amore della sua vita.
I due protagonisti si incontrano la prima volta per un gioco del destino. Si conoscono, si studiano, si annusano e si scoprono terribilmente attratti l’uno dall’altra.
Un’attrazione che non riescono a controllare, che arriva come un uragano a scombussolare gli equilibri che, con tanta gelosia, hanno custodito fino a quel momento nelle rispettive vite. Vite distanti le loro, ma incredibilmente simili.
Per quanto tempo però l’amore può alimentare l’attrazione che si è creata tra due opposti? Per quanto tempo due pianeti completamente diversi possono rimanere allineati sulla stessa scia? Vi invito a scoprirlo leggendo “Mani sul cuore”. Vi assicuro che non ve ne pentirete.

Ho amato i due personaggi del romanzo, due personalità contrastanti, completamente opposti. Del resto si sa, gli opposti si attraggono e ciò che ne nasce è quasi sempre idilliaco e adrenalinico.
Ho amato lo stile di Pitti Duchamp, prorompente ed elegante, provocante e armonioso, accompagnato da una scrittura dettagliata e allo stesso tempo leggera e avvolgente, proprio come la sensazione di morbidezza che Scilla provò sentendo la delicatezza delle dita di Aiace sui suoi occhi.
Posso dire che è un romanzo super consigliato e faccio i complimenti all’autrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close